Un progetto innovativo per il Fucino

Ritratto di Roberto Cipollone
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF

Arriva dall'Ingegner Di Mattia un nuovo progetto per la soluzione del problema-irrigazione del Fucino, con ricadute positive sull'energia e sull'economia della piana

Marsica - Il progetto era stato elaborato già nel 2002-2003, eppure finora non è stato preso in considerazione dalle Istituzioni locali e regionali. Tuttavia, stando alle argomentazioni ed alle tesi dell'Ingegner Di Mattia, fautore e promotore dell'idea, le ricadute sul sistema-Fucino sarebbero positive in molte direzioni, prime fra tutte quella energetica, economica e di sicurezza ambientale.

Il progetto prevede infatti anche la produzione di energia elettrica, con conseguente "irrigazione gratuita" della piana. La quantità di acqua disponibile, “tutta  a  gravità naturale e senza pompaggi", sarebbe pari a circa 30 milioni di metri cubi, utilizzabili anzitutto per l’irrigazione  estiva.

Un progetto ben articolato (consultabile in allegato) che l'Ingegner Di Mattia propone a Regione, Enti ed Amministrazioni Locali, nella speranza di vedere perlomeno valutata questa nuova opportunità energetica ed ambientale per il bacino del Fucino.


 

Allegati

Ultimi commenti

Capisco il disservizio da parte del CAM che può capitare ma non dovrebbe capitare mai a...
mostra
continua così consigliere rosa, era ora.
mostra
La storia è lunga e di guerre ce ne sono state tante tutto questo parlare mi sembra un...
mostra
Egregio signor Tomao presentarsi dopo aver scambiato idee e` solo questione di...
mostra
Signor D'Angelo, cosa crede? Che io abbia paura? Mi chiamo Roberto Tomao, anni 48....
mostra
Egregio Kakkienburg,tre cose 1) anch´io vivo molto lontano dalla Marsica pure avendola...
mostra

Approfitta di queste offerte