Potenziamento dei servizi per artigiani e imprenditori e censimento degli immigrati. Il comandante Del Boccio scende in campo con De Angelis

Avezzano. Banda ultralarga nel nucleo industriale che agevoli nuovi insediamenti di artigiani e imprenditori ad Avezzano, maggiori servizi per chi vuole venire ad investire in città. Ma anche il decollo definitivo dell’interporto, che possa diventare finalmente centro di scambio merci, attivo e qualificato, punto di raccordo per lo stoccaggio delle merci e per il rilancio dell’economia del territorio, prettamente agricola.

Sono questi solo alcuni dei punti su cui promette di lavorare Antonio Del Boccio, candidato alla carica di consigliere comunale ad Avezzano, schierato nelle fila del candidato sindaco Gabriele De Angelis.

Comandante della polizia provinciale, Del Boccio si è messo in aspettativa dalla Provincia per affrontare la campagna elettorale nel rispetto della legge e senza interferenze con la sua attività lavorativa. Rimane invece in servizio, come comandante della polizia locale di Magliano de’ Marsi.

“Ci sono cose che ad Avezzano sono state promesse da decenni”, dice Del Boccio, che si prepara ad aprire una propria sede elettorale dove incontrerà i cittadini, “ma che non sono mai partite veramente, come l’interporto, che invece potrebbe davvero essere un punto di riferimento delle associazioni di categoria”.

Un altro punto essenziale del suo programma sarà quello legato all’immigrazione. “Ad Avezzano è ora che si inizi un censimento degli immigrati”, commenta, “che faccia in modo che si capisca quante persone vivono regolarmente e non in città. Solo in questo modo i cittadini possono sentirsi al sicuro e possono avere certezza di chi abita alla porta accanto. Solo con l’elaborazione di un quadro completo si avrà il controllo della situazione. In modo da riuscire a monitorare chi ha un lavoro, chi no, chi delinque, chi è censito dal servizio di raccolta dei rifiuti e tutto il resto”.

Commenti