Paola Nardecchia

Ritratto di Redazione contenuti
Versione stampabileInvia per e-mailTrasforma in PDF

Nardecchia Paola, studia ed insegna Storia dell’Arte in un liceo classico statale.  Abruzzese d’adozione, vive a Roma, ove studia ed insegna Storia dell’Arte in un liceo classico statale. È anche mamma di due figli.
La ricerca scrupolosa, condotta in archivi e biblioteche, e le tenaci ricognizioni effettuate da anni nell’Abruzzo aquilano, sostengono il suo “occhio”, capace di individuare artisti poco noti, calati sempre in ampi contesti di riferimento.
Il libro Pittori di frontiera. L’affresco quattro-cinquecentesco tra Lazio e Abruzzo, edito nel 2001 per l’Associazione Culturale Lumen (onlus), con la quale strettamente collabora, è ricco di novità storiche ed attributive.
 
Proficua è stata finora la collaborazione con le associazioni e gli istituti culturali dei comuni di Arsoli (per la cui Pro-loco ha stampato nel 2000 Il Maestro di Arsoli. Un pittore sublacense tra quattro e cinquecento), di Pereto e di Subiaco, relazionando in conferenze, tra le quali ricordiamo quella sulla scultura del Vesperbild a Camerata Nuova, discussa nel 1999 nell’abbazia di Santa Scolastica in occasione del convegno: L’iconografia mariana nella diocesi sublacense, e i cui atti ancora attendono la stampa.
 
Interessante è stato il suo recente intervento del 2003 nell’incontro di studi sull’iconografia di Cristo nel territorio intorno a Carsoli. È in corso la pubblicazione di due nuovi lavori sugli affreschi e le opere d’arte mobili nelle chiese di Sant’Orante di Ortucchio e di Santa Maria delle Grazie a Rosciolo, presso Magliano dei Marsi.
 
Uscirà a breve un articolato contributo sulla figura dell’ispettore onorario di antichità e belle arti Giacinto de Vecchis Pieralice, operante a fine Ottocento nel Carseolano, in quell’ancora oggi prezioso territorio di confine tra Abruzzo e Lazio
.

Dalla Terza pagina

Giuseppe Bonaparte in visita ad Avezzano

La nascita della Sotto-Intendenza
di Fulvio D’Amore
Tra scorrerie brigantesche e congiure d’ogni genere scoppiate in tutto il Meridione,  il 14 maggio 1807...

I Cantari di Aielli

di Fabio Carboni


Il protagonista. Oger de Danemarche non è uno dei più famosi paladini di Carlo Magno, ma, dal momento che non vi è barun ki mielz de lui la facet ,...

Ortucchio e i suoi tesori

di Angelo Melchiorre

Dopo il terremoto del 13 gennaio 1915 gli oggetti d’arte, di cui la chiesa di S.Orante di Ortucchio era fornita furono temporaneamente custoditi...

Il terremoto della Marsica. Un racconto, una tragedia....


Molti sono stati gli interventi di vari e autorevoli...

La grande famiglia di parole, anche italiane, collegate al ted. bieg-en ‘piegare’

 Paurosi vacillamenti della linguistica tradizionale
di Pietro Maccallini
I linguisti del presente e del passato mi hanno sempre insegnato, senza che udissi peraltro mai una...

L'Exultet marsicana

Il "Rotolo dell'Exultet" è certamente la pergamena più famosa e antica che si conserva nell'Archivio della Diocesi dei Marsi.

Nel presente articolo, che...

Credenze e costumi in Abruzzo

In Abruzzo, terra antichissima di miti e di  leggende, moltissime sono le  credenze popolari che sopravvivono ancora ai nostri giorni, e le usanze gentili si tramandano di...

Ultimi commenti

Un ringraziamento all'Associazione 'Il Liri' che tiene vivo il ricordo di...
mostra
MA SOPRATTUTTO CHE FINE HA FATO LA TERRA ?ERA TERRA PULITA?O CONTAMINATA.O LE LEGGI...
mostra
Capisco il disservizio da parte del CAM che può capitare ma non dovrebbe capitare mai a...
mostra
concordo con il consigliere...
mostra
Questo e' il pd........bravo consigliere Rosa!!
mostra
continua così consigliere rosa, era ora.
mostra

Dalle nostre vetrine

Approfitta di queste offerte