Droga dal mare, le onde portano sulle spiagge d’Abruzzo oltre 200 chili di marijuana

Silvi Marina. C’è da immaginarsela la faccia delle decine di anziani e dei tanti bambini che questa mattina hanno assistito a una scena degna di un film. Quattro pacchi enormi che sbucavano dalle onde, pieni di marijuana e hashish. Oltre duecento chili di droga, per un valore che va oltre i 350mila euro.

È quanto è successo tra timore, incredulità e stupore, questa mattina tra Pescara e Montesilvano, Francavilla e Silvi Marina (le foto sono state staccate nel lido di Silvi Marina).

Per ora sono quattro i pacchi di marijuana arrivati sulla costa, il primo è stato trovato a Francavilla: i carabinieri hanno sequestrato circa 100 chili di droga sulla spiaggia, all’altezza della rotonda Michetti.

Due pacchi di marijuana portati dalle onde a riva. Li hanno visti alcuni carabinieri fuori dal servizio che hanno subito avvisato i colleghi. Il secondo pacco è stato trovato a riva dai passanti.

Un altro è stato trovato a Silvi, circa 30 chilometri da Francavilla, al lido Venere. Pesa circa 50 chili anche questo. Lo hanno recuperato un turista e un bagnino.

Tra Pescara e Montesilvano di notte, un vigilantes ha trovato in spiaggia un pacco con 20 chili di marijuana e un altro con 3 chili di hascisc. Da dove provengono i pacchi al momento non si sa. Di certo era un carico che avrebbe fruttato un bel po’ di soldi. Al momento gli inquirenti stanno lavorando su diverse ipotesi investigative ma già nelle prossime ore il quadro della situazione potrebbe farsi più chiaro. “Quando è arrivato in spiaggia uno dei pacchi”, racconta un turista marsicano, “c’erano tanti anziani che erano increduli. I bambini si sono incuriositi e si sono avvicinati. Il mare che porta tanti chili di droga non è che si vede proprio tutti i giorni. Certo è che quanto accaduto dimostra che purtroppo il nostro mare è un canale del traffico di stupefacenti”.

foto di Paolo Puletti

 

Commenti


Ultim'ora