Occupa una casa e aggredisce la polizia

Ritratto di Marco Ciaffone
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF

Arrestata una 23enne di origini rumene che si era intrufolata in un appartamento di Borgo Pineta, ad Avezzano, approfittando dell'assenza dei proprietari 

polizia locale avezzano

Avezzano - Forza una finestra e si intrufola abusivamente in un appartamento, poi aggredisce gli agenti della polizia locale chiamati dalla proprietaria per rientrare in possesso dell’alloggio. L’occupazione abusiva è finita male per K. C. E., 23enne di orgini rumene, che alla fine della rocambolesca giornata è stata denunciata alla Procura dagli agenti guidati dal comandante Luca Montanari per violazione di domicilio, aggressione e lesioni.

L’esproprio proletario, che ricorda scene inusuali in città, è accaduto nella zona di Borgo Pineta dove la giovane mamma con un bambino aveva occupato la casa approfittando dell’assenza della legittima proprietaria, un'infermiera uscita all’alba per andare al lavoro a Roma. Rientrata a casa e trovando la “sorpresa” la donna ha chiesto aiuto alla polizia locale che, inizialmente, è intervenuta con una pattuglia. Alla vista degli agenti la ragazza è andata su tutte le furie, opponendo forte resistenza a qualsiasi tentativo di avvicinamento, fino ad arrivare a farsi scudo del figlio. Solo con l'intervento di altre pattuglie la polizia locale è riuscita a bloccare la 23enne e a mettere in sicurezza il bimbo. Durante l'operazione due agenti hanno riportato lesioni guaribili in cinque e dieci giorni.

Alla fine, dopo momenti di forte tensione e grazie all'intervento di altre pattuglie, compresi i carabinieri, la donna, che nel frattempo era spalleggiata da alcuni connazionali e da un avvocato di fiducia, veniva fatta salire sull'auto di servizio e accompagnata al comando della polizia locale. Ora dovrà rispondere di violazione di domicilio, aggressione e lesioni a pubblico ufficiale, mentre è scattata la segnalazione del tribunale dei minori affinché siano presi provvedimenti a tutela del bimbo.

Ultimi commenti

Capisco il disservizio da parte del CAM che può capitare ma non dovrebbe capitare mai a...
mostra
continua così consigliere rosa, era ora.
mostra
La storia è lunga e di guerre ce ne sono state tante tutto questo parlare mi sembra un...
mostra
Egregio signor Tomao presentarsi dopo aver scambiato idee e` solo questione di...
mostra
Signor D'Angelo, cosa crede? Che io abbia paura? Mi chiamo Roberto Tomao, anni 48....
mostra
Egregio Kakkienburg,tre cose 1) anch´io vivo molto lontano dalla Marsica pure avendola...
mostra

Approfitta di queste offerte