t1

t2

Il 1954 è l’anno in cui si mette mano alla pubblica illuminazione e si piantano gli alberi nel paese. Si sistemano le strade ed i marciapiedi di via Roma e Marsicana, dando complessivamente un volto pulito e nuovo al paese. Squerdela si identifica nella figura del sindaco che fa poche cose, ma utili. Ovviamente bisogna anche essere al posto giusto nel momento giusto, ma poi direi, bisogna saper fare e lui fece bene. Tuttavia l’economia complessiva del paese con 171 emigrati in due anni, era in forte difficoltà e poco altro si poteva fare.

Passando ora ad un’ analisi degli elementi amministrativi, abbiamo in ordine cronologico:

G.C. 1) “Sistemazione strade interne” impegno pari a lire 3.107.792, per l’epoca un importo notevole per il paese: esso rappresentava quasi il 20% del bilancio.

G.C. 16) “Liquidazione spese per refezione scolastica”

G.C. 19) “Vendita 203 tronchi faggi ad alto fusto” a trattativa privata.

G.C. 23) “Riparazioni muri di via Sotto le Mura” si da anche una sistemazione lungo il perimetro della storica Rocca distrutta dal terremoto. Dalla Rocca deriva anche il nome precedente di Villavallelonga che era ‘Roccacerro'(Rocca di Cerro).

G.C. 48) “Delibera per ricerca di falda acquifera” Storico problema che rimarrà irrisolto per diversi anni. Negli anni 80 si troverà l’acqua a località la Rena.

G.C. 66) “Vendita legna per licitazione privata” la base d’asta è di lire 315.000.

G.C. 76 / 83) “Marciapiedi in via Roma e via Marsicana” Si cercò di facilitare il percorso pedonale della principale arteria stradale del centro abitato.

G.C. 79) “Pubblica Illuminazione” Si aumenta il numero dei lampioni anche se ancora pochi.

G.C. 92) “Acquisto piante ornamentali per il Paese” i tigli.

Emigranti all’estero 71

avezzano t2

t4

1954

t3

avezzano t4

t5