BannerPromo25.jpg

Il camoscio "premia" Opi e Civitella

Ritratto di Ferdinando Mercuri

Il Progetto “Life Coornata” ha l’ambizioso obiettivo di raddoppiare la popolazione del camoscio sull’Appennino a cominciare dal nucleo storico del Parco d’Abruzzo, dove il numero massimo di camosci osservati nel corso del conteggio nel 2011 è di 530 con ben 131 capretti, i piccoli nati nell’anno.

Pescasseroli - “La conservazione della natura si fa con le comunità locali”, per questo sono state premiate da Legambiente le amministrazioni di Opi e Civitella Alfedena, per il loro impegno nella protezione del camoscio. E la notizia di un certo rilievo è che la “rupicapra ornata” è più lontana dal rischio di estinzione. L’ha certificato lo IUCN, l’Unione mondiale per la conservazione della natura che ha cambiato nella sua Red List, lo status dell’animale declassandolo da “in pericolo” con possibilità di estinzione del 20% nelle prossime cinque generazioni, a “vulnerabile” con probabilità di estinzione del 10% nei prossimi 100 anni. Oggi la popolazione di camoscio la possiamo trovare nell’intero massiccio centrale dell’Appennino con circa 1500 esemplari.

 “E questo - ha sottolineato il direttore Febbo - grazie all’impegno e alla generosità del Parco d’Abruzzo che 20 anni fa lanciò l’Operazione Camoscio, un progetto conservazionistico tra i più importanti dell’Italia dei Parchi, regalando alcuni esemplari della Val di Rose ad altri parchi, per ripopolare le montagne del Gran Sasso, della Maiella, dei Sibillini.”. Ma qualcuno dei presenti (e il vostro cronista) ricorda che il primo camoscio nato in cattività fu “Giovannino”, nel lontano 1982, nell’allora area faunistica del Camoscio d’Abruzzo di Bisegna. E proprio da lì parti l’operazione “Camoscio alla Maiella”.

Le buone notizie sul prezioso ungulato arrivano dal “Camoscio Day”: la manifestazione organizzata dal Parco in collaborazione con Legambiente, a Civitella Alfedena. Il tutto nell’ambito del progetto “Life Coornata” della Comunità Europea per valorizzare nei 20 anni del Life, i 20 anni di impegno dei parchi appenninici per la conservazione della specie. Molto importante fra le azioni del Life è quella che vede il censimento del bestiame domestico che frequenta l’areale del camoscio. In collaborazione con gli allevatori, i servizi veterinari della ASL e gli IZS di Abruzzo e Molise, è stata avviata la vaccinazione di mucche, pecore e cavalli, contro il contagio di malattie parassitarie che possono risultare pericolose per la salute del camoscio.

Al "Camoscio Day" erano presenti: il direttore del Parco Dario Febbo, i sindaci di Opi, Berardino Paglia e di Civitella Alfedena, Flora Viola, il responsabile nazionale Aree Protette di Legambiente, Antonio Nicoletti, i biologi e veterinari del Servizio Scientifico del Parco. Oggi la popolazione di camoscio la possiamo trovare nell’intero massiccio centrale dell’Appennino con circa 1500 esemplari.

Prossimamente, i camosci arriveranno anche sulle cime del Parco regionale Sirente-Velino e, questa volta sarà il Parco della Maiella a regalare i suoi camosci. 

Aggiungi un commento

Scrivi in questo form il tuo commento
Antispamming
Questo test serve a determinare che sei una persona e non un programma.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Ultim'ora

Le spiagge abruzzesi dicono sì a “Fido”

Le spiagge abruzzesi dicono sì a “Fido”

Regione - 'Andare al mare con cani e gatti da ora, in Abruzzo, si può'. Il Consiglio regionale, infatti, ha da poco...

Cambiamenti nella disposizione della processione del Venerdì Santo

Cambiamenti nella disposizione della processione del Venerdì Santo

Celano – Siamo ormai immersi nei tanti culti della Settimana Santa che, in tutta la Marsica, sappiamo bene, sono...

Focaracci, cataste fuorilegge rimosse dal Comune

Avezzano - Fuochi “ecologici” in onore della Madonna di Pietraquaria: per conciliare la secolare tradizione dei falò...

La 'ricetta della nonna' assegna l'Oscar a Cerchio

Avezzano – Brillante conclusione per l’ottava edizione del concorso itinerante: “scopri la ricetta della nonna”.

“Pensaci, non con la testa, ma con il cuore”; l'Avis Avezzano promuove l'importanza della donazione

“Pensaci, non con la testa, ma con il cuore”; l'Avis Avezzano promuove l'importanza della donazione

Avezzano – L'Avis di Avezzano, di cui è presidente Ubaldo Innocenzi e della sezione giovani, nonchè coordinatore...

Elezioni, voto a domicilio per gli infermi gravi

Avezzano - Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità: per esercitare il diritto sancito dalla...

Vigili del Fuoco; i sindacati: "c'è poco da esultare, con questi numeri soccorso a rischio"

Avezzano - In merito alle notizie sul presunto dietrofront del Ministero dell'Interno sull'organico dei Vigili del...

La MixedMartialArts.it continua a vincere

Avezzano - Nei giorni scorsi la delegazione della Asd Mixedmartialarts.it è stata protagonista di due grandi eventi; il...

Ultimi commenti dei lettori

Al di la dei soliti discorsi sull'orso, sulla sua presenza e sul conflitto perenne...
Mah..... se lo dici tu deve essere vero. CiAAAAo
No: è sufficiente che tu esca sull'uscio di casa che l'orsa, vedendoti, si da a...
Se ti arrivano davanti al cancello di casa fu prega ed esponi il crocefisso vedrai che se...
ma chi sei minor? questi parlano dei nostri avi ma non sanno delle chiese gremite e con...

Promozioni dal Network di Terre Marsicane

Raddoppia la sicurezza spendendo la Metà! Super Offerta sistemi anti intrusione! 40% di sconto su preventivi entro il 30 aprile 2014. Ferma il Prezzo!
Vedi dettagli
Sconto immediato di 10 € !!!
Vedi dettagli
Promo Tagliando auto da Powertech
Vedi dettagli
Revisioni APRILE 2014
Vedi dettagli
Speciale pareti da Costruzioni generali
Vedi dettagli
Pacchetto "denti sani" + prova Dermal RF - Studio Odontoiatrico Dottor Francesco De Medicis
Vedi dettagli