Acconciatori Cna: ridurre l’Iva, combattere l’abusivismo

Ritratto di Redazione contenuti
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF

Avezzano. L’avezzanese Teodori nuovo presidente regionale dell’Unione Benessere e sanità.
Recepire l’indicazione dell’Ecofin di ridurre l’Iva al 10% sulle prestazioni degli acconciatori, estendendo la misura anche al mondo delle estetiste. Combattere duramente il diffuso abusivismo che dilaga all’interno della categoria. Introdurre anche in Italia misure di carattere europeo, come “l’affitto del posto di lavoro”.

Sono le indicazioni scaturite dall’assemblea regionale dell’Unione Benessere e sanità della Cna abruzzese, riunita a Pescara nel pomeriggio di lunedì 14 settembre, che ha provveduto tra l’altro alla nomina del nuovo presidente: una scelta caduta su Tonino Teodori, ex presidente della Cna provinciale di Avezzano, che prende il posto dell’uscente Giovanni Melideo. Secondo gli operatori aderenti alla Cna, spiega responsabile regionale Renato Giancaterino, «una spinta alla ripresa di un settore in forte debito d’ossigeno potrebbe arrivare dall’introduzione anche in Italia della misura approvata nel marzo scorso dai ministri dell’Economia e delle finanze dei 27 paesi membri dell’Unione europea, che hanno deciso di ridurre al 10%, dall’attuale 20% l’Iva sulle prestazioni degli acconciatori». «Una misura – sottolineano ancora gli operatori della Cna – che andrebbe ulteriormente estesa al mondo delle estetiste».
Ancora, indice puntato sulla piaga diffusa dell’abusivismo: «Un mondo sommerso – argomenta il neo presidente Teodori – che sottrae ogni anno all’Erario risorse imponenti, e che introduce soprattutto una concorrenza sleale e selvaggia nei confronti dei tanti operatori che invece operano regolarmente». Dall’assemblea pescarese, infine, è arrivata anche la richiesta di introdurre misure innovative, in vigore già in Paesi come l’Inghilterra e riconosciute ufficialmente a livello europeo, come il cosiddetto “affitto del posto di lavoro”: uno strumento, oggi vietato, che consentirebbe a tanti artigiani del settore di poter cedere ad altri colleghi, che ne siano sprovvisti, spazi e strutture propri.

Ultimi commenti

la situazione della Cartiera è stata creata dagli stessi lavoratori che avendo il secondo...
mostra
Bella prova della Donna! Si fugge perché si ha la coscienza sporca...alcool o droga,...
mostra
E' l'ignominia per politici e sindacati!
mostra
tutti con la zappa c'ha ci stanno tante terre sode ...
mostra
Evidentemente è finito il tempo delle vacche grasse! Si doveva toccare il fondo per...
mostra
Il prossimo anno toccherà alla Micron ? Ogni estate se ne chiude una .... qui è il...
mostra

Dalle nostre vetrine

Approfitta di queste offerte