Oltre dieci chili di droga sequestrati e tre arresti. I carabinieri scovano il centro di smercio degli stupefacenti della Marsica

Avezzano. Già da qualche ora è in corso un’operazione antidroga dei carabinieri della compagnia di Avezzano, agli ordini del capitano Enrico Valeri.

I militari hanno già recuperato un chilo di cocaina e dieci chili di hascish.

Nell’operazione sono impegnati i militari della stazione di San Benedetto dei Marsi con i marescialli Loreto Colabianchi e Giuseppe Cappiello, insieme a quelli del nucleo operativo del tenente Marco Mascolo.

Il blitz è scattato questa mattina dopo le indagini condotte da un nucleo speciale antidroga composto da militari provenienti dalle stazioni di Gioia, Ortucchio, Luco e San Benedetto. Questi militari per mesi hanno seguito gli spostamenti di un gruppo di uomini di origine marocchina che spacciano in tutto il territorio marsicano. Si tratta di marocchini che si muovono soprattutto nel Fucino, nell’area di Celano di Strada 14 e Borgo Ottomila.

Il centro smercio della droga, cocaina e hascisc, è stato scovato in via XX Settembre ad Avezzano, sopra delle attività commerciali che sono estranee ai fatti. Estraneo ai fatti è anche il proprietario dello stabile. La foto scattata è presa dalle immagini di Google Maps.

Sono ancora in corso decine di perquisizioni e in tanti in città si sono accorti dell’operazione dei carabinieri. Numerosi i militari impegnati. Al momento gli arresti sono tre ma non se ne escludono degli altri. La compagnia carabinieri di Avezzano non rilascia dichiarazioni pertanto per le generalità delle persone fermate e per i dettagli dell’operazione bisognerà attendere la nota stampa del comando provinciale.

AGGIORNAMENTO DELLE 16:40

LA NOTA INVIATA DAI CARABINIERI ALLA STAMPA CON I NOMI DEGLI ARRESTATI

Said YATIM-ENABI

Avezzano. La lotta al traffico di stupefacenti nella Marsica condotta dai Carabinieri della Compagnia di Avezzano prosegue senza sosta, e dopo gli arresti ed i recuperi di ingenti quantitativi di droga dei mesi scorsi, è stato conseguito un ulteriore risultato nella lotta allo spaccio: tre marocchini sono stati arrestati per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Finiti in manette questa volta Yassine KADIRI, classe 1995, Yatim Enabi Otman classe 1989 e Said YATIM-ENABI, classe 1987, tutti irregolari sul territorio nazionale, tutti domiciliati in un’abitazione di Avezzano.

(Said YATIM-ENABI era già stato arrestato il 29 dicembre del 2013 in una maxi operazione antidroga condotta dal Corpo Forestale, ndr).

La brillante operazione è stata condotta dai Carabinieri della Stazione di San Benedetto dei Marsi con il supporto del Nucleo Operativo di Avezzano e una unità antidroga del Nucleo Cinofili di Chieti.

I militari, nel corso di un disposto servizio di contrasto al traffico di droga condotto con l’Aliquota Operativa della Compagnia di Avezzano, dopo appostamenti ed osservazione, hanno individuato un’abitazione di Avezzano come possibile “magazzino” di stupefacente. Invisibili ai loro occhi, i Carabinieri hanno tracciato con abilità i movimenti degli stranieri senza destare sospetti e, una volta raggiunta la certezza che all’interno dell’immobile vi fosse occultata della droga, hanno proceduto alla perquisizione ed hanno rinvenuto, sapientemente occultati nella mobilia di un mansarda in uso ai tre stranieri, svariati panetti di hashish per oltre 10 kilogrammi complessivi e circa 600 grammi di cocaina ad altissimo grado di purezza e pronta ad essere “tagliata” ed immessa sul mercato. Gli stranieri venivano dichiarati in stato d’arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano, sono stati tradotti in carcere.

Commenti