Paola Nardecchia

Ritratto di Redazione contenuti

Nardecchia Paola, studia ed insegna Storia dell’Arte in un liceo classico statale.  Abruzzese d’adozione, vive a Roma, ove studia ed insegna Storia dell’Arte in un liceo classico statale. È anche mamma di due figli.
La ricerca scrupolosa, condotta in archivi e biblioteche, e le tenaci ricognizioni effettuate da anni nell’Abruzzo aquilano, sostengono il suo “occhio”, capace di individuare artisti poco noti, calati sempre in ampi contesti di riferimento.
Il libro Pittori di frontiera. L’affresco quattro-cinquecentesco tra Lazio e Abruzzo, edito nel 2001 per l’Associazione Culturale Lumen (onlus), con la quale strettamente collabora, è ricco di novità storiche ed attributive.
 
Proficua è stata finora la collaborazione con le associazioni e gli istituti culturali dei comuni di Arsoli (per la cui Pro-loco ha stampato nel 2000 Il Maestro di Arsoli. Un pittore sublacense tra quattro e cinquecento), di Pereto e di Subiaco, relazionando in conferenze, tra le quali ricordiamo quella sulla scultura del Vesperbild a Camerata Nuova, discussa nel 1999 nell’abbazia di Santa Scolastica in occasione del convegno: L’iconografia mariana nella diocesi sublacense, e i cui atti ancora attendono la stampa.
 
Interessante è stato il suo recente intervento del 2003 nell’incontro di studi sull’iconografia di Cristo nel territorio intorno a Carsoli. È in corso la pubblicazione di due nuovi lavori sugli affreschi e le opere d’arte mobili nelle chiese di Sant’Orante di Ortucchio e di Santa Maria delle Grazie a Rosciolo, presso Magliano dei Marsi.
 
Uscirà a breve un articolato contributo sulla figura dell’ispettore onorario di antichità e belle arti Giacinto de Vecchis Pieralice, operante a fine Ottocento nel Carseolano, in quell’ancora oggi prezioso territorio di confine tra Abruzzo e Lazio
.

Dalla Terza pagina

La Bella Addormentata

novella di Angelo Melchiorre
 

Mario e Claudio erano uniti da una profonda amicizia, pur essendovi una notevole differenza d'età fra i due:Mario, infatti,...

Il biségolo, ovvero sui metodi errati della linguistica

Magmaticità sotterranea dei significati, in superficie abbastanza chiari, delimitati e concreti
di Pietro Maccallini

Scommetto che pochi conosceranno questa parola di...

La vita quotidiana nella Marsica negli anni '40: come ci si vestiva

di Adelmo Polla
 
L'influenza esercitata sull'animo dalla visione famigliare e, direi, nativa di luoghi, di persone, di visi dissolti nella memoria di un'...

Il massacro dei "Fanti Contadini" marsicani nella prima guerra mondiale (1915-1918)

di Fulvio D’Amore  (ricercatore e saggista)
Purtroppo, nella ricorrenza del prossimo «Centenario della Prima Guerra Mondiale», ci troveremo ancora una volta di fronte alle solite «...

I mulattieri e la vennégna di Poggio Cinolfo


Partivano a squadre, a piccoli gruppi, raramente da soli: erano gli uomini e i...

Lo sciame

Sono stato a L’Aquila il ventiquattro aprile. Dovevo, con i compagni del sindacato, prendere visione dei locali che l’azienda avrebbe messo a disposizione dell’utenza cittadina per “dare un segno...

Benedetto D'Amore

di Fiorenzo Amiconi

 (1807/1898)  Il 17 Giugno 1807, nasceva a Cerchio; da Giuseppe e da Beradina Santoro Benedetto D’Amore, medico, scrittore e sindaco di Cerchio....

Ultimi commenti

Prendiamo atto delle frettolose smentite di Iampieri e Bianchini, quasi al alzare un muro...
mostra
Veramente una brutta notizia! Un caro amico oltre che un preparatissimo professionista....
mostra
L'avete votata questa splendida amministrazione? Ora ve la tenete...
mostra
a cosa serve cambiare la viabilita??cambiate le leggi e piuttosto e impedite che ci...
mostra
COMPLIMENTI ALLA NOSTRA CONCITTADINA E IN BOCCA AL LUPO
mostra
Non solo l' amministrazione politica va menzionata e bacchettata per questi...
mostra

Approfitta di queste offerte