Morbillo, rosolia e parotite. La Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila termina i vaccini

Bisognerà aspettare il nuovo rifornimento per vaccinare i bambini subito dopo l'anno di età. Il dirigente medico Franchi: "Nella Marsica non c'è emergenza, no ad allarmismi"

Avezzano. La Asl 1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila ha terminato le scorte del vaccino per le malattie morbillo, rosolia e parotite. Alle mamme che hanno chiamato i numeri di riferimento per prenotare il vaccino che si fa in genere appena dopo l’anno di età, è stato risposto che bisognerà attendere qualche giorno per la vaccinazione.

A quanto pare il nuovo rifornimento dei presidi sanitari è già iniziato ma i tempi di attesa potrebbero arrivare fino a due/tre settimane. Il medico dirigente della Asl, anche alla luce dell’allarme che si è venuto a creare in altre Regioni d’Italia, dove il morbillo sta dilagando, invita comunque a non creare panico e cattiva informazione. Secondo la dottoressa Daniela Franchi, della Asl 1, infatti, nella Marsica non c’è emergenza.

“Le scorte del vaccino sono esaurite in vari posti d’Italia”, spiega la dottoressa Franchi, “ci sono stati parecchi casi soprattutto in altre Regioni e per questo molte ditte hanno difficoltà anche a produrre i farmaci. Già da ieri mi hanno informato che il prodotto però c’è e che è già in corso la distribuzione nelle Asl. A breve avremo di nuovo il vaccino. Ho parlato con l’informatrice che mi ha assicurato che il farmaco è disponibile in ditta e che quindi man mano lo stanno distribuendo. Si tratta di una questione di giorni. Già nella prossima settimana potremo avere l’evasione degli ordini”, va avanti, “ad Avezzano facciamo tutto su prenotazione, quindi abbiamo iniziato a fare prenotazioni per morbillo, rosolia e parotite più in là e per ora ci stiamo anticipando altri tipi di vaccino. Abbiamo mantenuto solo alcuni vaccini per erogarli eventualmente ai contatti delle persone malate in modo da evitare il propagarsi della malattia. Per fortuna qua da noi i casi sono pochissimi. Nella maggior parte dei casi, i pazienti ricoverati nelle malattie infettive, non sono nemmeno di Avezzano”.

“Non c’è nessun allarmismo”, chiarisce la dottoressa Franchi, “ci sono persone che abbiamo messo in stand by e che riprenderemo a vaccinare da qui a qualche settimana. Nella Marsica non c’è nessun allarme epidermico di morbillo”.

Commenti




Ultim'ora