Wikipedia racconta gli omicidi di Paris e Berardicurti

Ritratto di Francesco Vassallo
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF

Da oggi, infatti, e' presente sul web una pagina che racconta l'omicidio di Celano del 30 aprile 1950, in cui morirono i due braccianti innocenti

Celano - Wikipedia, la piu' importante enciclopedia on-line, raccontera' un pezzo importante della storia del nostro territorio. Da oggi, infatti, e' presente sul web una pagina che racconta l'omicidio di Celano del 30 aprile 1950, in cui morirono due braccianti innocenti: Agostino Paris, di anni 45 e Antonio Berardicurti, di anni 35.

"Da tempo, insieme anche alle istituzioni, ci occupiamo di mantenere vivo il ricordo di quel fatto tragico che ha segnato la storia della nostra Citta' - dichiarano Ermanno Natalini, Massimiliano Di Pizio e Francesco Della Costa, che hanno ideato e creato la pagina - quest'anno, per celebrare il 63esimo anniversario dell'eccidio abbiamo deciso di affidare la memoria alla rete e lo abbiamo fatto con l'enciclopedia on-line piu' letta, sicuri di raggiungere al meglio, usando il loro linguaggio ed il loro principale strumento, le giovani generazioni e i tanti utenti che quotidianamente navigano su internet".

Dalla pagina Wikipedia appena creata si legge: "Quella sera del 30 aprile 1950, in piazza IV Novembre qualcuno sparo', per vendetta e rappresaglia contro questa conquista dell'unita' dei lavoratori". Cosi' inizia la ricostruzione a caldo dell'accaduto da parte de' L'Unita', che usci' in edizione straordinaria il 2 maggio per testimoniare l'eccidio.

"Senza che un solo gesto venisse fatto dai contadini, che continuavano a parlare raccolti in gruppi, e senza alcun preavviso, i carabinieri improvvisamente aprivano il fuoco. I contadini si gettavano ventre a terra, cercando di evitare i colpi. Contemporaneamente, dal lato opposto della piazza, altri colpi d'arma da fuoco venivano esplosi dai fascisti, individuati dai contadini. la sparatoria si prolunga per qualche minuto. Questa, ancora, la ricostruzione di Luigi Pintor su l'Unita'. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri, invece, la ressa dei braccianti fuori del Palazzo Comunale aveva indotto i militari a sparare in aria, per disperdere la folla. Nella confusione generale, stando alle testimonianze, alcuni esponenti del MSI locale, insieme a delle guardie di Torlonia, fecero fuoco sulla folla e in un attimo la piazza fu sconvolta dagli spari e dalle urla. Agostino Paris, che si trovava in un gruppo distante non meno di settanta metri dai carabinieri, cadeva in una pozza di sangue, cosi' Berardicurti".

Ultimi commenti

Una testimonianza degna di rispetto ma rispecchia la situazione di decine di migliaia di...
mostra
Sono assolutamente d'accordo con Mario
mostra
questa situazione,parliamoci chiaro e'figlia di 70 anni di mentalità...
mostra
La crisi? date uno sguardo anche qui: http://www.crisitaly.org/cat/perdita-posti-di-...
mostra
Caro Giovanni, capisco la tua situazione, ma almeno tu hai lavorato per 34 anni e prima...
mostra
Dove sono i nostri politici marsicani, e parlo di tutti gli schieramenti, stanno...
mostra

Approfitta di queste offerte