Terre Marsicane
La voce della Marsica

Luco dei Marsi, nasce la nuova zona residenziale. Al via i lavori per cento villette

Luco dei Marsi – A distanza di circa 30 anni, è giunta a conclusione una vicenda che ha vissuto momenti travagliati e non privi di ostacoli: la realizzazione della nuova zona residenziale a Luco dei Marsi. Circa 100.000 metri quadrati di terreno sono diventati edificabili, una lottizzazione unica in Italia per numero di terreni (100 particelle) e di proprietari (circa 150). Nel 2012 l’amministrazione comunale aveva approvato il piano di lottizzazione “zona C” presentato dal Consorzio Urbanistico dei Pozzi. La zona interessata è quella che si trova nella parte terminale di Luco, in direzione di Trasacco. Secondo il piano, dovrà essere realizzata una nuova zona residenziale con circa 100 villette. Lunedì 13 aprile alle ore 18:00, presso la sala Consiliare del Comune di Luco dei Marsi, si terrà la conferenza stampa di presentazione della nuova zona residenziale, indetta dal Consorzio Urbanistico dei Pozzi e dall’Amministrazione Comunale di Luco.

Il presidente del Consorzio, Giovanni Stornelli, ha messo in risalto l’importante risultato e la conclusione del lungo iter procedurale: “Finalmente ce l’abbiamo fatta, cari concittadini! Nonostante lo scetticismo di molti siamo riusciti a portare a termine un’operazione a dir poco impossibile. I tempi avrebbero dovuto essere più brevi, se non ci fossimo imbattuti in difficoltà di ogni genere: ripicche politiche, errori tecnici, opposizioni legali, lentezza burocratica a tutti i livelli (Provincia, Comune, Equitalia, Ufficio Registro, Catasto, Tribunale). Questo risultato deve essere di incoraggiamento e di speranza per tutti noi luchesi, un’opportunità di crescita economica, un’occasione per stemperare l’egoismo che negli ultimi anni ci attanaglia. Voglio ringraziare i soci, che con pazienza hanno creduto nel nostro operato, la vecchia e la nuova amministrazione che hanno reso possibile tale traguardo, ed in particolare l’Architetto Alberto Bisciardi, il quale, nei momenti di sconforto, è riuscito a non farci desistere”.

Commenti