Un progetto innovativo per il Fucino

Ritratto di Roberto Cipollone

Arriva dall'Ingegner Di Mattia un nuovo progetto per la soluzione del problema-irrigazione del Fucino, con ricadute positive sull'energia e sull'economia della piana

Marsica - Il progetto era stato elaborato già nel 2002-2003, eppure finora non è stato preso in considerazione dalle Istituzioni locali e regionali. Tuttavia, stando alle argomentazioni ed alle tesi dell'Ingegner Di Mattia, fautore e promotore dell'idea, le ricadute sul sistema-Fucino sarebbero positive in molte direzioni, prime fra tutte quella energetica, economica e di sicurezza ambientale.

Il progetto prevede infatti anche la produzione di energia elettrica, con conseguente "irrigazione gratuita" della piana. La quantità di acqua disponibile, “tutta  a  gravità naturale e senza pompaggi", sarebbe pari a circa 30 milioni di metri cubi, utilizzabili anzitutto per l’irrigazione  estiva.

Un progetto ben articolato (consultabile in allegato) che l'Ingegner Di Mattia propone a Regione, Enti ed Amministrazioni Locali, nella speranza di vedere perlomeno valutata questa nuova opportunità energetica ed ambientale per il bacino del Fucino.


 

Allegati
Condividi e approfondisci

Ultimi commenti

Prendiamo atto delle frettolose smentite di Iampieri e Bianchini, quasi al alzare un muro...
mostra
Veramente una brutta notizia! Un caro amico oltre che un preparatissimo professionista....
mostra
L'avete votata questa splendida amministrazione? Ora ve la tenete...
mostra
COMPLIMENTI ALLA NOSTRA CONCITTADINA E IN BOCCA AL LUPO
mostra
Non solo l' amministrazione politica va menzionata e bacchettata per questi...
mostra
il sindaco pangrattato invece di pensare a risolvere il problema dei marcipiedi nella...
mostra

Approfitta di queste offerte