Terre Marsicane
La voce della Marsica

Contributi per le assicurazioni agricole, 300 milioni di euro sono destinati a questa misura

L’avviso è rivolto agli agricoltori. Mira a incentivare una più efficace gestione dei rischi in agricoltura

Sulla Gazzetta ufficiale n. 235 del 7 ottobre 2017 è stato pubblicato il Decreto 7 agosto 2017 recante “Programma di sviluppo rurale nazionale 2014-2020 – sottomisura 17.1 – Approvazione dell’avviso pubblico a presentare proposte – Campagna assicurativa 2016 – vegetali”.

L’avviso mira a incentivare una più efficace gestione dei rischi in agricoltura, migliorando l’offerta di strumenti assicurativi, incrementando il numero di imprese agricole che vi fanno ricorso e riducendo il divario nella diffusione delle assicurazioni esistente tra alcune aree del paese e tra alcuni settori.

300 milioni di euro è il plafond totale destinato a questa misura: 165 milioni sono a carico del Fondo di rotazione ex legge n. 183/1987 e 135 milioni provengono dal FEASR, il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale.

L’avviso è rivolto agli agricoltori che abbiano i seguenti requisiti:

a) essere imprenditori agricoli ai sensi dell’art. 2135 del codice civile;

b) essere agricoltori attivi ai sensi dell’art. 9 del regolamento (UE) n. 1307/2013 ed ai sensi del decreto ministeriale 18 novembre 2014, del decreto ministeriale 26 febbraio 2015 e del decreto ministeriale del 20 marzo 2015;

c) essere titolari di «Fascicolo Aziendale» ai sensi del decreto ministeriale 12 gennaio 2015 n. 162 in cui deve essere dettagliato il piano di coltivazione che va mantenuto costantemente aggiornato e che individui le superfici utilizzate per ottenere il prodotto oggetto dell’assicurazione, nonché i titoli di conduzione validi per l’intera durata dell’operazione per la quale si richiede il contributo.

Sono ammissibili ai contributi esclusivamente le polizze che prevedono il risarcimento in caso di perdite superiori al 30% della produzione media annua dell’agricoltore.

Il sostegno è pari al 65% della spesa sostenuta dagli agricoltori per il pagamento dei premi di polizze assicurative del raccolto e delle piante stipulate, in forma collettiva o individuale, con le compagnie di assicurazione.

Le polizze assicurative agevolate devono assicurare esclusivamente le produzioni e le tipologie colturali individuate nell’allegato al bando insieme ai rischi ammissibili, classificati come avversità atmosferiche a calamità naturali, fitopatie e infestazioni parassitarie.

La domanda di sostegno può essere presentata esclusivamente in via telematica sul sito AGEA e o sul portale SIAN entro il 4 aprile 2018.

Per tutti i dettagli vi rimandiamo alla consultazione del Decreto.

Commenti