A livello politico nazionale il Fronte Democratico Popolare, composto da PCI e PSI, non ottenne la maggioranza e comunque il FDP non era ben visto dagli Americani, che tramite i Prefetti, cercavano di osteggiare le forze di sinistra favorevoli al blocco Sovietico. Tutte le amministrazioni di ispirazione di sinistra vennero osteggiate a qualsiasi livello, favorendo la Democrazia Cristiana, che rappresentava in quel momento il baluardo antisovietico. Comincia la Guerra Fredda ed in Italia non si poteva più essere né di destra (che rappresentava l’ex partito Fascista e Monarchico) né di sinistra, perché ideologicamente vicini al blocco sovietico.

La nuova Amministrazione prova ora a cimentarsi con le problematiche locali, cercando di riattivare l’economia artigianale, boschiva ed edile. Si cerca di dare lavoro, in qualche modo, alle numerose persone disoccupate, e di risistemare gli uffici e gli archivi comunali.

Passando alla cronologia degli eventi tramite le delibere comunali:

 

G.C. 30) Cessione piante faggio ad alcuni cittadini. Lì 16/01/48.

  • Al sig. Gasbarri Agostino fu Giovanni ‘i Fagocchio’ (che costruiva carretti), 12 piante di faggio del diametro medio di centimetri 20/25 a ‘Valle di Cerro’ a pagamento e con stima della Forestale.
  • Al sig. Sansone Antonio di Sallustio 5 metri cubi di faggio gratuitamente, per ricoprire la stalla in località ‘Ara Botticelli’distrutta da un incendio.

“In quel periodo diversi furono gli incendi alle stalle e si organizzarono le ronde notturne dei cittadini per controllare eventuali piromani in azione”. Da ricordi di Cesta Orazio ‘Rasitt’.

“La stalla bruciò a dicembre ed il giorno dopo c’era un centimetro di neve sopra le ceneri. Quando c’erano gli incendi si sentivano suonare le campane a distesa”. Da fonte ricordi di Cesta Antonio ‘Ninitt’.

 

G.C. 31) Elenco dei Poveri.

 

G.C. 32) Concessione a diversi naturali della zona di ‘Colle dell’Abate’. Per ripristino naturalistico. Il colle sta a Canale sotto la ‘Torricella’. Da fonte: Manrico Pisegna ‘Manrich’.

 

G.C. 34) Utilizzazione frascame uso civico. Assegnazione ad industriali del fuoco, dietro compenso, per la cottura di fornaci di calce. (Peppe Giuliva) Da ricordi dei Moschettieri.

 

G.C. 37) Nomina medico condotto a Gaetano Scalese.

“Era di Napoli e si era laureato nel 1946, un bravo medico ed un uomo d’oro”. Da ricordi di Pisegna Cesidio ‘Diuccio’.

“Il Medico Scalese salvò un settimino facendo un’incubatrice  con una lampadina. Il bimbo poi sopravvissuto si chiama Cesile Gaetano ‘Ninotte’ (come il medico, in memoria e ringraziamento dello stesso)” Da fonte ricordi dei Moschettieri.

Il medico condotto era solito intervenire in qualsiasi ora ed in qualsiasi condizione. “Una notte di gennaio, Scalese, chiamato da una famiglia, uscì per andare a fare la visita a domicilio, ma incontrò diversi cani che gli ringhiarono, fece per prendere dei sassi, ma questi rimasero attaccati per il gelo al terreno. Da allora la frase dello stesso Dottore: “In questo Paese cani sciolti e sassi legati”. Da fonte ricordi di: Ercole Antonio ‘Titicch’”.

 

 

G.C. 38) Sfratto casetta asismica da adibirsi ad ambulatorio. La mezza casetta destinata era quella dove prima c’era l’asilo infantile (munita di bagno). L’ambulatorio non si realizzò ed il locale venne più tardi adibito a cinematografo.

G.C. 43) Incarico ad impresa Di Scenna Francesco. Per la riparazione del lavatoio di Fonte Vecchia, l’abbeveratoio di via Borgo e muri di sostegno di piazza ‘Ara dei Santi’ e ‘S. Rocco’.

Per muri si intendono i muretti parapetto che prima erano in pietra, sostituiti poi con le inferriate  quando sarà Sindaco Pietro Pisegna. Da fonte ricordi dei Moschettieri.

 

G.C. 44) Vendita materiale legnoso al bosco ‘Canale’. Al Cavaliere Pierino Grazia da Roma per 10 milioni. Furono ceduti 15 ettari di bosco con piante di faggio, da 400 a 1200 unità ad ettaro.

Finalmente si trova una corposa entrata per il Comune vendendo questo bosco. Non trovando però riscontro di questa ingente somma nel bilancio previsionale del 53, credo che in realtà questa vendita non sia stata effettuata.

 

C.C. 56) Nomina ufficio annonario. Si nomina Maussier Giuseppe ‘Zecchino’ al posto del defunto padre.

 

C.C. 62) Concessione cava di pietra. Al sig. Passalacqua Angelo in contrada ‘Torricella’ per un anno. “Era un autista di corriere ed in quel tempo abitava a Collelongo”. Da ricordi dei Moschettieri.

 

C.C. 78) Bilancio 1948 di 3.558 mila lire.

 

C.C. 79) Incarico riordino Archivio comunale. Al sig. Genchi ex segretario comunale in pensione.

 

C.C. nn) Svincolo depositi cauzionali. A ditta boschiva Ottavio Palombaro di San Venanzio Umbria, dei lotti: ‘Valle Canale’, Vallone  Scuro e Macchia S. Leonardo.

Probabilmente riguarda lavori fatti prima, perché non vedo entrate da lotti boschivi nei bilanci 46, 47 e 48.

  Note del tempo e foto:  

  • Il leader pacifista indiano Mohandas Karamchand Gandhi – noto come Mahatma Gandhi – è assassinato da un estremista indù.

·         Il segretario di Stato USA George Marshall, in un discorso all’Università di Berkeley, afferma che lo stanziamento di 176 milioni di dollari a favore dell’Italia sarebbe venuto meno nel caso di una vittoria elettorale delle sinistre in quel Paese, la DC vinse con il 49%. ·         Il 12 maggio viene eletto Presidente Luigi Einauidi. ·         Il 25 luglio Gino Bartali vince il suo secondo Tour de France. ·    Il 2 novembre alle elezioni presidenziali USA; Harry Truman sconfigge lo sfidante.  

    

avezzano t2

t4

1948
1948

avezzano t4

t5