BannerPromo25.jpg

Il camoscio "premia" Opi e Civitella

Ritratto di Ferdinando Mercuri

Il Progetto “Life Coornata” ha l’ambizioso obiettivo di raddoppiare la popolazione del camoscio sull’Appennino a cominciare dal nucleo storico del Parco d’Abruzzo, dove il numero massimo di camosci osservati nel corso del conteggio nel 2011 è di 530 con ben 131 capretti, i piccoli nati nell’anno.

Pescasseroli - “La conservazione della natura si fa con le comunità locali”, per questo sono state premiate da Legambiente le amministrazioni di Opi e Civitella Alfedena, per il loro impegno nella protezione del camoscio. E la notizia di un certo rilievo è che la “rupicapra ornata” è più lontana dal rischio di estinzione. L’ha certificato lo IUCN, l’Unione mondiale per la conservazione della natura che ha cambiato nella sua Red List, lo status dell’animale declassandolo da “in pericolo” con possibilità di estinzione del 20% nelle prossime cinque generazioni, a “vulnerabile” con probabilità di estinzione del 10% nei prossimi 100 anni. Oggi la popolazione di camoscio la possiamo trovare nell’intero massiccio centrale dell’Appennino con circa 1500 esemplari.

 “E questo - ha sottolineato il direttore Febbo - grazie all’impegno e alla generosità del Parco d’Abruzzo che 20 anni fa lanciò l’Operazione Camoscio, un progetto conservazionistico tra i più importanti dell’Italia dei Parchi, regalando alcuni esemplari della Val di Rose ad altri parchi, per ripopolare le montagne del Gran Sasso, della Maiella, dei Sibillini.”. Ma qualcuno dei presenti (e il vostro cronista) ricorda che il primo camoscio nato in cattività fu “Giovannino”, nel lontano 1982, nell’allora area faunistica del Camoscio d’Abruzzo di Bisegna. E proprio da lì parti l’operazione “Camoscio alla Maiella”.

Le buone notizie sul prezioso ungulato arrivano dal “Camoscio Day”: la manifestazione organizzata dal Parco in collaborazione con Legambiente, a Civitella Alfedena. Il tutto nell’ambito del progetto “Life Coornata” della Comunità Europea per valorizzare nei 20 anni del Life, i 20 anni di impegno dei parchi appenninici per la conservazione della specie. Molto importante fra le azioni del Life è quella che vede il censimento del bestiame domestico che frequenta l’areale del camoscio. In collaborazione con gli allevatori, i servizi veterinari della ASL e gli IZS di Abruzzo e Molise, è stata avviata la vaccinazione di mucche, pecore e cavalli, contro il contagio di malattie parassitarie che possono risultare pericolose per la salute del camoscio.

Al "Camoscio Day" erano presenti: il direttore del Parco Dario Febbo, i sindaci di Opi, Berardino Paglia e di Civitella Alfedena, Flora Viola, il responsabile nazionale Aree Protette di Legambiente, Antonio Nicoletti, i biologi e veterinari del Servizio Scientifico del Parco. Oggi la popolazione di camoscio la possiamo trovare nell’intero massiccio centrale dell’Appennino con circa 1500 esemplari.

Prossimamente, i camosci arriveranno anche sulle cime del Parco regionale Sirente-Velino e, questa volta sarà il Parco della Maiella a regalare i suoi camosci. 

Aggiungi un commento

Scrivi in questo form il tuo commento
Antispamming
Questo test serve a determinare che sei una persona e non un programma.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Ultim'ora

Gara di pesca alla trota: primo memorial dedicato a Livio Buccella e Tonino Circenzi

Pescina – Domenica 4 maggio 2014 l’Associazione “Circolo pesca Fabrizio Di Nino” darà il via  al primo memorial di “...

Liberazione, la Città onora il 69° anniversario

Avezzano - Città in “strada” per commemorare il 69° anniversario della Liberazione.

Incontro-dibattito per la salvaguardia dell'orso marsicano

Bisegna - Dopo la morte dell'ultimo orso le varie associazioni di tutela, sempre più preoccupate per una possibile...

"Magia del fare" il più atteso evento marsicano

Avezzano - L’evento più atteso dell’anno,  prenderà il via a partire da venerdì 2 maggio e si svilupperà in due week...

Europee, Di Cristofano: "Candidatura Piccone occasione unica per l'Abruzzo"

Celano - "Un'occasione  irripetibile ed importante per la Marsica, la Provincia dell'Aquila  e l'intera regione Abruzzo...

"Dagli occhi di un soldato" approda a Pescina

Pescina –  “Dagli occhi di un soldato” di Carmine Ciaccia è il nuovo esordio letterario made in Marsica, presentato...

Rissa alla stazione di Avezzano: uomo ferito con una bottiglia

Avezzano - Tensione tra italiani e stranieri ieri sera alla stazione di Avezzano.

La 1^ estemporanea di pittura sui “70 anni dopo i bombardamenti del '44”

La 1^ estemporanea di pittura sui “70 anni dopo i bombardamenti del '44”

Avezzano - «Sotto l'infuriare dei bombardamenti e delle rappresaglie nemiche, che causavano gravissime perdite umane e...

Ultimi commenti dei lettori

Bempensanti "addolorati" sapete quanti ragazzi sono in queste condizioni e...
Caro Di Cristofano e Piccone,ma una volta non eravate di P.D.L. Berlusconi, ed adesso...
Il commercio al centro deve morire in favore dei centri commerciali. Per il cittadino si...
Si sono stati bravi ma se nn era per un dipendente comunale di scurcola che ha avvisato i...
Sono felice per il lieto fine.Un appello alla famiglia: questo uomo con questo gesto ha...

Promozioni dal Network di Terre Marsicane

Pacchetto "denti sani" + prova Dermal RF - Studio Odontoiatrico Dottor Francesco De Medicis
Vedi dettagli
Offerta su Martelli Hitachi: mod DH40MRY e mod DH45MRY a € 495,00
Vedi dettagli
Promo Tagliando auto da Powertech
Vedi dettagli
Speciale pareti da Costruzioni generali
Vedi dettagli
AVEZZANO PORZIONE DI BIFAMILIARE
Vedi dettagli
Crea la tua lista di nozze da Manifattura Pedata Materassi
Vedi dettagli

X