No del Wwf all'impianto Vepral

Ritratto di Vinicio Di Giamberardino
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF

Calano – “Il Wwf marsica dice no all’impianto di deposito preliminare e messa in riserva di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi che la Vepral spa intende insediare sulla Tiburtina Valeria, a pochi metri da un grande centro commerciale, in territorio del comune di Celano”, si legge in una nota dell'associazione.

Il 28 febbraio scorso la Vepral spa, azienda operante nel settore della verniciatura-estrusione di profilati in alluminio, ha depositato presso l’ufficio Via della regione Abruzzo, la documentazione per la realizzazione del progetto di riconversione industriale dell’area attraverso la creazione di un impianto di stoccaggio e trattamento di rifiuti speciali solidi finalizzato al recupero di materia ed energia tramite un gassificatore da 6,5 Mw.

“Le caratteristiche del progetto – sottolinea la dottoressa Sefora Indaghi, presidente dell'associazione - oltre che risultare del tutto inconciliabili con la vocazione agricola e artigianale della zona individuata per l’insediamento, presentano aspetti di criticità tali da far insorgere dei gravissimi motivati interrogativi sulle quantità e sulla qualità dei costi che l’ambiente andrebbe a sostenere in caso di realizzazione dell’impianto proposto”.

 

Ultimi commenti

siamo arrivati alla frutta!
mostra
POVERA ITALIA !MA QUANDO FINIRA` QUESTO SQUALLORE! Vedere piangere gli operai di Terni e...
mostra
Poveri noi.
mostra
Gianni Gismondi è uno scrittore godibilissimo, vero che attua un'operazione di...
mostra
Come sempre tante chiacchiere e zero fatti. L'interesse dell'amministrazione...
mostra
Bravo, bene, 7+!
mostra

Approfitta di queste offerte