Spaccio di droga, sei arresti a Luco

Ritratto di Marco Ciaffone

Nell'ambito di un controllo contro il fenomeno degli affitti in nero i carabinieri hanno trovato cocaina e hashish. In manette sei persone di origini marocchine

Luco dei Marsi - I carabinieri di Luco dei Marsi hanno arrestato cinque uomini e una donna di origini marocchine con l'accusa di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti al termine di un'operazione coordinata dal comandante provinciale dei carabinieri di L'Aquila, il colonnello Savino Guarino. Gli arresti sono avvenuti al termine di un controllo del territorio svolto mercoledì notte e volto a contrastare il fenomeno degli affitti in nero di abitazioni in precarie condizioni ad extracomunitari, i quali spesso risultano ufficialmente impegnati nei campi di Fucino per la stagione estiva.

Gli arrestati - Le sei persone arrestate, all'arrivo dei militari, hanno tentato di fuggire e disfarsi di hashish e cocaina. Sono stati tuttavia bloccati e la droga recuperata. Si tratta di S.H. di 21 anni, sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di residenza, non in regola con il permesso di soggiorno, A.H., di 50 anni, sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G., non in regola con il permesso di soggiorno, M.K. di 41 anni, domiciliato in Luco dei Marsi, H.B. di 43 anni, non in regola con il permesso di soggiorno, A.M. di 42 anni, non in regola con il permesso di soggiorno, M.E.B. di 43 anni, domiciliata in Luco dei Marsi. Due di loro erano già sottoposti a misura cautelare, rispettivamente dell’obbligo di dimora nel comune di residenza e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per precedenti reati.

I cinque uomini sono stati portati nel carcere di Avezzano mentre la donna in quello di Teramo, tutti a disposizione del pm della procura di Avezzano Maurizio Cerrato.

La droga - Ulteriori sostanze stupefacenti sono state trovate nelle successive perquisizioni domiciliari in via Gallo. In particolare, sono stati trovati circa 10 grammi di cocaina e circa 107 grammi di hashish, oltre a 40 grammi di sostanza da taglio, un bilancino e al materiale tipicamente utilizzato per il confezionamento della droga in dosi. Cinque grammi di cocaina erano stati trovati in un involucro lanciato dalla finestra dell'abitazione. Da lì era partito l'accertamento con l'ingresso in casa, dove la donna del gruppo ha cercato, inutilmente, di nascondersi nel bagno, precisamente dietro alla tenda della doccia.

La particolarità della sostanza usata per il taglio delle dosi, oltre alla similitudine con la cocaina, è data dal fatto che la stessa era già confezionata in involucri termosaldati tipicamente utilizzati per contenere la cocaina e ciò, sicuramente, per spacciarla come tale, in modo da trarre in inganno gli acquirenti. 

L'operazione - In azione nel comune di Luco sono stati una quindicina di militari della locale stazione, di quelle dei paesi vicini e del Nor di Avezzano supportati da un unità cinofila di Chieti. Il servizio è specificatamente mirato a ispezionare gli immobili in cui hanno preso alloggio gli extracomunitari, anche con l’apporto del personale della polizia locale del paese, per verificarne le precarietà dal punto di vista strutturale e igienico-sanitario nonché per accertare la regolarità dei contratti di locazione e il rispetto delle norme che disciplinano gli “alloggiamenti”. In tale contesto circa 15 sono state le abitazioni ispezionate. 

ARTICOLI CORRELATI

Commenti da Terre Marsicane

Ritratto di Utente anonimo
Utente anonimo (non verificato) on 25 Maggio, 2012 - 01:04

È inaudito.. ogni giorno a luco appaiono fatti di violenza inimmaginabili, nemmeno vivessimo in una metropoli americana. Mi stupisco ancora di tutte quelle persone che davanti all’evidente degrado del paese hanno ancora il coraggio di sostenere la vecchia amministrazione ed attaccano il nuovo sindaco. ci rendiamo conto che se a luco ci fossero stati dei controlli seri sugli ingressi , su chi era in regola o no, sullo stato delle abitazioni ecc.., oggi non ci troveremmo in questa situazione???è evidente che luco è stato di manica larga “nell’accoglienza” e negligente nei controlli!!!mi dispiace dirlo ma se luco si trova in questa situazione è solo grazia ai due ultimi sindaci della passata amministrazione.

"un Luchese pensante"

Ritratto di Utente anonimo
Utente anonimo (non verificato) on 26 Maggio, 2012 - 20:50

Luchese pensante posso anche essere d'accordo su quando dici nel tuo commento, ma non capisco cosa c'entrino le metropoli americanane. Sei mai stato in America o la conosci solo per i films? Non nego che ci possa essere violenza, ma li c'è la certezza della pena, la polizia viene rispettata e chi sgarra paga. Ti pongo una domanda: se il francese presidente del fondo monetario americano, fosse stato accusato di stupro da una cameriera italiana, credi che l'avrebbero arrestato? Penso di no, è persona troppo in vista e importante.
Non bisogna scomodare l'America, guarda quello che succede a Roma, Palermo, Napoli e qui mi fermo altrimenti l'elenco sarebbe troppo lungo. Sono stato a New York di recente e uscivo anche di notte senza sentirmi minacciato: tutte le strade e le piazze sono pattugliate in continuazione, sia di giorno che di notte e i poliziotti sono visibili. Potresti dire di essere altrettanto sicuro in una metropoli italiana?
Questa citta americana era invivibile e sai come hanno risolto il problema? Tutti i poliziotti fuori di pattuglia e non in ufficio, pene severe e senza scappatoie ed il gioco è bello che fatto.
Quando prendono un illegale, l'arrestano subito e dopo che ha scontato la pena lo rimpatriano su due piedi, con plausi da parte della popolazione. Non come in Italia che insorgono la sinistra, la chiesa e chi più ne ha e più ne mette.Loreto Sabatini

Ritratto di Utente anonimo
Utente anonimo (non verificato) on 30 Maggio, 2012 - 12:55

Per Loreto S. :suppongo che "chi ne ha piu' ne metta" sia il CENTRO-DESTRA...o e' troppo sottolineare questo per te!Prova a ricordare per quanti anni ha governato in Italia e cosa ha prodotto con la complicita' di un CENTRO-SINISTRA vergognoso!!!Detto questo possiamo parlare quanto vogliamo dell'ex sindaco o dell'attuale riguardo alla criminalita' luchese senza venirne mai accapo,semplicemente perche' sono e saranno vittime di uno stato centrale corrotto che ha leggiferato favorendo la stessa criminalita'.

Ritratto di Utente anonimo
Utente anonimo (non verificato) on 27 Maggio, 2012 - 10:50

Luchese PENSANTE???? Che parola grossa!!!

Ritratto di Utente anonimo
Utente anonimo (non verificato) on 26 Maggio, 2012 - 14:48

Ok, sono stati arrestati. Questo dimostra che sono capaci solo di spacciare. Tra qualche giorno, appena escono di galera, bisogna caricarli con la forza su un aereo e rispedirli nel loro paese d'origine, senza alcun se e alcun ma. Basta con il buonismo, chi sbaglia paga.Loreto Sabatini

Ritratto di Utente anonimo
Utente anonimo (non verificato) on 26 Maggio, 2012 - 22:24

Caro luchese pensante(ho i miei dubbi),ti rendi conto di quello che dici? Nulla cambiera' poiche' dall'alto,piu' in alto di Palma e Cherubini,nulla cambiera'. Si e' ormai innestato quel fenomeno inevitabile che e' la globalizzazione. Da pensante e soprattutto luchese quale sei, saprai a cosa mi riferisco...

Aggiungi un commento

Messaging plain text

  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
Antispamming
Questo test serve a determinare che sei una persona e non un programma.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.