Un progetto innovativo per il Fucino

Ritratto di Roberto Cipollone

Arriva dall'Ingegner Di Mattia un nuovo progetto per la soluzione del problema-irrigazione del Fucino, con ricadute positive sull'energia e sull'economia della piana

Marsica - Il progetto era stato elaborato già nel 2002-2003, eppure finora non è stato preso in considerazione dalle Istituzioni locali e regionali. Tuttavia, stando alle argomentazioni ed alle tesi dell'Ingegner Di Mattia, fautore e promotore dell'idea, le ricadute sul sistema-Fucino sarebbero positive in molte direzioni, prime fra tutte quella energetica, economica e di sicurezza ambientale.

Il progetto prevede infatti anche la produzione di energia elettrica, con conseguente "irrigazione gratuita" della piana. La quantità di acqua disponibile, “tutta  a  gravità naturale e senza pompaggi", sarebbe pari a circa 30 milioni di metri cubi, utilizzabili anzitutto per l’irrigazione  estiva.

Un progetto ben articolato (consultabile in allegato) che l'Ingegner Di Mattia propone a Regione, Enti ed Amministrazioni Locali, nella speranza di vedere perlomeno valutata questa nuova opportunità energetica ed ambientale per il bacino del Fucino.


 

Allegati
Condividi e approfondisci

Ultimi commenti

Forse il sindaco stava imparando ad usare l'iphone 6..ecco perché è mancato
mostra
Ringrazio tutti per le belle e gentili parole usate nei miei confronti. Seppur deluso per...
mostra
Modificare la destinazione del centro della città, divenuto un crocevia, in un'area...
mostra
Se la Marsica non reagisce contro questi criminali, tra 10 anni saremo in balia sei...
mostra
torna a dormire
mostra
Parte da lontano la disfatta del Crab. d nascondere c e poco, bastava leggere i bilanci x...
mostra

Prossimi eventi

Approfitta di queste offerte