BannerPromo25.jpg

Monte Salviano, l'eden delle piante officinali

Ritratto di Redazione TM

Oltre 500 specie, il sindaco: un volume per valorizzarle

Avezzano - Monte Salviano, un habitat ideale per le piante officinali. L'area protetta “custodisce” oltre 500 specie di flora spontanea, molte rare: un orto botanico naturale. La scoperta di quel ricco patrimonio naturalistico, opera di Frate Domenico Palombi, una vita spesa nello studio della flora, autore dei libri sulle erbe (Alla riscoperta della medicina dei semplici”; “L'erbario del Salento”; “Flora officinale Ernica e Simbruina”) sarà la base di uno studio scientifico finalizzato a catalogare le piante presenti sul Monte Salviano da  realizzare un volume ad hoc, finanziato dal Comune, contenente descrizione, foto, habitat e proprietà officinali delle specie compreso una mostra finale di alcune piante essiccate. Opera da vendere con l'incasso destinato a finanziare progetti sociali o altri studi scientifici per la cura di malattie rare.

Il là al progetto è scattato in Municipio dove Fra Domenico ha illustrato al sindaco l'enorme patrimonio floristico nell'area del Salviano. “Questa collaborazione con Fra Domenico, che ringrazio per il primo lavoro di ricerca e la disponibilità a catalogare e far conoscere questo eccezionale patrimonio naturalistico”, afferma Giovanni Di Pangrazio, “rafforza il piano di sviluppo dell'area protetta legato alla valorizzazione della flora. Qui potremo realizzare un orto botanico naturale protetto per far conoscere agli studenti le numerose piante presenti sul Monte Salviano, nonché il principio di sostenibilità ambientale e le tecniche di essiccazione delle piante”.

Nel tour alla scoperta della flora sul monte Salviano, nel cuore pulsante della Riserva naturale, Fra Domenico (accompagnato da Maurizio Di Brizio, una guida locale esperta), oltre ad evidenziare la presenza delle centinaia di specie, ha segnalato “alcune zone ricchissime di piante officinali e rare da tutelare e destinare a percorsi didattici”.  Operazione che potrebbe dare nuova linfa alle attività del Cea (Centro di educazione ambientale) della Riserva regionale (gestita dall'associazione  Ambiente e/è Vita e coordinata da Brunella D'Alessandro) e aprire le porte a nuovi progetti di sviluppo dell'area attraverso la valorizzazione di quel ricchissimo patrimonio naturalistico custodito nello scrigno del Monte Salviano. E chissà se un domani, sulla scia della Certosa di Trisulti, il monastero di Collepardo (Fr) dove vive  il frate di origine rovetane,  la flora del Salviano non apra nuove frontiere per lo sviluppo di iniziative o progetti legati a quel fantastico mondo che circonda il Santuario della Madonna di Pietraquaria.

Aggiungi un commento

Scrivi in questo form il tuo commento
Antispamming
Questo test serve a determinare che sei una persona e non un programma.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Ultim'ora

La Swingamo Band ad Ovindoli

Ovindoli - Sabato 19 aprile dalle ore 19:00 al Camoscio di Ovindoli serata swing con la formazione abruzzese della...

Successo per il corso gratuito sulla disostruzione pediatrica

Canistro - Ha riscosso un notevole successo il corso gratuito tenutosi nella sala consiliare del comune di Canistro dal...

Foccillo (Uil) in Abruzzo per cittadinanza onoraria a Sante Marie

Sante Marie - Antonio Foccillo, leader nazionale confederale della Uil, sarà in Abruzzo per ricevere la cittadinanza...

Rappresentazione della “Passione di Gesù ” a Pero dei Santi

Pero dei Santi - Si è svolta domenica 13 aprile a Pero dei Santi, nella Chiesa di San Lidano Abate, la rappresentazione...

Barriere architettoniche, incontro con sub Commissario, Medici e Disabili

Regione - “L’impegno della struttura commissariale è garantire il diritto alla salute e alle cure di tutti i cittadini...

Colto da malore mentre semina, muore agente della Forestale

Tagliacozzo - Colto da un malore, agente forestale si accascia al suolo e muore.

Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, arrestato

Avezzano - In manette per pregressi reati inerenti la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Le spiagge abruzzesi dicono sì a “Fido”

Le spiagge abruzzesi dicono sì a “Fido”

Regione - 'Andare al mare con cani e gatti da ora, in Abruzzo, si può'. Il Consiglio regionale, infatti, ha da poco...

Ultimi commenti dei lettori

Chi controlla il rispetto delle norme igienico sanitarie? E la museruola? Il rispetto...
COMPLIMENTI AGLI AVVOCATI ALESSANDRO FELLI E STEFANIA ANTIDORMI!
Al di la dei soliti discorsi sull'orso, sulla sua presenza e sul conflitto perenne...
Mah..... se lo dici tu deve essere vero. CiAAAAo
Doveva venire un altra persona al ex ospedale di PESCINA ed è venuto un altro ma fanno...

Promozioni dal Network di Terre Marsicane

Crea la tua lista di nozze da Manifattura Pedata Materassi
Vedi dettagli
Promo Tagliando auto da Powertech
Vedi dettagli
Offertissima Batteria Elettronica Yamaha - 15%
Vedi dettagli
Appartamento in classe "A" con giardino esclusivo
Vedi dettagli
Stufe ad accumulo: un calore... solare
Vedi dettagli
Pacchetto "denti sani" + prova Dermal RF - Studio Odontoiatrico Dottor Francesco De Medicis
Vedi dettagli