Il lungo pomeriggio di Luco | VIDEO

Ritratto di Marco Ciaffone
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF
Luco dei Marsi protesta manifestazione immigrazione spaccio dicembre 2011

di Marco Ciaffone

Luco dei Marsi - Luco ha vissuto ore intense come poche altre volte. Gli episodi e i disagi della cittadinanza sono culminati martedì nella manifestazione indetta dal cittadino "Comitato contro lo spaccio delle droghe". Di fronte a un nutrito gruppo di cittadini (diverse centinaia, dalle stime avanzate durante la manifestazione stessa) hanno preso la parola gli organizzatori e alcuni cittadini.

Subito dopo è stata la volta di un corteo che è sceso di fronte al comune. Dopo aver fissato uno striscione inneggiante alle dimissioni del sindaco Camillo Cherubini i manifestanti ne hanno reclamato un intervento. Il sindaco ha convocato una loro rappresentanza nelle persone di Oscar Di Gianfilippo, del Comitato, e del responsabile marsicano de "La Destra" Salvatore Patierno. Dopo circa un'ora, la piazzetta antistante il Municipio e parte della strada erano colme di persone (guarda le foto). 

Cherubini è uscito insieme ad altri componenti della Giunta comunale (Davide Baldassarre, Ernesto palma e Mauro Petricca) e ha parlato ai cittadini servendosi di un megafono. Il clima era bollente, e non sono mancati momenti di forte tensione. Il Sindaco ha annunciato l'incontro che avrà il 30 dicembre con il Prefetto Giovanna Maria Iurato dichiarandosi disponibile ad essere accompagnato da una rappresentanza qualifica dei cittadini. Ha poi parlato dei provvedimenti che potrebbero prendere autorità come la Questura per la chiusura, anche se temporanea, dei locali al centro delle polemiche di questi giorni.

Al rientro di un Cherubini visibilmente provato all'interno del Comune, sono seguite lunghe e animate discussioni tra cittadini, amministratori, organizzatori. L'assessore Baldassarre si è impegnato a prendere visione di un piano "Strade sicure" proposto da Salvatore Patierno.

Fino alla surreale situazione creatasi di fronte al bar Black Out, il locale al centro dei disordini di sabato. Una trentina di ragazzi luchesi hanno deciso di andare a consumare lì il loro aperitivo, generando questa appunto particolare situazione che portava tre auto dei carabinieri a presidiare l'ordine pubblico, mentre altre decine di persone ai lati della strada assistevano chiedendosi: "Ma, in pratica, che succede?".

E' ormai una guerra di nervi in paese; il culmine delle manifestazioni di disagio è parallelo alla richiesta di un intervento forte di chi di dovere per la messa a punto di un'ampia serie di misure che agiscano su tutti i gangli di questa dinamica generatasi attorno ai cittadini di Luco.

In mattinata Il sindaco Cherubini aveva diffuso questo comunicato stampa:

A proposito dei gravi avvenimenti che stanno accadendo a Luco, (l’episodio della vigilia di Natale e, se vere, le aggressioni fatte da gruppi organizzati), vorrei fare un appello a tutti i cittadini affinché si comprenda che la violenza non porta da nessuna parte. Può solo peggiorare una situazione già difficile! Si può comprendere la sensazione di forte disagio che molti cittadini hanno, e si deve continuare a lavorare a fondo perché le sacche di malaffare e di delinquenza siano intercettate ed isolate, ma non possiamo farci prendere dalla tentazione di farci giustizia da soli. La via della legalità passa per l’impegno di ciascuno di noi, che non deve essere omertoso, deve denunciare, isolare (nel pieno rispetto della legge) ma la repressione spetta alle forze dell’ordine. Faccio appello a tutti affinché ci sia fiducia nelle istituzioni, al lavoro quotidiano dell’Arma dei Carabinieri e delle Forze dell’ordine. Anche nell’episodio della vigilia di Natale c’è stato l’intervento in forze dei Carabinieri che hanno fermato ed arrestato alcune persone. Per questo li ringrazio ancora una volta per l’impegno che stanno mettendo per assicurare alla giustizia chi delinque.

In molti a Luco si stanno impegnando al massimo per dare un contributo concreto alla soluzione dei problemi che stiamo vivendo, che passa per l’impegno all’integrazione possibile ed al disinnescare possibili conflitti con la forza del ragionamento e con azioni concrete. Quindi faccio un altro appello a tutti coloro che hanno tempo libero ad entrare nelle Associazioni, a darsi da fare per creare occasioni positive, cercando di coinvolgere il più possibile i nostri giovani, dando loro esempi positivi e facendo capire loro che il rispetto del prossimo comincia con il rispetto di se stessi. Il rispetto di ognuno comincia con il rifiuto della droga, dello sballo ad ogni costo, della violenza.

Ci sono a Luco “esempi positivi”. E’ compito di tutti fare in modo che questi esempi si moltiplichino.

Vorrei infine ricordare a coloro che si stanno prodigando nell’utilizzare strumentalmente ed a fini elettorali questioni drammaticamente serie che il Sindaco ha fatto e sta facendo tutto quello che è nelle sue competenze e possibilità, e che solo tra pochi mesi si svolgeranno le elezioni Amministrative, nelle quali i cittadini di Luco potranno scegliere “come” e “da chi” essere guidati. 

Di certo non serve a gettare acqua sul fuoco la notizia arrivata stamattina dell'arresto di un ventiquattrenne di orignie marocchina da parte della Guardia Forestale. L'uomo stava spacciando nei pressi della sua abitazione, dove gli agenti hanno effettuato una perquisizione trovando un comunque modesto quantitativo di droga (poco più di mezzo grammo) che egli ritiene essere per uso personale. Convalidati inoltre gli arresti per i tre fermati di sabato sera.

AGGIORNAMENTO: Arriva un provveidmento di sospensione della licenza per il bar "Black Out"

  • Di Gianfilippo e Patierno.jpg
  • Corteo.jpg
  • Camillo Cherubini.jpg
  • Davanti al Municipio.jpg
  • Al Black Out.jpg
ARTICOLI CORRELATI

Ultimi commenti

Queste cose sono inutili. Comanda il capitale e fa quello che vuole. Tutta questa gente...
mostra
Ma è possibile che non si riesca a pianificare una uscita strategica a Carrito? Subito...
mostra
Complimenti !
mostra
Proviamo a riepilogare: Non ci sono più giovani nella marsica perché costretti dalla...
mostra
In buona sostanza le persone presenti all'incontro (manager, sindacalisti,...
mostra
la forca
mostra

Dalle nostre vetrine

Avezzano nord - Vendesi villetta
Villetta

€ 200.000 (trattabili)

4280/2B
4280/2B

OFFERTA €140.00

Avezzano Nord - Affittasi appartamento
Appartamento

€ 450,00

"Denti sani" da De Medicis

59€

Affittasi appartamento semiarredato - Rif. L55/A
Affittasi appartamento semiarredato - Rif. L55/A

€ 500.00

Avezzano sud - Affittasi appartamento
Appartamento

€ 370,00 (incluse spese condominiali)

SLIA6 AVEZZANO SINGOLA con GIARDINO

€ 55.000 PREZZO RIBASSATO!

Avezzano Appartamento Vendesi
Appartamento

€ 160.000 (trattabili)

A ridosso del CENTRO

€ 168.000 TRATTABILI!

Approfitta di queste offerte