Commenti recenti

Corso della Libertà: e le pezze sono arrivate a tappare le buche

Che scoordinamento in questa città. Per ottenere qualcosa occorre sempre arrivare al VERTICE.

La pezza, nemmeno" a colore", mette in evidenza un altro problema!!
Adesso ridisegnassero anche le strisce pedonali che mancano o sono sbiadite (oltre che non rispettate) in troppe strade della città.
(Anzi, lancio un altro appello, stavolta alla polizia locale:controllate il rispetto dei passaggi pedonali)

Io abito in semiperiferia e qui le buche sono "di casa" .

Ma alla polizia urbana, AI RESPONSABILI DELL'UFFICIO TECNICO, non ci capita mai di finire in una di queste e finalmente se ne accorgono che esistono, e si fanno parte diligente a provvedere - PRIMA - che il cittadino debba denunciarle?

Saluti
ROS

Visualizza anche commenti Facebook

Per la cronaca.... NON ESISTE SOLO IL CENTRO!!!! Le tasse le paghiamo tutti.... in centro e in periferia. Vedo voragini aperte in ogni parte della città e lasciate lì per settimane e settimane. Complimenti! In centro invece tutto perfetto. Bravi ancora! Tralaltro sono sicurissimo che quelle toppe di asfalto resisteranno parecchio specie se farà due giorni di piogge intense o i primi caldi... bravi. Mettiamo una toppa a tutto... ma il problema poi è risolto?!

Visualizza anche commenti Facebook

L'orso "Bruno", dal Parco d'Abruzzo al Trentino

...ma abituato al "dialetto" abbruzzese, se la caverà lassu'???!!!!....tanto per scherzare...

Visualizza anche commenti Facebook

Micron, fissato il tavolo di settore

Andate a lavoro, ma veramente non a fare i colletti bianchi siete una vergogna nessuno escluso.
FORZA GALBIATI

Visualizza anche commenti Facebook

Un V_day per Galbiati, come lo fece Beppe Grillo per la politica tutta.

Visualizza anche commenti Facebook

ai tavoili aggiungetegli delle sedie e giocate un bel scopone scentifico

Visualizza anche commenti Facebook

TAVOLI, TAVOLI E POI........TAVOLI= ZERO

Visualizza anche commenti Facebook

Ancora a farci prendere per culo da questi. Penso sia arrivato il momento di dire basta.

Visualizza anche commenti Facebook

Fucinus Lacus, mostra di Ester Grossi a Bologna

Gentile lettore
è possibile visitare la mostra fino al 18 maggio
saluti
Francesco Vassallo

Visualizza anche commenti Facebook

Questa bella mostra si è svolta solo in un giorno o si tiene per altri ancora? Abito vicino Bologna, sono nativo di Luco e vorrei andarla a vedere. Grazie

Visualizza anche commenti Facebook

Corso della Libertà, "metteteci le pezze"

E' no..scusate. Ogni tanto ritorno alla mia terra natia ...ed è facile accorgersene. Tutte le vie non sono altro che un continuo rattoppo con ghirigori e pezze dappertutto. Ma come?? Sembra stato facile trovare i soldi per fare i dissuasori e rotondone.... e per tirare a nuovo le strade niente? Non dico le viuzze, ma le strade più importanti almeno. Quale velleità può avere una città simile??

Visualizza anche commenti Facebook

Gli effetti del Piano Traffico Floris si sono fatti sentire subito su tutti gli indicatori di qualità della vita ed i transiti per il centro delle auto Marsicane verso i centri commerciali hanno distrutto tutta l’area centrale della città (basti guardare il pavé della piazza) e noi residenti, con le nostre tasse, paghiamo riparazioni e squallore. E' ora che la nuova amministrazione, come aveva promesso in campagna elettorale, prenda provvedimenti; nell’immediato riparando i danni, e a lungo termine, attuando, rapidamente, una diversa circolazione stradale. Un anno è quasi passato e qui si vede poco o nulla, sul fronte viabilità. M.D.

Visualizza anche commenti Facebook

Signori,

con tutto il rispetto ma è la città in generale che sta degradando a livello generale...

Da quando ho cambiato lavoro sono spesso fuori casa e torno ad Avezzano, città dove sono nato-cresciuto e pasciuto come si dice, ogni due settimane.

Purtroppo devo constatare che ogni volta che torno è sempre peggio, la cittá mi sembra abbandonata a se stessa... marciapiedi distrutti, strade con la pavimentazione rovinata... sono stati spesi soldi per una pista ciclabile che non utilizza quasi nessuno (tranne gli zingari che ci passano dentro con le auto). Anche se ne capisco la necessità per il rispetto delle regole Europee ma sinceramente sarebbe stato più giusto cominciare a sistemare marciapiedi, per il rispetto dei cittadini, portatori di handicap in primis... ditemi se un portatore di handicap può utilizzare un accesso per i marciapiedi, o utilizzarli considerato lo stato penoso in cui verano nella magior parte della città... io continuo a vedere gente in carrozzella che cammina per strada con le macchine che gli passano a pochi centimetri...

Signori, prima di utilizzare soldi in opere che possono essere rimandate, pensiamo prima alle reali necessità dei cittadini...

Visualizza anche commenti Facebook

manca alla lista anche via delle Olimpiadi, via Don Minzoni e zone limitrofe

Visualizza anche commenti Facebook

Perchè i signori dell'amministrazione non si fanno una passeggiata per tutta la città ,ne vedranno delle belle .Semrbra di stare sul "tagadà"! Provino a percorrere via Piana ,via Lago di Scanno,in quest'ultima bisognerebbe installare una" segnaletica luminosa" tanto è divenuta pericolosa dopo i lavori fatti per le perdite d'acqua . Mah! Attendiamo fiduciosi .

Visualizza anche commenti Facebook

Non solo Corso della Libertà. Su Via XX Settembre, direzione di marcia San Pelino, dopo il passaggio a livello incustodito una buca e così per altre strade. Il meraviglioso di tutto questo che i vigili, che passano solo con le auto, non vedono nulla se non le autovetture in sosta contromano.
Girare a piedi è troppo freddo.
Gaetano

Visualizza anche commenti Facebook

non ho mai capito la scelta della passata amministrazione comunale di riqualificare soltanto via corradini all'altezza di piazza risorgimento, mentre corso della libertà è stata abbandonata a se stessa e quelli che vediamo oggi sono i risultati.

Visualizza anche commenti Facebook

Venite a Caruscino mettono le toppe un giorno si è uno no sulla strada che va dalla chiesa al cam i tombini stanno 30 cm più alti dell'asfalto sono sporchi e non tirano!!! Per carità !!

Visualizza anche commenti Facebook

Ma i soldi del bollo auto non servono per la manutenzione stradale???
Adesso con la TARSU nuova imposta sui rifiuti una quota sarà destinata alla manutenzione stradale quindi la mia domanda è pagheremo due tasse per avere strade tipo dopoguerra???Grazie.

Visualizza anche commenti Facebook

E' COLPA DI FLORIS!!! AHAHAHAHAHAHAH

Visualizza anche commenti Facebook

E' così è quasi passato un anno dalle elezioni comunali. Che voto possiamo dare alla nuova amministrazione? Zero è anche troppo! Faccio un appello a certe personalità della città: non è bello è di sicuro non giova all'immagine della carica che ricoprite, tantomeno date il buon esempio, farvi vedere in giro con la bottiglia o il bicchierino in mano in noti bar del centro. Forse è ora di pensare alla città, e non alle cavolate. Anonimo

Visualizza anche commenti Facebook

Cud 2013, da quest'anno solo telematico

Il vero problema che noi al call center stiamo uscendo pazzi! Possiamo inviare il cud a casa ma solo se riusciamo a parlare con i diretti interessati...politica dell'INPS...e giustamente i congiunti che cercano di aiutarli i parenti più anziani, rimangono non serviti e sono costretti a recarsi fisicamente all'inps con delega...ma allora che senso ha istituire questo servizio??? Per non parlare del PIN...hanno creato un mostro...non è tanto difficile il rilascio del codice...ma vai a spiegare come trasformarlo in dispositivo...per quanto si cerca di offrire un buon servizio, mi rendo conto che se nn semplificano la cosa si avranno serie difficoltà!

Visualizza anche commenti Facebook

L'inps ha deciso di ridurre i suoi costi di gestione! Bene signori anziani tutti di corsa ad imparare l'uso de Compiuter o ad elemosinare aiuto ,trascinandovi con il vostro bastoncello, verso patronati e altri benefattori "disinteressati" preposti alla bisogna!
Che rispetto per gli anziani !che civiltà!che sensibilità! che galantuomini (?)!che Italia pidocchiosa !e matrigna verso i suoi figli più bisognosi!
Il signor Mastrapasqua ci può dire per curiosità a quale dei suoi innumerevoli incarichi e a quale percentuale del suo milionario stipendio (in euro) sta rinunciando per rudurre i costi di gestione dell'INPS?
Piccola considerazione di uno che facendo affidamento nella sua pensione a 65 anni dovrà ancora aspettare (grazie all'ultima lacrimante madonna di nome Fornero) quasi altri due anni e nel frattempo dovrebbe vivere d'aria e rincorrere anche il suo CUD!
E poi si stupiscono se questo Paese finisce in mano ad un gruppo di "frinenti" dilettanti allo sbaraglio!

Visualizza anche commenti Facebook

Letta Pescante e Vespa nel comitato per il centenario del terremoto del 1915

Letta, Pescante e Vespa, un vero dream team! Se aggiungete Antonio Razzi alla comunicazione raggiungete la perfezione.

Visualizza anche commenti Facebook

Letta potrebbe far sponsorizzare l'evento dalla sua cara Powercroop...

Visualizza anche commenti Facebook

La cattiva politica la sta mettendo in atto, con questa proposta, il tuo sindaco di sinistra.

Visualizza anche commenti Facebook

Sono totalmente d'accordo con te. Altra puttanata che si potrebbe eliminare, per quello che costa alla collettivita', e'il festival citta' di Avezzano. Abbassate le tasse ed eliminate queste spese inutili.

Visualizza anche commenti Facebook

Ma spendete i soldi per le cose che servono non per le puttanate!!!!

Visualizza anche commenti Facebook

Vergognoso! Ma questo sindaco o chi per lui dove vive sulla Luna? Ma questi sono tre personaggi che mai hanno mosso un dito per questa città! Ma perché non dei personaggi di cultura o di spettacolo? Scegliete meglio tra le personalità artistiche e della cultura che si sono occupate realmente dell'area marsicana e che hanno realmente portato lustro non queste vecchie cariatidi!

Visualizza anche commenti Facebook

Gente di che calibro ! Pare proprio che di meglio non si possa trovare ! Bravo Di Pangrazio.
Il qualunquista.

Visualizza anche commenti Facebook

insomma dalla paventata ipotesi di diventare frazione di Celano mi sembra che lo stiamo diventando di Sfollandia.

Visualizza anche commenti Facebook

Caro sindaco, prenda anche lei esempio da Benedetto XVI e si dimetta, perche' con questa scelta ha dimostrato la sua totale inadeguatezza a ricoprire la carica di sindaco. Sta gestendo la vertenza Micron in maniera ridicola e questa sua esternazione raprresenta la classica goccia che fa traboccare il vaso.

Visualizza anche commenti Facebook

Letta non accetterà!Se ne sta bello e rimpiattato , da bravo chierico "vergin di servo encomio e di codardo oltraggio",maestro della non compromissione, di pilatesca memoria ,in attesa di ascendere al Colle.
Attende fiducioso di raccogliere il frutto dei suoi silenzi non compromettenti,mentre i politici si tirano addosso valanghe industriali di sterco.
Con Monti, autoinceneritosi e rivelatosi il più grande bluff salvifico per un'Italia allo sbando, Letta micio micio ,tomo tomo salirà al Quirinale come unica possibilità di mettere d'accordo tutti essendo stato, molto furbescamente alla bertoldo, equidistante da tutti evitando di compromettersi e non rilasciando mai ,MAI, un suo parere ,una sua considerazione, sulla politica e sui politici!) .Veramente "molto saggio "tradotto "gran parac... con Master in (non) comunicazione( non -dico e dico-non ) frequentati presso le migliori università clericali e morotee! .Ha ragione Berlusconi, Letta è stato molto saggio conoscendo i suoi polli! . Si accettano scommesse!
Sugli altri due , uno si interessa di sport e non so se ricordi di essere avezzanese,mentre, il giornalista nei-dotato, pensasse al terremoto della sua città che a quello della Marsica ci pensiamo noi!
Di Pangrazio sei sicuro che non ci siano Marsicani nel mondo che amino di più la loro terra d'origine ? cerca cerca .

Visualizza anche commenti Facebook

Sono indubbiamente 3 personalità di destra, per me simbolo della cattiva politica. E la cattiva politica, purtroppo, si trova ovunque...anche nella Marsica.
Mario Casale

Visualizza anche commenti Facebook

Si sta verificando quanto paventato in questo pezzo, solo due mesi fa:
http://www.site.it/loblio-del-terremoto-cento-anni-e-non-sentirli/01/2013/
fmb

Visualizza anche commenti Facebook

vergognoso. cosa c'entrano loro con avezzano? cosa hanno fatto per avezzano in questi anni?
stefano

Visualizza anche commenti Facebook

AGGHIACCIANTEEEEEE!!!!!!!!

Visualizza anche commenti Facebook

e che c'entrano questi tre aquilani di nascita e di adozione con la Marsica?

Visualizza anche commenti Facebook

TRE AQUILANI? n. di matteo

Visualizza anche commenti Facebook

in un periodo come quello che stiamo vivendo constatando anche la grave crisi economica che ci ritroviamo ad affrontare, sarebbe stato meglio affidare questo incarico a gente non di nome con con buone idee.
non capisco perchè il sindaco di pangrazio che si è fatto eleggere con tanti buoni propositi voglia scendere davvero cosi in basso.

Visualizza anche commenti Facebook

Tre personaggi,che quando serviva non hanno mosso un dito per la Marsica.L'aquilano poi....cosa c'entri con noi non si è ben capito.Altre proposte?

Visualizza anche commenti Facebook

Svaligiata la casa del sindaco di Ortona dei Marsi

SCLZAGALLO, UN QUARTIERE ABBANDONATO A SE STESSO.

Visualizza anche commenti Facebook

Cronaca di una barbarie: avvelenato anche Ringo. E la strage...continua

"Il grado di civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali" (GANDHI).Non c'è altro da dire...C'è ancora molto da fare invece dal punto di vista della legge e delle pene per questi imbecilli!!!

Visualizza anche commenti Facebook

vorrei vedere queste persone pagare per quello che hanno fatto.

Visualizza anche commenti Facebook

Alcune volte non si riesce a capire chi siano i veri animali.....

Visualizza anche commenti Facebook

Alcune volte non si riesce a capire chi sono i veri ANIMALI.
Marco Simonicca

Visualizza anche commenti Facebook

Oricola: Coca-Cola apre le porte agli studenti

Risulta paradossale, antieducativa e figlia dell'ipocrisia l'iniziativa della bibita scura. La Compagnia ha come primo scopo l'incremento delle vendite e dei consumi. Ritengo non etico il coinvolgimento di minori in una operazione commerciale che ha come risultato, ovvio, l'aumento dei consumi e perciò l'aumento dei danni che la bevanda in questione ha recato e continua a recare alla popolazione generale, bambini in testa. Si veda, per una sintesi, quanto viene descritto nelle pagine di Wikipedia.
Per conto mio, contribuisco alla riduzione dei consumi. Non la bevo mai.
FIRMA PRECAUZIONALE: Uno che non si lascia abbindolare e che, nella SCELTA di uno stile di vita VERAMENTE sano (in fatto di bevande, cioè liquidi da introdurre nel proprio corpo), cerca di escludere il più possibile sostanze tossiche, eccitanti, cancerogene. PROSIT!

Visualizza anche commenti Facebook

Coca-Cola Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Danni alla salute [modifica]
La Coca-Cola è stata accusata di provocare danni alla salute, anche perché, fra i suoi ingredienti, figurano la caffeina ed elevate quantità di zucchero. A causa delle forti dosi di caffeina e di zuccheri semplici (soprattutto caramello), è una bevanda eccitante e molto calorica. L'azienda si difende affermando che la quantità di zuccheri semplici che contiene il suo prodotto è paragonabile a quella disucchi di frutta o altre bevande estive.
Nella versione senza zucchero, come la maggior parte di altre bevande commercializzate, viene usato come dolcificante aspartame, sostanza che, secondo alcuni studi, sarebbe potenzialmente tossica o cancerogena[9]. Inoltre, la miscela di acido fosforico e aspartame è ritenuta fonte di effetti dannosi sul sistema nervoso. La Coca-Cola contiene acido fosforico in una concentrazione di 325 mg/l, che le conferisce caratteristica di corrosività, avendo un valore di pH (circa 2,4) compreso tra quello dell'acido gastrico (pH 1,5) e quello dell'aceto(pH 3,0); inoltre l'acido fosforico lega il calcio, il magnesio e lo zinco nell'intestino diminuendone così il loro assorbimento; in particolare si rischia un'eccessiva perdita di calcio, in quanto vi è anche un'aumentata escrezione urinaria dovuta alle elevate dosi di zucchero presenti nella bevanda. Infine, si sospetta che la bevanda possa creare effetti di dipendenza, dubbio che la The Coca-Cola Company stessa non ha mai contribuito a sciogliere, avendo sempre mantenuto il riserbo sull'elenco degli ingredienti, appellandosi al diritto di protezione del segreto industriale. Tra le motivazioni addotte dell'azienda, quella che gli ingredienti sono già, per legge, presenti in etichetta, anche se non è resa pubblica, dal momento che la legge non lo richiede, l'esatta composizione delle sostanze aromatizzanti che vengono invece comprese sotto la generica indicazione di legge di "aromi naturali".
Nel maggio 2006, lo stato della California ha accusato la The Coca-Cola Company di aver importato dal Messico e distribuito per almeno quattro anni bottiglie con alto contenuto di piombo nella vernice delle etichette.[10] L'azienda ha respinto le accuse, a differenza della Pepsiche ad un'accusa analoga risalente ad alcune settimane prima preferì pagare una multa da 2,25 milioni di dollari e ritirare dal mercato le confezioni sospette.
Igiene nei processi produttivi [modifica]
La The Coca-Cola Company è stata accusata di non osservare standard produttivi adeguati alla salvaguardia della salute dei consumatori e dei lavoratori. In particolar modo in India la Coca-Cola ha subito numerosi boicottaggi e proteste a causa della condizione degli stabilimenti locali, ritenuta scarsamente igienica, e alla presunta inosservanza della tutela dell'ambiente. In India, nel 1970, la Coca-Cola fu bandita poiché la Compagnia si rifiutava di rendere pubblica la lista degli ingredienti della propria bevanda. La messa al bando proseguì fino al 1993. Successivamente, in seguito a uno studio condotto dal Center for Science and the Environment (CSE) (laboratorio scientifico indipendente aNuova Delhi) che rivelò la presenza in Coca-Cola e Pepsi di residui di pericolosi pesticidi in concentrazioni fino a trenta volte maggiori dei limiti stabiliti dalle norme indiane ed europee, il 7 dicembre 2004, la Suprema Corte dell'India impose alle multinazionali l'obbligo di apporre su tutte le confezioni un'etichetta recante l'attestazione di pericolo per i consumatori[11].
Altre informazioni [modifica]
Efficacia spermicida [modifica]
Alla 18ª edizione degli IG Nobel, l'annuale cerimonia dedicata alla scienza più bizzarra istituita nel mondo scientifico, tenuta dalla rivista "Annals of Improbable Research" presso l'università statunitense di Harvard, il riconoscimento per la chimica 2008, consegnato da William Lipscomb (premio Nobel per la Chimica nel 1976) è andato a due gruppi di ricerca, il primo statunitense e l'altro di Taiwan, che hanno cercato di capire se la Coca-Cola fosse un efficace spermicida. Cosa singolare, nel mondo scientifico, i due gruppi hanno ottenuto e dimostrato risultati diametralmente opposti[12].
Note [modifica]
1. ^ Classifica marchi mondiali
2. ^ Mae West con la hobble skirt
3. ^ (1-2 febbraio 2007) titolo articolo sconosciuto. Casamica.
4. ^ *Stéphane Pincas e Marc Loiseau. A History of Advertising. Colonia, Taschen, 2008. ISBN 978-3-8365-0212-2.
5. ^ Fonte: http://www.demosion.org/?p=13 (contiene traduzione articolo dal "The New York Times")
6. ^ L'esatto contenuto di caffeina deve essere indicato per legge negli Stati Uniti, nell'Unione Europea e in altri paesi.
7. ^ Fonte: La Repubblica, 05.08.2008, "Zucchero, acqua e tanti aromi, ecco la Coca Cola fatta in casa"
8. ^ Fonte: La Repubblica, 05.08.2008, "Ecco come farsi la Coca Cola in casa"
9. ^ Morando Soffritti et al., European Journal of Oncology "Aspartame induces lymphomas and leukemias in rats" , vol. 10, n. 2, (luglio 2005)
10. ^ «California, causa alla Coca Cola - "Bottigliette con troppo piombo"».
11. ^ «Court Orders Coke and Pepsi to State Pesticide Levels on Label».
12. ^ Fonte: Repubblica, 03.08.2008, "Gli Ig Nobel 2008: efficacia della Coca-Cola come spermcida"
Bibliografia [modifica]
• AAVV. Una bibita, un'industria. The Coca-Cola Export Corporation - Filiale Italiana, Milano, 1979, 1987, 1990
• Thomas Oliver. Coca contro Coca. Edizione del Sole 24 Ore, 1988
• AAVV. Momorabilia Club News. Organo del Memorabilia Club, dal 1988 in poi
• Mariateresa Biasio, Ugo Fadini. Coca-Cola, un mito. 112 pp, Leonardo De Luca Editori srl, 1992
• AAVV. Cocart - Bevete arte contemporanea - Catalogo mostra FAGIB S.p.A. Verona. 156 pp, bp Bianca Pilat, Vignate, 1992
• Mark Pendergrast. Per Dio, la patria e la Coca-Cola: la vera storia (non autorizzata) della bibita più famosa del mondo. Piemme, Casale Monferrato, 1993. ISBN 88-384-1953-1
• Fiora Steinbach Palazzini. Nata per vincere - Storia e mito della Coca-Cola. 176 pp, IdeaLibri s.r.l., Rimini, 1996 ISBN 88-7082-299-0
• Vittorio Parazzoli. La Divina Coca-Cola. 128 pp, Lupetty Editori di Comunicazione srl, Milano, 1997
• AAVV. Coca-Cola in forma d'arte - Le opere della collezione privata della Coca-Cola Italia. 100 pp, Coca-Cola Italia, 1998, edizione fuori commercio

Visualizza anche commenti Facebook

Sesso-Violenza-Legalità: convegno al Teatro

Salve, se fossi in voi, non mischierei le virtù di una o più persone riconosciute "sante" dalla chiesa cattolica e l'importantissima e desiderabilissima educazione sessuale che si dovrebbe fare a scuola. Sono due mondi e due contesti completamente diversi e il tentativo di mischiarli potrebbe ANCHE creare effetti devastanti sulla psiche dei ragazzi. Ad ogni modo ritengo che la chiesa, per lo meno quella cattolica, non debba insegnare questa materia ai ragazzi per un'infinità di motivi che sarebbe troppo lungo da elencare (ovviamente non sto parlando del convegno in oggetto). La famiglia deve basarsi sull'amore dei membri. Amore significa anche rispetto delle proprie individualità, stimolare, da parte dei genitori, le diverse autonomie e autorealizzazioni nonché il proprio credo religioso e politico di ogni singolo membro.
F.J.

Visualizza anche commenti Facebook

E' abbastanza triste, constatare che come sempre, ciò che fa notizia sono le poche cose sbagliate, mai l'enormità delle cose giuste.
Io non ho sai sotto i quali ripararmi, ma le poche volte che ho avuto bisogno di un uomo di fede, l'ho trovato, ma soprattutto ho trovato in lui parole di bontà e di clemenza.

Facile smarrirsi nell'enormità dei comportamenti degli uomini, anche se vestono abiti sacri, ma quello che secondo me è importante è guardare il parroco, frate, o ministro di Dio che sia in maniera pura e senza preconcetti.

Aldilà dell'uomo che abbiamo davanti, credo che comunque si percepirà una convinzione nelle parole e nei gesti di origine divina, ma soprattutto una umiltà e una comprensione diversa da quella presente dietro una scrivania, con slides proiettate, diagrammi, studi e riferimenti.

E' l'amore di un fratello che ti parla guardandoti negli occhi

Il commento di sotto l'ho fatto io, ex ciceruacchio adesso solo Marco Bisegna.

Visualizza anche commenti Facebook

Indirizzato al commento di sotto: Bene abbiamo informato.
Quello che forse voi non "avete capito". Voi che "predicate" da lassù, ma che avete pensato solo al "mercifizio". Ora vi rifugiate sotto un "presunto saio".
Francesco è uno e, forse unico: ma Voi siete troppi, tanti che hanno percorso ben altre strade da quelle "francescane". Altro che santi di campagna.
Ed ora vi ergete, come al solito, a "suggeritori". Praticate, praticate...!!!!
La Talpa

Visualizza anche commenti Facebook

Bene abbiamo informato i ragazzi sui rischi delle malettie infettive virali (Hiv).
Abbiamo rimarcato la distanza che separa i giovani dalle istituzioni (presidente del consiglio comunale di avezzano sic.).
Abbiamo posto il tema della sacralità del rapporto con la madre.
Abbiamo declarato come deve essere un rapporto di coppia.

Bene a le risposte?

Forse dobbiamo cercarle dentro la santità di un prete di campagna che dirige un oratorio?

Forse dobbiamo cercarle nella riservatezza di eroi sconosciuti che operano nell'ambito di associazioni di volontariato?

O semplicemente nel restituire un ordine amorevole ma giusto all'interno delle famiglie di appartenenza.

Quello che forse non abbiamo capito e per fortuna qualcuno di nome Francesco ce lo sta insegnando, l'educazione non si predica, ma si pratica.

Visualizza anche commenti Facebook

Campagna contro il maltrattamento e l'avvelenamento degli animali

Ottima iniziativa speriamo che questi controlli possano servire da deterrente verso questi ignobili episodi.Dove non può la civiltà può la paura di una multa o peggio.
Un vivo ringraziamento a chi scrive su questi problemi e all' A.N.P.A.N.A. che si muoverà per prevenire altri casi simili.
Giuseppe Ortis

Visualizza anche commenti Facebook

Dante Alighieri in arrivo a Tagliacozzo

Ed IO CI SARO' ! Alessandra.

Visualizza anche commenti Facebook

Stop ai mastelli dei rifiuti su area pubblica

E’ ora di dare uno STOP su questa ed altri incivili abusi, tollerati da troppo. I commercianti di Avezzano hanno imbrutito il centro della nostra città e continuano con questo atteggiamento di incuria che sta distruggendo anche le attività stesse. Tutto il traffico transita per le vie centrali, parcheggi lungo le strade con taglio dei marciapiedi, no a qualsiasi tipo di isola pedonale (temporanea e permanente), invasione sulle strade di osceni gazebo; ora anche i bidoni dell'immondizia. Insomma, con i soldi delle tasse di noi residenti si sta consumando uno scempio che limita, da anni, il godimento della nostra città. E' ora di farla finita, vogliamo un reale cambio di rotta. Vogliamo tornare ad essere padroni dei luoghi pubblici del nostro centro. E’ seccante dover constatare, che il Sindaco ha vinto le elezioni (anche con il mio voto) illudendoci con promesse che andavano a modificare proprio questi abusi; purtroppo, dopo quasi 1 anno, si è visto poco o niente. M.D.

Visualizza anche commenti Facebook

ERA ORA NON SE NE POTEVA PIU
Giuseppe

Visualizza anche commenti Facebook

E chi non ha spazio nella propria attività per mettere dentro questi enormi secchioni cosa fà? caccia fuori i clienti?

Visualizza anche commenti Facebook

Una semplice considerazione: un' attività commerciale che occupa un locale di pochi mq sufficienti solo allo svolgimento dell'attività e ad accogliere i clienti. Una delle tante del centro, come una pizzeria che ha bisogno del grande mastello per l'umido o un commerciante che deve buttare le grandi quantità di imballaggi che accompagnano tutti i prodotti. Una di queste tante attività che deve necessariamente usare questi grandi mastelli ma non ha il posto dove tenerli, si vede costretta a pagare la tassa di occupazione suolo pubblico che va ad aggiungersi a quella per lo smaltimento dei rifiuti. Questo è quello che dice l'assessore, dietro il falso buonismo del decoro e ordine pubblico, basta che paghi e puoi continuare a tenere fuori i mastelli... tanto il posto dentro non ce l'hai. Questa a me sembra estorsione!
Un'artigiano della periferia che per fortuna il posto ce l'ha.

Visualizza anche commenti Facebook

Diffamazione? I debiti del Cam in tribunale

(da «Il Martello del Fucino», a. IX, n. 3 [10 marzo 2012])
Il giorno 8 febbraio scorso si è svolto, a Cerchio, il consiglio comunale durante il quale si è messo fine allamia esperienza di consigliere comunale. Finalmente la maggioranza consiliare è riuscita a sbarazzarsi di un membro dell’opposizione, contestandomi l’incompatibilità prevista per lite pendente. In un contesto che vede un’avversione trasversale all’applicazione dell’incompatibilità come strumento regolatore della vita amministrativa, questo episodio verrà riportato sicuramente come una delle stranezze più clamorose negli annali della politica locale. Ma questa non vuole essere l’ennesima difesa d’ufficio, infatti, premetto, che non ho intenzione di opporre alcun ricorso e, pertanto in questa sede,mi limiterò a fare solo delle riflessioni. Se oggi l’attività politico- amministrativa è coinvolta in continui scandali legati alla manipolazione degli appalti, ai casi di concussione, corruzione e voto di scambio, sicuramente non è colpa di una carenza normativa. Il problema reale va individuato nel fatto che molti politici, ritengono di poter operare fino al limite estremo posto a margine dell’ambito legale, cosa che, molto spesso, si concretizza in sconfinamenti più o meno clamorosi. In realtà, se la politica non è in grado di frapporre, un’area cuscinetto costituita dalle regole di auto comportamento molto più restrittive di quelle poste al limite della legalità, la politica stessa non hamotivo di esistere. Tornando al discorso della incompatibilità, il legislatore ha introdotto tale strumento, per limitare, nell’ambito della pubblica amministrazione, il conflitto esistente tra contestuale svolgimento delle funzioni di controllore e controllato. A fronte della consacrazione giuridica di questo principio i politici si sono scatenati in una gara a chi è più bravo ad eluderla. Chi non ricorda la vicenda del consigliere regionale Giovanni D’Amico, spiccicato dalla poltrona di sindaco di Morino, per ineleggibilità, a causa della contestuale carica di consigliere regionale, solo grazie alla sentenza definitiva della Cassazione?
Oppure il caso stesso di Tedeschi, dichiarato decaduto da consigliere comunale dai giudici del Tribunale di Avezzano, per incompatibilità con l’incarico di presidente del CAM, e rimasto in sella per un vizio di forma impugnato in appello.
Inoltre, forse non tutti sanno che attualmente la fattispecie di incompatibilità ascrivibile al caso Tedeschi è stata cancellata tra quelli previsti dalla legge, grazie ad un emendamento presentato da un senatore del Pd.
Credo sia lecito a questo punto chiedere ai dirigenti del Pd locale, ma anche di quello nazionale, se è possibile concepire il ricorso fino al terzo grado di giudizio per tutelare questioni squisitamente politiche? Inoltre sarebbe interessante conoscere quale utilità sociale può avere un emendamento come quello citato. Aver attivato a livello parlamentare una procedura permantenere situazioni come quella che attualmente esiste al CAM fa bene alla società ed ad affermare l’utilità della politica? Attualmente sonomolte le critiche alla gestione amministrativa del CAM, da quelle dei commissari dell’ATO a quelle della Procura della Repubblica di Avezzano.Di fronte all’inerzia totale della politica non ci si potrà lamentare se un giorno si dovesse scoprire che ci sono state operazioni illecite nel gestire le finanze del CAMfino a far ravvisare dei reati a carico degli amministratori.
E che credibilità avrebbero quei politici che come è successo per i casi Penati e Lusi si batteranno il petto dicendo che così non si può andare avanti ed invocheranno leggi più restrittive? Cari amici politici,militanti in qualsivoglia partito, gli strumenti per ben amministrare ci sono già; vanno solo adottati con coscienza. Nel caso dell’incompatibilità, è fortemente discriminatorio lasciare al consiglio, provinciale o comunale che sia, assoluta discrezionalità di scelta perché questo permetterà di disattendere l’istituto nel caso di amministratoridimaggioranza ediusarlocomeuna clava per schiacciare quelli di minoranza. Al riguardo credo sia emblematico riportare brevemente la mia esperienza. Circadue anni fa, a seguitodella contestazionedella sanatoria di un abuso edilizio che causava notevole danno alle proprietà confinanti del sottoscritto, il tecnico comunale produsse un atto con il quale condivideva pienamente la tesi circa l’illegittimità della sanatoria. Mentre si era in attesa di un provvedimento riparatore, il parere del tecnico cambiò improvvisamente e, pur di giustificare la sanatoria dell’abuso, si cimento con una serie di acquisizioni di pareri tecnico legali al limite del grottesco. Caso più unico che raro, cercò di giustificare il suo cambio di rotta con l’acquisizione di un parere del consiglio comunale, che proprio per pudore, considerata la totale incompetenza in materia, non si espresse nonostante gli appassionati interventi dell’allora consigliere comunale Tedeschi e del Sindaco D’Amore Renzo.
Dopo gli altri infruttuosi tentativi del tecnico di trovare degli esempi analoghi nella casistica giurisprudenziale, il problema è stato risolto con l’acquisizione di un parere legale “super partes”, formulato dall’avvocato Anselmo del Fiacco, consulente del CAM. Dopo l’operazione che potremmo denominare“azzeccagarbugli”, il tecnico ha provveduto a rilasciare un permesso a costruire al proprietario dell’immobile sanato, nonostante evidenti difformità tecniche rispetto al regolamento edilizio e al codice civile. Di fronte all’inerzia del Tecnico comunale, per niente osservante del principio costituzionale di indipendenza del funzionario pubblico ed indifferente alle rimostranze del sottoscritto, ne è scaturita la necessità di una tutela giurisdizionale al TAR. In attesa del giudizio, però, in un contesto territoriale dove anche le istituzioni preposte al rispetto della legalità lascianomolto a desiderare, la vita amministrativa a Cerchio è andata avanti con un corso particolare. Dopo le elezioni del 2011 l’insediamento della nuova amministrazione Tedeschi si è distinta per aver ribadito il principio in base al quale laminoranza va eliminata in quanto dannosa alla buona amministrazione.
Al riguardo, ancora oggi fa scalpore la genialata di far partecipare alla competizione elettorale una lista finta, approntata solo per permettere al capolista di farsi eleggere come consigliere di appoggio alla lista di Tedeschi, al fine di sottrarre un elemento al già esiguo gruppo di minoranza. Non è da meno la nomina dei componenti delle commissione elettorale comunale che, nonostante l’esito del voto e le proteste dellaminoranza, ha visto eleggere un consigliere di maggioranza nonostante avesse totalizzato meno voti del sottoscritto. Tutto questo senza che i politicanti locali dicessero nulla. Questo è il codice etico dei partiti politici e in particolare del Pd; anche a fronte di schifezze amministrative messe in atto dai propri iscritti unico strumento per rimediarvi è il ricorso ai giudici. Ora, paradossalmente, anche il relativo ricorso verrà invalidato a causa della decadenza da consigliere per incompatibilità.
Giuseppe Ciotti

Visualizza anche commenti Facebook

Rubavano cavi di rame, denunciate due coppie

Adesso che li avete presi.....li gettate nei lavori forzati con le palle di ferro hai piedi e incatenati !!!!!!!

Visualizza anche commenti Facebook

Pagine

Ultim'ora

Nuovo colpo del Paterno: tra i pali arriva Davide Croce

Avezzano - "Sono contento di iniziare questa avventura con una squadra che ha tutte le carte in regola per fare un...

Aperte le iscrizioni ai corsi LIS, la lingua dei segni italiana

L’Aquila - Comunicare in modo diverso dal solito, utilizzando non il canale vocale ma quello visivo e gestuale,  è l’...

Si getta nel canale, muore uomo di Luco dei Marsi

Luco dei Marsi – Ha parcheggiato la sua Fiat Panda sul ciglio, nei pressi del ponte tra Strada 40 e Strada 46, e si è...

Escursione sul Velino con Ethnobrain: un’esperienza nel cuore d’Abruzzo

Avezzano - Anche quest’anno l’Associazione Ethnobrain, impegnata nel...

Arrestato Felughi, accusato di aver lanciato un petardo contro la volante della Polizia

Avezzano - Nella giornata di ieri il personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Avezzano, coordinato dal...

Centenario della Prima Guerra mondiale: a Tagliacozzo una conferenza sulla storia del conflitto

Tagliacozzo - Venerdì 25 luglio alle 17.30, presso il Mary Moon Pub in piazza Duca degli Abruzzi a Tagliacozzo, si...

Partecipazione e commozione al secondo Memorial Alessandro Giancarli

Capistrello - Grande partecipazione al secondo Memorial Alessandro Giancarli, ieri alle 20.30 presso lo stadio comunale...

Il M5S di Avezzano incontra i consiglieri regionali tra le rovine di Alba Fucens

Massa D’Albe - Domenica 20 luglio il ...

Ultimi commenti

Pensando ai miei adorati nipoti nel profondo del mio cuore,il pensiero corre alle stragi...
mostra
Fate lavorare i ragazzi e le ragazze ITALIANI
mostra
Beh 35 euri al giorno sono pure una bella sommetta, io percepisco molto ma molto di meno!
mostra
MA METTETE IN PRIMO PIANO I RAGAZZI ITALIANI CHE FANNO SACRIFICI TUTTI I GIORNI COME...
mostra
Sai quanto guadagnano al fucino ? 35euro a giornata......ma dei dei 7/8oppure 9/ mila...
mostra
Sti' commenti e commentatori . . . è stato sempre cosi' e sempre lo sarà . Guardate cosa...
mostra