Regione e Pmi, il nuovo contratto

Ritratto di Marco Ciaffone
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF

Regione - Le associazioni che rappresentano artigiani e Pmi e le sigle sindacali hanno sottoscritto il nuovo contratto di lavoro integrativo per l'Abruzzo. Il documento interessa l'80% circa delle imprese edili della Regione per un numero che sfiora i 30mila addetti. La firma è stata apposta da Cna Costruzioni, Confartigianato e Acai con le organizzazioni sindacali di settore di Cgil, Cisl e Uil.

È previsto un aumento di 30 euro mensili per il terzo livello: un beneficio destinato ad appesantire la busta paga, visto che i lavoratori percepiranno questa somma quasi per intero. Un aggravio di costi che le imprese potranno compensare grazie ad una massiccia riduzione dei costi di Edilcassa. Il nuovo contratto prevede anche per le aziende "virtuose" la possibilità di accedere ad un premio pari alla metà del contributo di gestione di Edilcassa, pari all'1,5% del costo del lavoro. 

Ultimi commenti

R.I.P.
mostra
Caro lettore. Sono uno scolaretto perché sto continuando a studiare, dunque hai ragione....
mostra
Articolo autocelebrativo.. sembra fatto da uno scolaretto che vuol dimostrare quanto è...
mostra
caro matteo vieni a vivere a luco e poi ne riparliamo,quello che io vedo tutti i giorni a...
mostra
Ma apparte chiacchiere ci sta ancora un grappolo di palle nella marsica.
mostra
non si vive piu l italia e finita per colpa ki lo governa e noi siamo gli responsabili
mostra

Dalle nostre vetrine

Approfitta di queste offerte