Avezzano-Roma, nuovi treni "in partenza"

Ritratto di Marco Ciaffone
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF

Presentato nella capitale un piano che vede l'eliminazione di alcune fermate e un aumento del 6% dei convogli. Il nuovo assetto a parte il prossimo 10 giugno

Regione - I disagi dei pendolari marsicani che viaggiano verso Roma sono ormai da anni al centro di proteste, mobilitazioni, creazioni di comitati e iniziative in sede istituzionale. La speranza è che qualcosa possa migliorare grazie al nuovo modello di esercizio della linea ferroviaria Fr2 Roma-Tivoli-Avezzano presentato nella mattina di venerdì in una nuova area della capitolina stazione Tiburtina. L'obiettivo è quello di garantire percorsi più lunghi e più confortevoli per chi utilizza il "servizio metropolitano". Dal 10 giugno, sulla linea in questione, nei giorni feriali, viaggeranno 87 treni al posto degli attuali 82; i posti disponibili aumenteranno del 7,4%, passando da 54 mila a 58 mila.

A presentare il piano l'assessore alla Mobilità abruzzese Giandomenico Morra, l'assessore ai Trasporti del Lazio, Francesco Lollobrigida, il direttore regionale di Trenitalia Lazio, Aniello Semplice e il direttore regionale di Trenitalia Abruzzo, Cesare Augusto Spedicapo.

Il nuovo modello vede l'offerta ferroviaria suddivisa su tre livelli: un servizio di breve e brevissima distanza (Tivoli e Lunghezza) a carattere suburbano e urbano con due linee di percorso e fermate capillari nel territorio, un servizio di distanza medio-lunga (Avezzano) che esclude le fermate del servizio metropolitano e un servizio sovraregionale e veloce a lunga distanza (Sulmona-Pescara) con poche fermate.

Morra ha spiegato che l'eliminazione di alcune fermate dovrebbe rendere più veloce l'ingresso a Roma, mentre vengono aggiunti treni specifici per il pendolarismo degli studenti.

Il piano - Nella sostanza, si tratta della prima attuazione del protocollo d'intesa che Abruzzo e Lazio avevano sottoscritto nel settembre scorso. Per l'Abruzzo la nuova integrazione dei trasporti su ferro con il Lazio significa rinnovata offerta sulla Pescara-Roma, in particolare sulla Roma-Avezzano. A cominciare dalla nuova coppia di treni da Roma Tiburtina con partenza alle ore 10.33 e arrivo a Pescara alle ore 15.35 e da Pescara (ore 18.15) per Roma Termini (ore 22.25), a cui si aggiunge la nuova corsa che parte da Roma Tib. alle ore 20.50 e arriva ad Avezzano alle 22.50. Per gli studenti pendolari, è stato cancellato il Tivoli-Avezzano e sostituito con il Carsoli (ore 7.25)-Avezzano (ore 8.03).

"Il passaggio è importante - ha evidenziato Giandonato Morra - perché dopo anni vengono previsti nuovi treni in ragione delle esigenze dei pendolari, lavoratori e studenti. L'aver accolto parte delle richieste dei pendolari - aggiunge - è uno degli elementi di novità del nuovo 'patto' stretto con il Lazio, a completamento di quella politica dell'attenzione che la Regione ha avviato nei confronti dei pendolari come messaggio di fiducia dopo anni di difficoltà. È un modello pensato nella globalità del trasporto regionale, che cerca di abbandonare i localismi che caratterizzano la politica del trasporto pendolare".

Avezzano-Sulmona - Novità dal nuovo modello di mobilità Abruzzo-Lazio arrivano anche per Avezzano-Sulmona, il cui treno delle 13.44 è stato ritardato alle 14.40 e il trasporto degli studenti sarà assicurato dal nuovo treno in partenza da Avezzano alle ore 14.07. Sempre su questa linea, "per migliorare la distribuzione dell'offerta di trasporto", il treno Sulmona-Pescara delle 15.17 è stato posticipato alle 16.14. Novità anche per la linea che dall'interno si affaccia sulla dorsale adriatica: il treno Teramo-Chieti delle 15.50 è stato prolungato fino a Sulmona, per aumentare le possibilità di rientro pomeridiano di pendolari e studenti, mentre il treno Chieti-Teramo delle 17.40 con il nuovo orario avrà origine da Sulmona con partenza alle 16.56.

"Ma le buone notizie - sottolinea l'assessore ai Trasporti - non arrivano solo dall'istituzione di nuovi treni, ma anche dalla riduzione dei tempi di percorrenza quantificati in una media di 20 minuti con punte di 26 e 32. Il risultato è per certi versi straordinario se si pensa che la politica del trasporto regionale negli ultimi anni ha dovuto fare i conti solo con riduzioni e appesantimento del servizio". L'assessore Morra ha poi voluto mettere l'accento anche sulle ipotesi di investimento per le ferroviere regionali. "Abbiamo nella disponibilità immediata 100 milioni di euro derivanti dal sisma e su questi abbiamo progettato la realizzazione del Ctc di Sulmona che governerà tutta linea fino a Guidonia, con ulteriore riduzione dei tempi di percorrenza, mentre sempre sul fronte dei tempi il raddoppio della Lunghezza-Guidonia, i cui lavori Trenitalia mi ha assicurato verranno presto affidati, rappresenterà un vero e proprio punto di svolta".

Avezzano-Roccasecca - Sulle altre linee regionali, Sulmona-L'Aquila e Avezzano-Roccasecca, l'offerta rimarrà invariata, mentre Trenitalia ha confermato la sospensione del servizio in estate per manutenzione delle linee per la Avezzano-Roccasecca dal 15 luglio al 9 settembre e per la Sulmona-L'Aquila dal 30 luglio al 26 agosto, dopo l'intervento per quest'ultima linea della Regione nei confronti di Trenitalia che voleva sospendere il servizio anche in questo caso dal 15 luglio al 9 settembre. 

Ultimi commenti

Auguri Direttore !!!!!
mostra
Mi sto dedicando, da tempo, prestando la massima attenzione a tutto quanto, definito in...
mostra
Volevo dire al sig. Maurizio se si ricorda della vicenda di radio vaticana connessa ai...
mostra
Siccome noi non la conosciamo rispetto innanzitutto!!... "questa gente" "i...
mostra
Contento il condominio che avrà una bella entrata al mese.
mostra
vieni tu a fare una bella lezione di tecnologia ambientale ed architettonica a questa...
mostra

Dalle nostre vetrine

Approfitta di queste offerte