Giovani abruzzesi, dieci milioni per assunzioni a tempo indeterminato

Ritratto di Francesco Vassallo
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF

L'assessore al Lavoro Paolo Gatti: "Un segnale forte per contrastare la disoccupazione giovanile"

Regione - E' stato pubblicato l'avviso "Giovani (in)determinati" che prevede due opzioni: assunzione immediata o dopo un tirocinio di 4 mesi per accedere ai 15 mila euro in bonus assunzionali per immettere nel mercato del lavoro abruzzese giovani dai 18 ai 35 anni qualificati (diplomati e laureati) con contratti a tempo indeterminato. 

L'avviso pubblico "Giovani (in)determinati" inserito come progetto speciale nel Piano Operativo 2010/11/12 del Fondo Sociale Europeo 2007-2013 e finanziato con 10 milioni di euro, è stato presentato questa mattina a Pescara dall'assessore al Lavoro, Paolo Gatti. L'avviso prevede la creazione di due long list presso i Centri per l'Impiego, una di giovani diplomati e un'altra di giovani laureati fra i 18 e 35 anni.

Le aziende partecipanti all'avviso potranno attingere da queste due liste per attivare assunzioni dirette a tempo indeterminato di uno o più giovani usufruendo di un bonus assunzionale di 15.000 euro per ogni giovane assunto o per attivare un tirocinio di 4 mesi di uno o più giovani finanziato al 50% (1.200 euro) in caso di cessazione del rapporto allo scadere dei 4 mesi, oppure finanziato con 15.000 euro in caso di assunzione a tempo indeterminato dopo i quattro mesi di tirocinio.

"Contrastare la disoccupazione giovanile, abbattere la precarietà del mercato del lavoro, dare sostanza al principio del merito incentivando l'assunzione a tempo indeterminato di capitale umano qualificato". Sono gli obiettivi del progetto illustrati da Gatti. Giovani (in)determinati è nato con il riacutizzarsi della crisi occupazionale ed economica per dare riposte concrete a queste tre esigenze del mercato del lavoro italiano ed abruzzese. "Alle aziende - sottolinea l'assessore - offriamo l'opportunità di rafforzare il proprio capitale umano immettendo giovani forze di alto profilo, con un duplice canale di opportunità.

Oltre all'assunzione diretta, infatti, abbiamo immaginato di offrire loro l'opportunità di scegliere se legarsi ai giovani lavoratori a tempo indeterminato solo dopo un periodo di prova di 4 mesi attraverso la modalità dl tirocinio, che sarà comunque incentivato anche in caso di mancata assunzione.

Ai ragazzi diamo l'occasione di dimostrare sul campo, attraverso la prova del tirocinio, la loro determinazione a voler conquistare davvero un posto di lavoro a tempo indeterminato. Inoltre, - prosegue - mandiamo un segnale culturale e di fiducia alle famiglie e ai giovani che si impegnano nello studio: anche in Abruzzo ci può essere l'opportunità di un lavoro non precario e in linea con le proprie propensioni, i propri talenti e le proprie aspettative.

Ci auguriamo che con questo progetto la nostra Regione possa diventare un laboratorio per il contrasto alla disoccupazione giovanile. Abbiamo immaginato e ora concretizziamo autonomamente politiche per il sostegno all'occupazione giovanile che coincidono, di fatto, con quelle che anche a livello nazionale il Governo Monti vorrebbe realizzare attraverso il decreto sviluppo del Ministro Passera. La Regione è fiduciosa che al termine di questa iniziativa si possano creare almeno 700 stabili opportunità di lavoro per altrettanti giovani e meritevoli abruzzesi".

Ultimi commenti

Lo stabilimento verrà riconvertito , produrrà carta pesta.....sveglia ragazzi!
mostra
Siamo stati feudo e restiamo feudo, periferia d 'Italia, terra in cui si percepisce...
mostra
Tutti all' estero...qui si muore
mostra
Vi hanno illuso un'altra volta....togliete deleghe ai sindacati ...hanno permesso di...
mostra
Dopo un paio di anni di lenta agonia è venuta a mancare la carriera di Avezzano.tagli...
mostra
Leggendo questo commento mi rendo conto di quanto sia calzante l´espressione "senza...
mostra

Dalle nostre vetrine

Approfitta di queste offerte