Il Parco d’Abruzzo fa 90

Ritratto di Ferdinando Mercuri
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF

Concluse le celebrazioni per i novanta anni del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, due giorni di manifestazioni tra storia, bilanci e riflessioni sulla più antica area protetta d’Italia.

convegno Parco Pescasseroli

Pescasseroli – Le due giornate di manifestazioni per i novanta anni del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise hanno ripercorso la storia del più antico parco d’Italia con la partecipazione di relatori di primo piano italiani, francesi, svizzeri e statunitensi. “E’ stato come fare un lungo viaggio nel tempo - dice il presidente Giuseppe Rossi - per approdare, alla fine, nel presente e soprattutto nel futuro”. Le relazioni presentate hanno suscitato interesse soprattutto in relazione al confronto tra il Parco d’Abruzzo e le diverse realtà italiane. I vari convegni hanno evidenziato le esperienze di tutela del territorio provenienti dai parchi della Francia, della Svizzera e degli Stati Uniti facendo emergere la similitudine tra la nascita del Parco Nazionale Svizzero dell’Engadina (1914) e del Parco Nazionale d’Abruzzo (1922) avvenute tramite affitti di territori da parte di Associazioni ambientaliste ( Lega Svizzera per la Protezione della Natura e Federazione Pro Montibus et Silvis). Attesi e graditi sono arrivati gli auguri di Piero Angela, Fulco Pratesi, Dacia Maraini, Giuseppe Cederna, Sveva Sagramola e di altri nomi illustri del mondo scientifico.

L'appuntamento è per tutti dal sette al nove settembre prossimi per discutere della “Ricchezza dei parchi” e festeggiare, in Val Fondillo e a Pescasseroli, il Compleanno del Parco inaugurato il 9 settembre 1922.

 

Ultimi commenti

R.I.P.
mostra
Caro lettore. Sono uno scolaretto perché sto continuando a studiare, dunque hai ragione....
mostra
Articolo autocelebrativo.. sembra fatto da uno scolaretto che vuol dimostrare quanto è...
mostra
caro matteo vieni a vivere a luco e poi ne riparliamo,quello che io vedo tutti i giorni a...
mostra
Ma apparte chiacchiere ci sta ancora un grappolo di palle nella marsica.
mostra
non si vive piu l italia e finita per colpa ki lo governa e noi siamo gli responsabili
mostra

Approfitta di queste offerte