Riserva Naturale Zompo Lo Schioppo

Ritratto di Redazione contenuti

Posizione

Italia
41° 51' 39.5856" N, 13° 26' 11.8428" E
Il clima dell'area è riferibile a quello della regione temperata. Questa condizione climatica è resa più favorevole dalla conformazione della Valle Roveto, in cui la riserva è situata, percorsa dall'alto corso del fiume Liri, limitata ad occidente dalla catena dei Simbruini-Ernici, chiusa ad oriente da un crinale montuoso che la separa dalla piana del Fucino, tale esposizione favorevole permette la vita di numerose specie di animali ed inoltre l'escursionista attento percorrendo la linea di cresta potrà imbattersi in un cippo dell'antico confine tra lo Stato Pontificio e il Regno di Napoli, ancora ben conservato.



 

Estensione dell'area

1025 ettari.

Fauna

Orso Bruno, Lince, Cervo, martora, sparviero, Aquila reale, capriolo, Tasso, istrice e molte altre specie

Flora

Fra le tante specie spiccano il faggio, molte specie di orchidee, castagno, quercia e maggiociondolo.

Punti di interesse

Cascata del fiume Schioppo.

Ecomuseo di Grancia.

Faggeta e eremo della M. del Cauto.



Numeri ed indirizzi Utili

Tel 0863978809

Sito Ufficiale

mail: info@schioppo.aq.it



LA RISERVA IN BREVE

 

A forma di ampio anfiteatro morenico, nella parte centrale dell'Appenino Abruzzese, si innesta la valle montana della Riserva Naturale "Zompo lo Schioppo", che occupa una superficie di 1025 ettari interamente ricadente nel comune Marsicano di Morino. La Riserva prende il nome da una cascata che si ammira nei mesi primaverili, che con un salto (zompo appunto) di 80 metri, risulta essere la più alta dell'Appennino tra quelle naturali.

 



 

La Riserva è vicina al bacino della Marsica è collocata in un contesto di aree naturali protette che le conferiscono un'importanza notevole, essa è infatti in diretta connessione con il Parco Nazionale d'Abruzzo e ciò permette a molte specie di animali di potersi spostare all'interno del sistema abruzzese di parchi e riserve utilizzando dei corridoi naturali e sicuri, in quanto protetti.

 

Il clima dell'area è riferibile a quello della regione temperata. Questa condizione climatica è resa più favorevole dalla conformazione della Valle Roveto, in cui la riserva è situata, percorsa dall'alto corso del fiume Liri, limitata ad occidente dalla catena dei Simbruini-Ernici, chiusa ad oriente da un crinale montuoso che la separa dalla piana del Fucino, tale esposizione favorevole permette la vita di numerose specie di animali ed inoltre l'escursionista attento percorrendo la linea di cresta potrà imbattersi in un cippo dell'antico confine tra lo Stato Pontificio e il Regno di Napoli, ancora ben conservato.

 
Immagine mappa: 

Dalla Terza pagina

Un eroe nella Marsica 3

di Massimo Basilici

In precedenti articoli pubblicati su questo sito web, si è parlato della figura di don Giuseppe Morosini. In questa nota sono fornite delle ulteriori...

L'uccello metaforico

di Pietro Maccallini

Il significato volgare del termine uccello è una delle più subdole mistificazioni operate dal linguaggio nei confronti di noi poveri...

I resti di una civiltà nel portale di S. Sabina a S. Benedetto dei Marsi

di Silvia Terra-Abrami

Dall'estrema rovina dell'edificio resta soltanto la parte inferiore della facciata ed il portale, il più maestoso fra quelli che nelle...

Serafino de’ Giorgio e la spedizione marsicana nell’Agro romano del 1867

Di Fiorenzo Amiconi

Per la sua posizione geografica, il territorio di confine tra Abruzzo e Lazio costituì uno dei teatri principali delle battaglie tra i sostenitori del nuovo...

Dioniso Mione

Di questo personaggio, purtroppo, al momento abbiamo solamente due documenti: uno è conservato presso l'archivio della Diocesi dei Marsi in Avezzano e l'altro è conservato presso l'Archivio...

La Zurla (cap. II)

LA FILATTERA
Senz’altro una delle più antiche e suggestive manifestazioni folcloristiche che fino a pochi decenni fa si svolgevano a Cerchio erano le “...

Racconti di vita vissuta a fine 800 a Villavallelonga

Traguardi d'una volta: mai più raggiungibili ! Molti anni fa in quel di Villavallelonga spirò un vecchio di novantacinque primavere : uno come tanti, vissuto sempre nella...

Ultimi commenti

Ringrazio l'arma dei carabinieri
mostra
In effetti non si capisce a che titolo debbano percepire emolumenti questi signori a...
mostra
VERGOGNA!!!! C'è chi non può neanche permettersi di acquistare scarpe da 50 euro e...
mostra
....avete dimenticato di scrivere che il comandante dei vv uu nel feattempo è stato...
mostra
Scegliete Voi chi è il Peggiore!!! Accozzaglia Politica Nazionale!! che nel tempo...
mostra
Che spettacolo !
mostra

Approfitta di queste offerte