Con quarant’anni di servizio va in pensione il comandante Pisotta. “E’ stato un onore indossare la mia divisa”

Avezzano. Dopo quarant’anni di servizio in polizia, 25 impiegati come comandante della sezione di polizia stradale di Avezzano, va in pensione il sostituto commissario Orante Pisotta.

Originario di Ortucchio, Pisotta è stato apprezzato come un uomo sempre disponibile con chiunque avesse bisogno di lui. Ha aperto le porte dei suoi uffici alla comunità. “Uomo di polso” ma allo stesso tempo, cordiale e sempre disponibile al confronto, il comandante della Stradale si è distinto per aver saputo portare i suoi poliziotti in mezzo alla gente, sempre a sostegno dei diritti dei cittadini.

Particolare attenzione, durante la sua carriera, l’ha dedicata ai giovani, predisponendo servizi a loro tutela soprattutto la sera, all’uscita dai locali. Controlli mirati per disincentivare il fenomeno dell’alcol tra i giovani, a contrasto delle “stragi del sabato sera”.

Attento e sempre cordiale anche nei confronti dei giornalisti, non ha mai negato una fattiva collaborazione con la stampa, mettendosi anche in questo modo a disposizione della comunità e del territorio.

Oggi pomeriggio Pisotta, che ora si dedicherà totalmente alla sua famiglia e alla vita meno frenetica del suo paese di origine, si è “congedato” con un commovente scritto che ha condiviso con tutti i suoi contatti.

“Carissimi colleghi, amici e conoscenti, sono Orante Pisotta”, ha scritto in un educato messaggio, come quelli che ogni anno ha sempre inviato a tutti, sempre per primo, ad ogni festa che si comanda, “sono qui a comunicarvi che da oggi 10 Gennaio 2017, dopo 40 anni di servizio, di cui 25 di comando, sono stato posto in quiescenza. Mi onoro di aver fatto parte e sicuramente di continuare a far parte della Grande famiglia della Polizia di Stato, in particolar modo della Polizia Stradale, sicuro del fatto che non mi sentirò mai un ex Poliziotto bensì un Poliziotto a riposo”.

“Saluto e abbraccio tutte quelle persone che ho avuto il piacere di conoscere in questi anni e che mi hanno apprezzato, rispettato e in qualche modo anche voluto bene”, ha scritto, “mi congedo con la certezza di aver fatto sempre il mio dovere e onorato al meglio la divisa e l’istituzione che essa rappresenta. Auguro a tutti un futuro felice e pieno di soddisfazioni. Orante PISOTTA”.

Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il 27 dicembre del 2008, è stato insignito dell’onorificenza di Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

 

Commenti




Ultim'ora