Siamo in un anno di elezioni comunali e l’amministrazione in carica prova a concludere le iniziative intraprese, inerenti l’allevamento e l’approvvigionamento di acqua potabile.

Si cerca di vendere un bosco per risanare il bilancio e di terminare le opere idriche e fognarie.

A fine anno, l’8 novembre, viene eletto un nuovo Sindaco, il giovane avvocato Carmine Cesta, (fra parentesi un mio grande amico e compagno di gioco di carte, il quale ancora oggi, nel 2009, dimostra lucentezza di pensiero e capacità intellettive integre e piacevoli).

Il Cesta avvia la prassi di insediamento ed il rinnovo delle Commissioni e si mette subito al lavoro; aumenta l’illuminazione e salda il pagamento di alcuni lavori per la copertura del fossato Rio.

Passando alla cronologia degli eventi tramite le delibere comunali:

 

C.C. 305) Nomina progettista per la costruzione di due cisterne abbeveratoi. In località

‘Il Lago e Prato Micone’, con il contributo statale del 50%, ed il rimanente con fondi delle migliorie boschive. Il progettista è ing. Montuori Domenico, da verificare se si siano poi  realizzate.

 

C.C. 306) Approvazione progetto costruzione bacini montani. L’importo è di lire 6.262.000.

 

C.C. 308) Liquidazione onorario avvocato Ciarletta, per causa contro il Comune di San Vincenzo.

Con sentenza passata in giudicato del 20/11/57, la Corte aveva rigettato tutte le pretese avverse.

 

C.C. 310) Convenzione con Cassa per il Mezzogiorno, relativa all’approvvigionamento idrico.

Premesso che per l’approvvigionamento idrico dei Comuni di Collelongo, Villavallelonga e Lecce Nei Marsi erano già stati eseguiti i lavori di captazione dell’acqua delle sorgenti in Lecce: ‘Le Prata’, ‘Sauco ed Acquasanta’. Per il Comune di Collelongo è prevista la condotta adduttrice ed un serbatoio di 300 metri cubi, compreso il costo di gestione. Rimane a carico del Comune, con approvazione del bilancio, il restante delle opere.

 

C.C. 318) Cantiere lavoro per strade interne, redatto dal geometra Manna Domenico.

 

C.C. 320) Vendita con licitazione privata di piante radicate nel bosco ‘Valle dei Cerchi’.

 

C.C. 321) Uso civico legnatico in bosco denominato Costa di Mese, da ‘Pratelle fino a Casale’.

 

C.C. 322) Costruzione rete idrica e fognaria interna al paese.

 

C.C. 323) Nomina d’urgenza del medico De Luca Germano.

 

C.C. 331) Vendita, asta pubblica, delle piante radicate nel bosco ‘Vado della Fonte e Cantone’.

 

C.C. 338/339) Nomina Sindaco, a Cesta Carmine ‘Carminuccio’, nomina assessori effettivi: Salucci Remo e Grande Giovanni ed assessori supplenti a Mancini Pietro e Bellisario Augusto.

Cesta C.Salucci R.Grande G.Mancini P.Bellisario A.

“Il Cesta, proveniente da una famiglia di proprietari terrieri, unì lo studio al lavoro agricolo, divenendo poi avvocato. Un signore di bell’aspetto, elegante e raffinato. Ha lavorato per tantissimo tempo come funzionario della Banca Popolare della Marsica nella filiale di Collelongo.

Persona intelligente e razionale, amante delle passeggiate campestri, è stato anche cacciatore. Sposato con la signora Eufrasina, ha avuto un figlio di nome Lamberto”.

“Il Salucci, figlio di emigrante, si laureò in medicina a Roma. Di media statura ed un po’ pienotto.

Si dedicò per tutta la vita alla professione, prima come medico e poi come dentista. Rimasto vedovo, si è risposato ed ha avuto nove figli. Una persona gentile con tutti, sempre disponibile a tutte le cose, amante della buona compagnia ed era una buona forchetta specie per la cacciagione. E’ stato anche eletto Consigliere provinciale con il Movimento Sociale Italiano”.

“Una battuta del Grande, visto che già ne abbiamo parlato, di quando c’era maltempo era: “Quando piove stéteve aje lett”.

“Il Mancini, di mestiere muratore, era un tipo alto, robusto e di bella presenza. Molto socievole ed allegro, sapeva stare in compagnia ed era una buona forchetta, non disdegnando un buon bicchiere di vino. Sposato con la signora Pierina ha avuto quattro figli”.

“Il Bellisario gestiva l’esattoria comunale, persona gentile nei modi e scaltro nel suo lavoro. Era uno che contava molto nell’ambito del paese ed ha aiutato diverse persone. Un uomo alto, esile e con  vistosi baffi. Sposato con la signora Adelina, ha avuto sette figli”.

 

C.C. 341) Nomina nuovo comitato E.C.A.

Ora Giunte:

G.C. 365) Nomina del bidello per le scuole elementari. La nomina va a Lombardi Giuseppe di Arcangelo ‘Compà Peppe’.

G.C. 392) Rinnovo impianto pubblica illuminazione con aumento di 47 punti luce.

G.C. 403) Liquidazione di spesa copertura fossato ‘Rio’. Finanziato dall’Ente Fucino per la parte che scorreva nel centro abitato.

G.C. 406) Elezioni provinciali assegnazione spazi elettorali.

Veduta del fossato Rio nella parte posteriore della chiesa, attuale piazza

V. Veneto.

(Foto a destra, non datata)

 

Elenco Consiglieri comunali eletti nel 1960  

Cognome NomeSoprannomeCaricaMestiereVoti
Cesta CarmineCarminuccioSindacoProprietario terriero poi banchiere700
Salucci RemoPallaccittAssessoreMedico poi dentista694
Grande GiovanniCocuzzaAssessoreOste e falegname694
Bellisario AugustoBell’usacceAss. suppl.Esattore598
Mancini PietroBagatteieAss. suppl.Muratore588
Fiore DomenicantonioCesiddiellaConsigliereContadino577
Manna AlbertoMassaletta‘’Falegname575
Ciccone CarloIl Lupo‘’Contadino561
Mariani GiuseppeScibù‘’Muratore560
Negri CarloSabatino‘’Contadino558
Rossi OrazioLa Volpe‘’Impresario526
Sansone GiuseppePeppe Stella‘’Allevatore526
Ranalli RoccoZacchitt‘’Insegnante516
Pisegna AnastasioM’sc’nella‘’Sensale485
Sansone Francesco BenitoBulldog‘’Bottegaio e macellaio467

  Note del tempo e foto:   ·  Il  20 maggio a Cannes al Festival Internazionale del Cinema, La dolce vita di Federico Fellini vince la palma d’Oro. Con Marcello Mastroianni ed Anita Ekberg:

  • Il  20 agosto a Fiumicino viene inaugurato il nuovo aeroporto “Leonardo da Vinci”

ed il 25 agosto a Roma si aprono le XVII Olimpiadi estive.

  • L’8 novembre negli  Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy vince le elezioni presidenziali.
   

               

avezzano t2

t4

1960
1960

avezzano t4

t5