Commenti recenti

Da Micron a LFoundry. Firmato oggi il “closing”

Scusate se mi inserisco ma qui io di fiore all'occhiello non ci vedo piu' niente ;l'azienda era tecnologica venti anni fà ,adesso è vecchia .L'unica cosa che è rimasta avanzata la vediamo davanti ai cancelli entrata dipendenti ..C'è un contenitore di rifiuti per raccolta delle pile esauste messa li' da una idea di pennella nel 1993 o 1994 non ricordo bene il quale proponeva in una vecchia mir all'interno del Tqc una raccolta differenziata dei rifiuti speciali delle pile ed altri materiali di scarto anticipando di circa 20 anni la raccolta differenziata che facciamo dallo scorso anno ad avezzano .Mi sembra che il costo del contenitore delle pile ,della proposta costava poche centinaia di lire .Recentemente per raccogliere un po' di sfridi ,rottami di silicio ,qualche fetta rotta hanno organizzato un "progetto ambiente" che dà lavoro a una decina di persone e impegna manager ,supervisori,personale interno che raccolgono i contenitori insomma piu' che un progetto ambientale mi sembra un progetto per far fare qualcosa a chi non fà niente .Una operazione dai costi esorbitante per qualche sfrido di silicio ..a me piu' che amare l'ambiente mi sembra che ci campano
Visualizza anche commenti Facebook
Caro collega, come te e sicuramente altri, non sono stato raccomandato per lavorare in questa azienda (sono dal 1994), sto lavorando 4 giorni al mese... ma quale inversione di rotta? Prima dell'elezioni qualche politico si pure vedeva... se qualcuno ha fatto rumore non l'ha fatto per i lavoratori!!!! ma per i soldi che i lavoratori non fanno girare nella zona... piccoli uomini da un idea fanno il futuro, da una realta', fiore all'occhiello della tecnologia e innovazione facciamo il fallimento!
Visualizza anche commenti Facebook
Caro Gunther Ernst , al momento avete firmato un accordo in cui vi impegnate alla solidarietà :-) Sono un dipendente con una anzianità di servizio di 28 anni - assunto il 1/11/1986 alla Texas Instruments Italia senza raccomandazioni e senza zeppe nè conoscenze politiche...selezionato non raccomandato ( e si vede anche dal fatto che sono rimasto operatore dopo 28 anni di servizio anche con laurea in igiene industriale dopo 28 anni di servizio) attualmente il mio supervisore che è invece stato selezionato con criteri opposti mi fà lavorare due giorni al mese! Per non deludere le aspettative dei dipendenti e del territorio basta rispettare gli accordi.....Ci aspettiamo per non restare delusi naturalmente una inversione di rotta! :-)Ci aspettiamo non solo da te ma anche da tutte le rappresentanze sindacali, dai politici locali, da tutte le organizzazioni regionali, comunali, provinciali di non tradire il vostro impegno di non sentire parlare di esuberi ;insomma a noi vanno benissimo I contratti di solidarietà per tutti al posto della cassa integrazione straordinaria che è strumento discriminatorio per pochi.Grazie.
Visualizza anche commenti Facebook

Ex Eridania Sadam, si discute per la riconversione

Prima della crisi dello zuccherificio, lo zucchero sadam si trovava a prezzi da saldo. Questo probabilmente perché trasformare una barbabietola da zucchero dove la si produce consente di produrre in modo concorrenziale.
Visualizza anche commenti Facebook
che fine hanno fatto i 42 milioni di euro per la dismissione dello zuccherificio?
Visualizza anche commenti Facebook

Il sindaco di Tagliacozzo controbatte alle critiche di Morgante

Da sottoscrivere per intero quello che dice il Sindaco di Tagliacozzo! Franco.
Visualizza anche commenti Facebook

Micron, "vendita fittizia"?

Forse non hai capito .Quei soldi sono già stati spartiti ed una volta incassati spariranno nei conti correnti bancari tra i manager ;ai dipendenti ed operatori si dà la cassa integrazione straoridnaria pagati dallo Stato :-) insomma si spartisce il malloppo mentre il governo italiano paga la cassa integrazione straordinaria alle maestranze :-)
Visualizza anche commenti Facebook
Prendiamo stipendi talmente alti che se ti serve una ventina di chili di 100 euro ogni dipendente micron sara' lieto di darteli...
Visualizza anche commenti Facebook
Al momento hanno firmato un contratto di solidarietà che secondo loro dovrebbe pareggiare i conti .Ossia quelle persone che sono state messe da parte a zero ore e che hanno lavorato uno,due giorni di lavoro al mese di fronte agli altri ,alla maggior parte che dietro la scusa dei corsi ,del job importante,della poltrona sicura hanno continuato a ricevere la stessa paga ,quelle persone che alla fine abbiamo scoperto che sono per la maggior parte gli anziani della "Clean room " operatori di produzione che hanno fatto vivere l'azienda facendo turni da 12 ore notturne che oggi non piacciono piu' ...Per questa azienda chi vale sono le scaldasedie e le poltrone .Ma vi rendete conto ??? Come fate a pensare che una azienda si salvi sempre con la stessa politica organizzativa ?? Pochi che lavorano che adesso vanno sbattuti fuori e tanti che guardano chi lavora ?? Secondo voi perchè gli americani se ne sono andati??Pensate davvero che hanno "regalato" l'azienda e se ne siano andati solo per questioni economiche? Pensate allo schifo che hanno visto ...
Visualizza anche commenti Facebook
Esteromania unita alla denigrazione di ciò che locale è ,senso di appartenenza lobbistico inteso in quanto copia di pensiero e posizione delle varie fazioni teatranti nello scenario marsicano, un giorno un argomento il giorno dopo un'altro poi ti spiego cosa non voglio ed è giusto non volere ,,,!!l ed allora il politico di turno si associa al coro di no auspica chiede con forza amalgama unisce... Il giorno dopo più o meno gli stessi personaggi appaiono in altra commedia pronti a ribadire e rivendicare .... Ma poi non succede nulla perché gli attori nulla contano...dovremmo riappropriarci del nostro territorio e della nostra identità promuovere e sostenere ciò che di buono abbiamo agricoltura piccole irene medie imprese locali basta con i coloni in tutti i sensi.. Gino
Visualizza anche commenti Facebook
Sono totalmente d'accordo con te. Si ai contratti di solidarieta' e NO alla CIGS e MOBILITA' proprio perche'gli esuberi sono minimi.
Visualizza anche commenti Facebook
se veramente la micron deve restituire dei danari pagati dalla comunita perche' questi dovrebbero essere spartiti tra i dipendenti che hanno avuto fino ad ora signori stipendi.forse il rientro nelle casse statali sarebbe dovuto qualora esistestessero i presupposti e non illegalmente spartiti da una categoria o da un gruppo o da una corporazione.sollecitare una spartizione ad uso e consumo di qualsiasi soggetto di danaro pubblico e' reato
Visualizza anche commenti Facebook
Beh! Se siamo pochi gli esuberi ,proprio perchè pochissimi rispetto ai 1623 ci accontenteremo dei contratti di solidarietà proposti dal sindacato Ci appelliamo a tutte le istituzioni governative ,sindaci ,categorie sindacali,associazioni culturali ,enti ,patronati ed altri che hanno sempre detto che non vogliono sentire parlare di esuberi .. ... Noi lavoratori in esubero contiamo tutti sulla vostra parola data Grazie
Visualizza anche commenti Facebook
Quindi se il sito e' in perdita e' meglio chiuderlo, per il bene dei contribuenti. E' bene ricordarlo alla politica ed ai cittadini tutti, che se alla collettivita' costa meno chiuderlo, rispetto a tenerlo aperto, e' bene che lo si chiuda, e non che il giocattolo serva per far fare i comodi propri a Galbiati & Company. Dimenticavo, ma i manager, le chiavi dei "macchinoni" le hanno riconsegnate?
Visualizza anche commenti Facebook
e bravo tangredi, ci voleva un sindacalista di lungo corso per scoprire che la cessione di un sito in perdita comporta di riflesso un utile.Continuate così...quando i lavoratori capiranno che con le quote di iscrizione al sindacato potrebbero fare altro comincerete veramente a lavorare.
Visualizza anche commenti Facebook
Con tutto quello che e' costato alla collettivita' questo stabilimento (miliardi di finanziamento a fondo perduto a Texas Instruments), per non parlare degli scarichi dei prodotti chimici nelle fogne tipo Bussi, questi dirigenti hanno la faccia [...] e chiedono 40 milioni di euro allo stato? Ma che se li facciano dare da Micron, visto i soldi che si risparmiano, anche perche' se dovessero ridistribuire i 300 milioni di dollari su 1600 dipendenti, toccherebbero, in media, 187500 dollari a persona. Con circa 150.000 di euro in media a dipendenti, forse e' piu' conveniente chiudere lo stabilimento.
Visualizza anche commenti Facebook
Sicuro che la vendita e' fittizzia ed aggiungerei che tra le parti vi e' in essere un rapporto di tipo incestuoso (Micron, Aptina(che e' posseduta da Micron), Marsica Innovation(Galbiati e Martorelli dipendenti Micron)). Sono sicuro che tra qualche anno si ripetera' una sceneggiatura gia' vista: Alcatel-Olit, Ericson-Mekfin, Siemens-Flextronic-Finmek. Spero che la storia abbia insegnato qualche cosa ai nostri politici e che questa volta si mostrino determinati, invece di elemosinare un "piatto di lenticchie" da Galbiati.
Visualizza anche commenti Facebook
in realtà il problema non è stato neanche sfiorato ... di sicuro questi quà non pagheranno un cent al massimo potranno solo prendere come sempre successo .Intanto gli schiavi a 12 ore non possono ridursi le ore lavorate per far "lavorare tutti" .Appena chiuderà questa fabbrica voglio vedere le facce di chi ha sempre detto si a qualsiasi accordo ...
Visualizza anche commenti Facebook
Per Alessio Giusti: Hai viso ? Bravo Antonello, ma tu ? Cosa proponi ? Cosa hai mai proposto ? Danilo
Visualizza anche commenti Facebook
SI complimenti Antonello, il problema dello smantellamento della fabbrica e bonifica del sito, non può rimanere in capo ai cittadini di Avezzano (e almeno imparassero a scriverlo) E' indispensabile che l'amministrazione comunale pretenda le giuste tutele.
Visualizza anche commenti Facebook
OK finalmente si guardano le vicende nel giusto angolo complimenti a Tancredi mi stupisco che almeno per questa volta c'entra il vero nocciolo del problema. Alessio Giusti
Visualizza anche commenti Facebook

Ladri di secchielli della “porta a porta”

Egr.Dott.Botticchio un uomo colto e preparato come lei non sa Che fine fanno i rifiuti differenziati . Semplice carta plastica vetro e lattine seguono il circuito CONAI , conforme all'accordo ANCI -CONAI ad Avezzano la piattaforma CONAI è presso l azienda Ugo Casinelli ...dalla carta viene prodotta altra carta anche se di qualità inferiore quasi tutta la carta raccolta ad Avezzano e d intorni va alle cartiere della zona di Prato /Empoli con la plastica viene creata nuova plastica e riutilizzata per altre produzioni nel nostro nucleo industriale c'è la FAMAPLAST che utilizza molta plastica da riciclo per nuove produzione . Il vetro va in vetreria per nuovo vetro di solito vetrerie zona Perugia . Con la frazione organica viene prodotto un 'ottimo compost di qualità impiegato con successo nelle coltivazioni del Fucino . In Marsica abbiamo uno dei migliori impianti per la produzione di compost di qualità (impianto Aciam Aielli ) prenotando la visita si può visitare . Per i primi di giugno dovrebbe essere pronto il nuovo sito Tekneko. Con il tracciato mensile dei rifiuti dalla raccolta sino al riutilizzo finale . Per la Signora a cui hanno rubato il mastello potrà ritirare uno nuovo in sostituzione in maniera gratuita , su quello rubato è presente un microchip vedrà che salterà fuori. Umberto Di Carlo Tekneko srl
Visualizza anche commenti Facebook
Anche io sono stato vittima del furto del mastello! Inizialmente avevo pensato che lo avessero preso i vicini di casa per errore. La raccolta differenziata in qualsiasi posto italiano non può essere fatta con l'uso di mastelli piccoli e facilmente asportabili. Troppi motivi per rubarli, per esempio: - semplice inciviltà - noia - utilizzo personale - rivendita del terzo mastello da parte del produttore - ripicca del vicino o dell'operatore che vi odia - rivendita della terza etichetta sul mastello da parte del produttore etc, etc ... Come andrebbe gestita? Come si fa nei paesi "a rischio": il cittadino posiziona tra le 20 e le 22 solo la busta etichettata con il suo codice (servirà per fare sconti sulla tassa rifiuti a chi differenzia meglio), gli operatori addetti al ritiro dovrebbero passare tra le 22 e le 24. Satrebbe semplice, pulito e soprattutto immune ai furti!
Visualizza anche commenti Facebook

Animali investiti, Parco in azione per trovare rimedio

Come al solito si vuole SFRUTTARE la sensibilità dei cittadini, invocando tavoli di lavoro che aggraveranno soltanto il deficit del Paese. Un solo dato basta a definire l'inutilità della proposta, ed è riferito alla presenza di ponti e gallerie che non sono state scelte dagli sfortunati animali, che in quel momento non volevano andare a spasso per l'Appennino ma inseguivano magari una preda che si è infilata nella rete portandoli alla morte. Nel nord Europa sono stati realizzati sottopassi che facilitano l'attraversamento delle sedi stradali da parte dei rospi (per dirne uno), ciò non esclude che dei rospi attraversino la strada, serve sicuramente a limitare il danno, così è per la nostra fauna che comunque ha delle alternative ma è inevitabile che alcuni non passino al di sopra delle gallerie o sotto i ponti. Con degli amministratori come questi non andiamo da nessuna parte, poveri orsi!!!!!!!!!!!!!
Visualizza anche commenti Facebook

Abbandona rifiuti e ruba foto-trappola, denunciato

il problema non si risolve con la caccia alle streghe e con gli 007 della monnezza appositamente voluti da questa giunta comunale. il problema bisogna risolverlo alla fonte con la creazione di apposite isole ecologiche dove poter conferire rifiuti di vario genere (es. televisori, divani vecchi, materassi e potrei continuare con l'elenco). perché ad avezzano non è possibile fare un isola ecologica dove un cittadino possa conferire questi rifiuti indifferenziati? basta farsi un giro per la città proprio ieri ho visto diversi materessi e televisori vecchi appoggiati ai marciapiedi. perché a roma vengono effettuate e pubblicizzate (il tuo quartiere non è una discarica) le isole ecologiche che si svolgono più volte al mese, qui ad avezzano non viene fatto altrettanto? perché gli amici del wwf marsica che tanto si battono contro l'ignobile abbandono dei rifiuti indifferenziati documentando il tutto con decine di foto non hanno mai avanzato proposte all'amministrazione comunale come ad esempio l'istituzione di isole ecologiche nella nostra città? ad oggi aimhe, purtroppo la soluzione per smaltire questi rifiuti indifferenziati non esiste se non quella di pagare diverse decine di euro per il ritiro dei rifiuti ingrombranti ed indifferenziati.
Visualizza anche commenti Facebook
Nel medioevo per reati paragonabili appendevano le teste. Oggi, che ci siamo evoluti (ovviamente non parlo di chi commette questi infamanti reati) andrebbero pubblicate perlomeno le foto. Complimenti al Sindaco ed il team della Polizia Locale che instancabilmente opera su questi reati. M.D.
Visualizza anche commenti Facebook
Comunque sarebbe giusto pubblicare il nome completo e anche la foto di questi ....signori... almeno possiamo...........................
Visualizza anche commenti Facebook
MEDAGLIE D'ORO AL VALORE CIVILE A TUTTIIIIII I COMPONENTI DELLA SQUADRA REPRESSIONE DISCARICHE ABUSIVE DEI VV.UU DI AVEZZANO . Il qualunquista.
Visualizza anche commenti Facebook
Fino a qualche tempo fa potevamo avere dubbi, ma ora si fa sul serio, il sistema funziona. Merito della Polizia Locale settore Ambiente e di una ferrea volontà dell'assessore. Adesso però, bisognerebbe cominciare a smascherare la gente che compie tali atti, none e cognome, non bastano le iniziali, per chi come in questo caso, ha anche rubato. Di altri ladri, i nomi vengono pubblicati. Facciamolo anche per chi ruba e danneggia l'Ambiente, il bene di tutti, ROS Avezzano
Visualizza anche commenti Facebook
Bene avanti così.... mi posso risparmiare di tornare a denunciare abusi anche questa settimana .... grazie per l'impegno della polizia locale !!
Visualizza anche commenti Facebook

Rivedere la captazione delle acque del Giovenco

La captazione avviene già. Da anni, in favore del territorio aquilano.
Visualizza anche commenti Facebook
Scusate il ritardo ma leggo solo ora l'articolo. Se ho capito bene le acque del Giovenco sono già captate e deviate in direzione aquilano? la discussione riguarderebbe una eventuale captazione a favore della piana del Fucino? Se la captazione delle acque non è già operativa, una eventuale captazione cosa comporterebbe per la già esigua portata del fiume Giovenco? corriamo dei rischi ambientali? dobbiamo preoccuparci di un ritorno di fiamma del progetto Amplero che tante preoccupazioni recò ai residenti della Valle del Giovenco a metà anni 80'??? Vi sarei grato per un chiarimento su questa questione Grazie Cordialmente Cesare Maggi (madeinmarsica@hotmail.it)
Visualizza anche commenti Facebook

Garibaldi e Pio IX nell'istituto tecnico industriale "Ettore Majorana"

Una interessante iniziativa, finalizzata a raccontare la storia d'Italia attraverso la documentazione d'archivio, fuori dalla solita retorica della pubblicistica scolastica. Il ricercatore e saggista Fulvio D'Amore, ormai noto per i suoi libri, sarà al centro di un serrato dibattito con domande e risposte atte a chiarire avvenimenti oscuri o romanzati del periodo trattato, mettendo al centro della trattazione la triste condizione dei contadini, braccianti e pastori che non capirono affatto, viste le loro misere condizioni di vita, il momento dell'Unità (Prof. Giuseppe Ranucci)
Visualizza anche commenti Facebook

Camion che trasporta cavalli a fuoco sulla A24

I VIGILI DEL FUOCO SONO IL MIO IDOLO E LO SARANNO SEMPRE....VENGONO PAGATI TROPPO POCO PER TUTTI IL LAVORO CHE FANNO E PER IL RISCHIO CHE DEVONO AVERE...NON SE LO PUO' AVERE SE NON SI è ORGOGLIOSAMENTE VIGILI DEL FUOCO O MOGLIE O COMPAGNIA DI UNO DI LORO!!! VI AMO...EVVIVA I MIEI ANGELI DEL FUOCO..... IL CORAGGIO E LA REALTà CHE AVETE SEMPRE AVUTO VI ACCOMPAGNI... P.G.
Visualizza anche commenti Facebook

Bonificato il "focaraccio" dello Spirito Santo

La festa della Madonna di Pietraquaria è una festa religiosa popolare. La "tradizione storica" delle feste religiose popolari ha da sempre unito la devozione al Santo patrono con la gioia di stare insieme in momenti di aggregazione rallegrati da musiche, giochi, panini ... Se dopo la recita del S. Rosario dinanzi al quadro della Madonna intervallato da canti a Lei dedicati si trascorre insieme la serata - in migliaia! - in sana allegria, c' è solo da congratularsi con gli organizzatori per il loro ammirevole gratuito faticoso impegno. Almeno da parte di chi non soffre di ipocondria o magari di invidia ...
Visualizza anche commenti Facebook
certooooo. stamattina ancora l' aria la' attorno puzza di plastica bruciata e c' e' una scuola elementare/materna a poche decine di metri......quel fuoco non andava "bonificato", non andava acceso, la' sotto c' era ancora di tutto e si sentiva !!!
Visualizza anche commenti Facebook
Mi associo e complimenti agli organizzatori del fuoco della parrocchia dello Spirito Santo. Un lavorone ben fatto.
Visualizza anche commenti Facebook
prendete esempio dal quartiere Pucetta, almeno si maniene la tradizione storica e non pensano soltanto alla questua per il cantente di turno
Visualizza anche commenti Facebook

Smart Box replica alla Federconsumatori e assicura massima tutela ai Consumatori

Ho prolungato la smart box in scadenza, con un costo noto, il restante voucher mi permette di acquistare un nuovo cofanetto. Peccato che vai sul sito della Smart Box e lo stesso cofanetto diventa non disponibile da circa due mesi. Contattare la Smart Box è praticamente impossibile, le mail di risposta sono automatiche ed il servizio telefonico è perennemente occupato. Che bella fregatura!!!!! Sto provvedendo a fare denuncia al servizio dei consumatori.
Visualizza anche commenti Facebook

Di Pangrazio a Letta: "Serve un Governo di svolta"

Il vento del cambiamento si è interrotto. Questo nuovo governo, comunque indispensabile al Paese, appare la prosecuzione del governo Monti con qualche elemento di umanità in più. Francamente poco. Sono tra i delusi per la mancanza di coraggio del PD di sventolare fino in fondo la bandiera del cambiamento e della speranza attraverso il voto a Prodi o a Rodotà (ma Rodotà sarebbe stata la vera svolta politica). Quanto alle considerazioni del sindaco della città di Avezzano le trovo un pò pigre, prive di una analisi attenta del malessere dei cittadini espresso con il voto di febbraio. E il programma del governo appena insediato è minato alla radice da un'allenza forzata di Pd e Pdl, i cui programmi, se mantenuti, permangono alternativi. L'esempio dell'IMU è clamoroso: con l'abolizione e la restituzione dell'IMU a tutti saremmo costretti a brevissimo ad un'altra manovra finanziaria "lacrime e sangue" come quella del governo Monti. Con l'abolizione dell'IMU solo per la prima casa si darebbe un vero segnale di svolta, con lo sguardo proprio alle persone che ora sono più in difficoltà. E che dire della controriforma Fornero, che ha prodotto maggiore disoccupazione? Oppure degli investimenti da effettuare per mettere in sicurezza il territorio, vera fonte di risanamento e di lavoro? Ecco il mio disagio è profondo e le parole del sindaco lo alimentano. Mario Casale Avezzano
Visualizza anche commenti Facebook
Sono felice di leggere finalmente cosa ne pensa il primo cittadino sul nuovo governo! non mi stupisce, ma mi lascia molto amareggiata, sentire tali parole :"populismo" e ,per giunta, con tanto allarmismo. mi spiace, soprattutto perchè è proprio la marsiaca che, se nn ricordo male, si è distinta nel supportare il così definito "populismo". ancora una volta non si ascolta il popolo, che non fa populismo, chiede solo giustizia e di vivere in un paese democratico, dove non conta il benessere di pochi. toni di allarmismo bisognerebbe rivolgerli, a mio avviso, ad una classe politica che si disgrega per poi riaggrupparsi in una forte coalizione, dove non si sa più chi sia l' opposizione. l' unico scopo è di mantenere tutti sul "baraccone". cordiali, saluti da una delle tante cittadine.
Visualizza anche commenti Facebook

Nel Parco, la presenza del Gufo Reale

Ti ringrazio, ma almeno un piccolo indizio...
Visualizza anche commenti Facebook
Ferdinando Mercuri sei straordinario! Bravo! Un saluto da una tua collega e da suo figlio!!!!!
Visualizza anche commenti Facebook

Wikipedia racconta gli omicidi di Paris e Berardicurti

Lo sfruttamento che l'Utente anonimo denuncia è autentico,ma storicamente inapplicabile alle situazioni di sfruttamento del bracciantato nel Fucino degli anni venti-trenta e che portò alla fine della guerra mussoliniana ai tragici fatti del 1950 ,a Celano. Il bracciantato sfruttato nel Fucino del Torlonia,del duce e del re ,ampiamente documentato e storicamente povato,non è paragonabile a quello odierno dei poveri e miseri extracomunitari : nel Fucino degli anni venti e trenta lo sfruttameno era legalizzato e se non tale era,quantomeno era accettato dal governo centrale fascista che non ha MAI disapprovato i mezzi coarcitivi del Torlonia nei riguardi dei lavoratori delle sue (!) terre. Lo sfruttamento denunciato e purtroppo troppo spesso accertato di exracomunitari nelle campagne del Fucino,è atto barbaro e incivile di taluni ignobili imprenditori (!) agricoli che lo commettono infrangendo la legge, ma certamente disappovato dallo Stato italiano. e dalla cittadinanza marsicana.
Visualizza anche commenti Facebook
La memoria va sempre tenuta viva, sforzandosi affinchè il ricordi di pochi non diventino mai il ricordo "personale" di tutti. La critica storica deve essere innata in noi. Invito però le persone che hanno realizzato questa pagina ad essere protagonisti del loro tempo oltre che a ricordare il passato. Nel Fucino di oggi , e non da oggi, vi è in atto uno sfruttamento massimo di manodopera per la maggior parte di origine nord africana. E' impossibile vedere queste persone girare nelle nostre strade e non adoperarsi per alleviare le difficoltà di almeno uno di loro. E' troppo facile parlare delle cose del passato con mostre, articoli ed altro. Il compito di ognuno, e credetemi non lo dico con polemica verso nessuno, è quello di vivere il proprio tempo cercando di farlo progredire affinchè si lasci agli altri un mondo migliore. Il solo ricordo senza l'azione è nullo. Secondo Tranquilli
Visualizza anche commenti Facebook

Volontari in azione:"Puliamo il Salviano" | FOTO

Ottima iniziativa prova provata che l interesse per l ambiente non ha ne colore politico o di parte l ambiente è di tutti e tutti dobbiamo fare la nostra parte ....Gli Avezzanesi non sono poi così insensibili .... Bravi tutti bravi tutti noi per l impegno ... Gianni
Visualizza anche commenti Facebook

Pietraquaria: i fuochi della discordia

Grande idea appestare l'aria in onore della Madonna! Degna di un popolo geneticamente inferiore come quello avezzanese.
Visualizza anche commenti Facebook
Personalmente ho avvisato i Vigili Urbani il giorno prima sulla situazione di via America, dove nsieme a poca legna c'era una gran quantità di mobili in bakelite. Francesco
Visualizza anche commenti Facebook

Da Di Marco Testa meno polemiche e più fatti

Perchè forse le scuole di Magliano hanno avuto danni dal sisma 2009? E quelle di Oricola? E quelle di Celano? Per non parlare di quelle del pescarese!!!! Questo Morgante ha un'arroganza senza pari. Sarebbe buona cosa andare a vedere chi e come ha attestato i danni da sisma di scuole rimaste da allora perfettamente aperte e funzionanti! Questo è il tipico esempio di cattiva politica che distribuisce soldi agli amici senza criterio alcuno; la messa in sicurezza delle scuole è cosa sacrosanta, ma con alla base criteri e metodi chiari e trasparenti! Anche Report ha avuto da ridire, ed il nostro balbettò frasi prima di rimanere senza parole. Sarebbe bello che la gente, quando vota, capisse realmente quali persone siano meritevoli di consenso e lasciasse al proprio lavoro (per chi ne è capace) soggetti oggi campati dalla collettività! Giuseppe - Avezzano
Visualizza anche commenti Facebook

Le fiamme dei Focaracci avvolgono Avezzano

sicuramente non hai visitato i fuocaracci perche' dici sempre la stessa cosa, tutti i fuochi sono belli ognuno li fa' come puo'. Hai visto il fuoco di Pucetta ?? bellissimo. Che poi buttano nel fuoco, di notte e di nacosto materiali di scarto e inquinanti questo e' un altro discorso. Ho letto che, per esempio, il fuoco della Parrocchia dello Spirito Santo e' stato bonificato dal comitato organizzatore. Anzi voglio precisare che il vero fuoco era all'epoca fatto di legna di recupero e frasche. Segno e' che i tempi cambiano . Come cambia il modo di accogliere la gente che visita i fuochi: dove c'e' festa c'e musica e si puo' anche mangiare. Mark71
Visualizza anche commenti Facebook
.... forse non hai visitato i fuochi ..... e molto probabilmente vai per sentito dire. ce ne sono stati molti di fuochi ben fatti .... dimentichi Pucetta e se vuoi andare indietro nel tempo i veri fuochi venivano fatti con legna e frasche recuperate e non con legna comperata, segno e' che le cose sono cambiate come e' cambiato il modo di far festa. Che poi, la notte, gente senza scupoli scarica di tutto nel fuoco e' un'altro discorso. Quello che si riesce a recuperare poi con la vendita dei panini va come offerta alla chiesa. Dove c'e' festa c'e' allegria e si puo' anche mangiare. Piu' che giusto. Pucetta 88
Visualizza anche commenti Facebook
Confermo che la festa viene rispettata pienamente solo nei quartieri storici della città, dove il culto del fuoco della Pietraquaria è radicato. Nessuna vendita, solo accoglienza e casomai, qualche offerta libera. Bellissimi come sempre i fuochi di Via San Francesco, della Madonna del Passo. Il resto è poca cosa, in gran parte fuoco di scarti anche pericolosi e maleodoranti. Anche se finisce il senso di questa festa, purtroppo, continuerà il non senso di ciò che di questa grande e unica rimasta, tradizione avezzanese, ne hanno fatto le nuove generazioni che non hanno saputo raccogliere il testimone di una devozione religiosa, e l'hanno trasformata in un qualcosa che, in un giorno qualsiasi dell'anno, avrebbe lo stesso effetto. Purtroppo. ROS Avezzano
Visualizza anche commenti Facebook
abbiamo visitato diversi fuochi per Avezzano come vuole la tradizione, ma alla fine mi sono fermato proprio al fuocaraccio dello Spirito Santo, oltre a trovare il parcheggio ho notato una buona organizzazione. C'era moltissima gente, abbiamo potuto mangiare a prezzi popolarissimi, mi sono seduto ai tavoli e sono stato a mio agio con la mia "compagnia" , ci siamo divertiti e come vuole la tradizione c'era gente che rendeva omaggio alla Madonna nello stand allestito a proposito e per di piu' c'erano anche le sedie. Mi sono sentito come a casa anche se non ero della parrocchia e non capisco perche' dobbiamo sempre criticare il benfatto e lo sforzo degli organizzatori dei fuochi. Un elogio agli organizzatori. Bravi. Ps.: Cera anche la musica . Un saluto Luigi
Visualizza anche commenti Facebook

Rifiuta alcol-test, denunciato 53enne di Avezzano

Si si ... io sono capitato al pronto soccorso una sera e c'era appena stato uno scontro frontale tra due signori risultati positivi ( avevano superato di gran lunga il livello di soglia...) al test dell'alcol . Incredibile...per i due non venne preso nessun provvedimento. Anzi, una volta tornati a casa, ebbero la gran faccia tosta di pensare ripresentarsi per lamentare dolori in tutte le parti del corpo! Forse speravano in qualche risarcimento assicurativo??? Ai due chiaramente dopo le lastre non risultò proprio niente! Questa è l'Italia che non cambia e ahimé ...non cambierà mai! PS Impressionante, mentre attendevo il mio turno si sentiva uno dei due che vomitava come un dannato!
Visualizza anche commenti Facebook
Mi associo a quanto espresso dall'utente anonimo alle ore 12:47;l'aumento dei controlli da parte di tutte le forze dell'ordine salvaguarderebbe tutti noi da coloro che si ubriacano e che fanno uso di droghe. Luxor
Visualizza anche commenti Facebook
Complimenti ai Carabinieri; è pieno di guidatori in questo stato (soprattutto su camion e furgoni). Aumentate i controlli. M.D.
Visualizza anche commenti Facebook

Cam, un piano di salvataggio “Lacrime e sangue”

Non capisco perché si proponga un progetto con 15 milioni di euro che dovrebbero ricadere sulle spalle dei cittadini......che paghino coloro i quali non hanno saputo svolgere il proprio compito ed hanno sperperato. Noi cittadini paghiamo per avere dei servizi e non per mantenere dei carrozzoni di nani e ballerine nullafacenti!!!!!
Visualizza anche commenti Facebook
Il documento presentato mi sembra una buona base di discussione per avviare un percorso serio di assunzione di responsabilità, di riorganizzazione strutturale del Cam e di coinvolgimento partecipato di cittadini. Osservo che la riflessione è avanzata da amministratori e esponenti politici non compromessi con la storia del Cam e perciò credibili e disinteressati. Mi piacerebbe che il documento accogliesse la richiesta di maggiore coinvolgimento delle organizzazioni sindacali per impedire sul nascere i rischi di far pagare resposabilità altrui a coloro che ci garantiscono la fruibilità di un bene comune, come l'acqua, con serietà e impegno. E soprattutto impedire a logiche ragionieristiche di imporre soluzioni a carico dei soliti noti: utenti e lavoratori. Per questo ci vuole una politica trasparente, come l'acqua. Mario Casale Avezzano
Visualizza anche commenti Facebook

Protezione Civile, volontari a lezione antincendio

Grazie Manuela. Considera che in genere quando un gruppo organizza un corso AIB i partecipanti sono forse un quinto e organizzare esercitazioni del genere sarebbe impossibile per chiunque. LA possibilità di contare sulle forze i mezzi e le risorse umane di tutte le associazioni del Coordinamento ci permette di avere una formazione a livelli decisamente superiore agli standard, oltre al fatto che la possibilità di condividere esperienze del genere fa si che si possa iniziare a parlare di una cultura e una formazione condivisa tra tutte le associazioni. Inoltre se provi ad immaginare che intervenendo su una emergenza incendio questi volontari andranno a lavorara fianco a fianco con persne che conoscono e con le quali hanno condiviso il percorso formativo capisci bene quanto tutto ciò sia importante, per i volontari come per gli operatori del NOS o il DOS (dirigente operazioni spegnimento) che possono contare su circa 150 persone formate nelle due edizioni del corso la prima dello scorso anno e questa. Un ringraziamento a tutti i volontari che si sono impegnati nel corso e agli organizzatori. Un ringraziamento particolare ai docenti che sostengono sempre con la loro disponibilità le iniziative del coordinamento. Il presidente del CooVoM Marialuisa ROSSI
Visualizza anche commenti Facebook

Nozze di diamante, un traguardo straordinario

Giungano ai sigg. Comincio ed Elia i più sinceri auguri. Tanino
Visualizza anche commenti Facebook

Pagine

Ultimi commenti

Ma come si fa a vivere in Italia!!!!!
mostra
Ma come si fa.....
mostra
Che bella coppia !
mostra
Triste quio ceglio che se posa a Capistrejjo....
mostra
Sono contento per il ripristino della linea ferroviaria, ma il comuna faccia qualcosa...
mostra
Perché non li inquadrate a figura intera? io li conosco,ma chi non li conosce si perde lo...
mostra

Approfitta di queste offerte