Commenti recenti

Mi sono svegliata una mattina...

Brava Francesca ,Una bellissima lettera dedicata ad un ragazzo speciale. Spero che tutti i giovani seguino cio' che tu hai scritto e,abbiano il coraggio di raggiungere i propri obiettivi . La vita e' breve e va vissuta nel miglior dei modi. Sono vicina ai genitori per la perdita del caro Emilio
Visualizza anche commenti Facebook

Incendiata nella notte auto di noto imprenditore

Dovete fare i bravi!! se no vi bruciano la macchina... e su su, fate i bravi. Ancora c'è gente che pensa di fare liberamente l'imprenditore...dove pensa di vivere in Norvegia?
Visualizza anche commenti Facebook

Cintarella, 'ritocchini' ma la strada si sgretola

hanno inaugurato "l'autostrada del fucino" e non si sono accorti (anche se sono sicuro che lo sanno in molti ma fanno finta di niente) che appena superata la rotonda a strada 10 direzione borgo incile,curva a sinistra, pendenza della carreggiata verso destra senza protezione e con il canale li a neanche tre metri....e tra non molto cominciano le gelate!
Visualizza anche commenti Facebook
La classe politica dovrebbe vergognarsi ed invece fa finta di nulla. Lex il presidente le conosce bene quelle strade ma non gli ne frega un cavolo e fa finta di nulla. Comunque penso si dovrebbe evidenziare il problema a tutti i livelli prima che qualcun altro ci rimetta la penne. Dopo la messa in sicurezza di strada 1 più nessuno parla ad iniziare dalla stampa. Sono tutti contenti e tutti a prendersi i meriti. Che schifo!! Un grazie a Terremarsicane per aver ridato luce alla problematica. Spero non sia una goccia in mezzo al mare e soprattutto che altri organi di informazione trattino l'argomento.
Visualizza anche commenti Facebook
Purtroppo il nostro presidente non percorre queste strade per andare a lavorare di giorno di notte quanto piove e le strade sono allagate e con il ghiaccio ...... Presidente perché non ti fai un giro quanto piove da San benedetto ad Avezzano via fucino con la tua macchina blu.... e poi chiedi al tuo autista cosa ne pensa. Buona passeggiata.
Visualizza anche commenti Facebook
Bastasse il "maaalox"
Visualizza anche commenti Facebook
Cosa dire, se questi sono i servizi che le tasse dovrebbero darci sentiamoci tutti derubati. Ma perseverare nel farsi derubare è diabolico.
Visualizza anche commenti Facebook
UN ABBRACCIO AFFETTUOSO ALLA FAMIGLIA GIANCARLII. IL RICORDO DI ALESSANDRO , COLLEGA DI MIO FIGLIO, E' SEMPRE VIVO NEI NOSTRI CUORI
Visualizza anche commenti Facebook
questi sono i lavori fatti con i piedi. Se venisse usata la testa non si vedrebbe questo schifo; basta fare gli scolini di fianco alla strada non le montagne di terra che ostacolano il reflusso dell'acqua.
Visualizza anche commenti Facebook
VERGOGNA! Quante persone ancora dovranno rischiare la loro vita prima che si faccia realmente qualcosa???? Nessuno dovrebbe provare quello che sta provando la mia famiglia da quasi due anni!!
Visualizza anche commenti Facebook

Francesco de Gregori al "Concerto di Natale" 2014

Sono la più felice del mondo.Ci sarò.Chiara.
Visualizza anche commenti Facebook

Scuola Santa Barbara, Ciciotti: "Abbiamo svolto il nostro compito di controllo politico-amministrativo"

A Capistrello si usa fare come in francia, si fa prima il tetto e poi le fondazioni.
Visualizza anche commenti Facebook
Adesso non facciamo che la colpa è del signor Ciciotti e di chi sottolinea e denuncia quello che non funziona, è da molto tempo che si combattono battaglie da parte dell'opposizione, sia per la scuola elementare che per le medie.
Visualizza anche commenti Facebook
Ma ha senso rifare un controsoffitto se ci sono infiltrazioni d'acqua nel tetto? Scusate l'ignoranza ma non si dovrebbe rifare prima il tetto? Già...non ci sono i soldi!
Visualizza anche commenti Facebook
E' dallo scorso anno che i bambini vengono spostati come pacchi da un'aula all'altra e che in una delle aule dell'ala vecchia piove a dirotto. Ma dove stava lei signor Ciciotti? Perchè l'opposizione arriva sempre a scoppio ritardato quando sono i genitori, i realtà, che denunciano e che come al solito non vengono presi in considerazione da nessuno, nemmeno dalla preside che, nel dubbio e in attesa che venissero effettuate le verifiche, ha preferito lasciare i bambini in quelle aule sbandierando un' autorizzazzione che attestava l'idoneità delle stesse e volendo volutamente ignorare quanto già successo l'anno scorso perchè non le interessavano i problemi antecedenti al primo settembre 2014, giorno del suo insediamento.
Visualizza anche commenti Facebook
Sembra che chiunque denunci, evidenzi fatti, tenga in considerazione le giuste lamentele di moltissimi cittadini, debba stare a giustificarsi con l'Amministrazione e con altri che si sentono punti nel vivo. Non "rovesciamo le frittate" e non facciamo in modo che passi in secondo piano un fatto evidente: Grande disagio. Lavori che potevano essere fatti nei TRE MESI estivi, vengono fatti in ottobre, con palese urgenza in quanto c'è pericolo (perché altrimenti si sarebbe aspettata la chiusura natalizia, o la chiusura estiva 2015) e con i minori in istituto, fatto grave. Non facciamoci buttare fumo negli occhi da chi vuole sminuire.
Visualizza anche commenti Facebook

Il costituito comitato si mobilita contro l'antenna

Forza ragazzi, andate avanti così avete tutta la mia solidarietà.
Visualizza anche commenti Facebook

L'italia ha smesso di sognare

Gentile Prof. Zuchegna , io purtroppo non sono uno studioso , però cerco di osservare quello che mi accade intorno . Noi , come Nazione , stiamo " esportando " molti giovani laureati : medici , ingegneri , architetti , tecnici ,ecc. ecc., "importando " manovalanza e criminalità . Lei pensa che con queste persone la Nostra bella Italia possa risorgere dalla triste situazione nella quale si trova ? Tralasciando la disastrosa "guida" politica Nazionale . La saluto rispettosamente , Antonio .
Visualizza anche commenti Facebook

Cala il sipario sulla Presider

Buona idea caro Walter quella di cacciar via uno scaldapoltrona a fronte del licenziamento di due lavoratori,ma appunto ...sarebbe chiedere troppo !
Visualizza anche commenti Facebook
Ciao Alex...una legge del genere però discriminerebbe ancor più chi non ha mai lavorato,e questa è una delle cose più gravi in Italia,appunto l'ingresso nel mondo del lavoro,Diciamo che andebbero assunte le persone che meglio si adattano alla figura richiesta,senza favoritismi di sorta.La Pubblica Amministrazione locale è piena di ex GT Glass,ex Flocon Sud etc.etc...Piuttosto, ci vorrebbe una legge che preveda che,per ogni 2 posti di lavoro persi, un sindacalista scaldapoltrona venga estromesso dal suo incarico. Ma sarebbe chiedere troppo,,,,
Visualizza anche commenti Facebook
in italia basterebbe una legge che preveda l obbligo di assumere chi ha perso il lavoro come nel caso dell articolo.....ogni 2 assunti uno deve essere preso dalla lista di mobilita'....certo sarebbe una buona cosa....tranne magari per chi abituato al lavoro di ufficio al calduccio e con internet davanti debba poi iniziare a lavorare in qualche fabbrica in posti diciamo....."meno comodi".....
Visualizza anche commenti Facebook
Siamo nel momento temporale in cui l'effetto disgregazione innescato dai poteri forti ,che siano politici o mondiali come il Nuovo Ordine Mondiale sta facendo effetto. La nostra miopia , la scarsa voglia di informarsi e restare al buio hanno fatto si che questo cancro sociale stia prendendo il sopravvento ,saremo presto condannati a vendere l'ultima cosa che ci resterà ,la nostra libertà , ci installeranno in chip sotto pelle e verremo pilotati tutti come dei robottini .Bisogna informasi e prendere consapevolezza solo così potremo andare avanti ,diversamente non esiste futuro.
Visualizza anche commenti Facebook
Non sarebbe quindi corretto, visti i risultati, che calasse anche il sipario su certi personaggi che si definiscono sindacalisti ma che di fatto stanno accompagnando, una dopo una, tutte le realtà industriali locali alla messa in liquidazione?
Visualizza anche commenti Facebook
Negli anni difficili del dopoguerra c'era "uno" che girava per la nostra città con un triciclo per raccogliere resti di ferro che "noi" ragazzini affamati e poveri dei rioni di Avezzano raccoglievamo dalle abitazioni distrutte dai bombardamenti e se ricordo bene il"nostro" , al grido di "ferro vecchio" , ce lo pagava 7 lire il chilo ! Parlando di Siderurgica Lombardi che chiude,mi chiedo chissà chi era "quel" ferrovecchi degli anni cinquanta !
Visualizza anche commenti Facebook
Sindacati. Bel lavoro. complimenti.
Visualizza anche commenti Facebook

Anche Celano ha ricordato il '4 Novembre'

Carissimo Gianvincenzo, fra noi non esiste polemica ma affetto e stima reciproca. Ti ho detto mille volte che tu sei hai una conoscenza profonda ed invidiabile della nostra Città e per questo sei una preziosa risorsa della collettività. Accolgo con piacere le tue precisazioni sul monumento, per altro a me ignote, e ti offro la spiegazione sulla differenza numerica dei caduti della Grande Guerra. Fino ad alcuni anni fa (ebbi modo di vederlo e di consultarlo), negli archivi comunali vi era un elenco risalente al 1922 dei soldati a cui dovevano essere intitolati gli ippocastani del parco. I nomi riportati sull'elenco erano 119 e corrispondevano esattamente a quelli che ancora oggi possono essere letti sulle tre lapidi poste vicini al locale Le Bistrot. Per realizzare la mia ricerca sono partito da quei nomi, non potevo disporre di null'altro ad eccezione della consapevolezza che ormai, a distanza di cento anni dall'evento bellico, ogni forma di memoria nei loro riguardi era andata perduta. Per questo motivo ho cercato di saper qualche cosa di più su quelle persone, di quelli che furono i loro sogni, di ciò che fu il loro destino, anche piccole cose ma che comunque potessero aggiungere un rigo di vita a quei nomi. Grazie al Presidente di Cime e Trincee (Associazione storica che da anni è all'avanguardia sugli studi della Grande Guerra) ho avuto accesso a data base molto dettagliati. Insieme abbiamo effettuato una ricerca computerizzata, usando come parola chiave "Celano". I risultati sono stati sorprendenti. 155 nominativi e 29 sepolture ritrovate in varie parti d'Europa. Perché questa diversità? Semplice dopo aver individuato i motivi. Fra i soldati, oltre ai celanesi di nascita, vi erano anche quelli che erano nati in altri luoghi ma che per matrimonio risiedevano a Celano. Inoltre negli elenchi ministeriali sono segnalati come celanesi anche coloro che si erano trasferiti altrove 8è il caso di due ragazzi che erano emigrati negli Stati Uniti con le famiglie e che combatterono con l'esercito a Stelle e Strisce ma che conservarono la doppia cittadinanza) e poi ancora tanti altri incredibili casi. Ormai di tutti ho la documentazione e conto di pubblicarla (non so quando). Con stima ed affetto, Mario Cantoresi.
Visualizza anche commenti Facebook
Solo per precisare e non per polemizzare. Il monumento che c'era prima di quello attuale venne realizzato e posizionato nel 1923 e non nel '25. Era opera dello scultore romano Francesco Granata. La data è certa in quanto già a novembre del 1922 (Ancora sindaco il socialista Filippo Carusi) si accese una discussione (per poco non ci fu una guerra civile in paese) con i fascisti perché i socialisti volevano che il simulacro dedicato ai Caduti venisse posizionato all'ingresso del cimitero comunale (I cappuccini) e i fascisti in Piazza Del Mercato. Ovviamente la spuntarono i fascisti che, inoltre, cambiarono pure il nome alla piazza che divenne Piazza IV Novembre. Concordo sul numero esatto dei Caduti anche se non riesco a sapere perché ne furono citati sul Sacro marmo solo 119. Tutto ciò senza vena polemica, ma mi rivolgo all'amico Mario al quale va tutta la mia stima.
Visualizza anche commenti Facebook

Fucino come la Terra dei Fuochi? Coldiretti dice no e difende l'economia marsicana

Ho provato semplicemente ad evidenziare un problema gravissimo delle nostre terre..... Il fatto che i rifiuti NON SIANO DELLA MARSICA penso non sia un piccolo problema, visto che in modo sicuramente illecito si effettuano scarichi nel fucino di rifiuti provenienti da chissa' dove.....fa comodo sicuramente a qualcuno scaricare nelle nostre terre rifiuti speciali per i quali non credo basti attivare un semplice depuratore.... PREVENIAMO...e poi per essere ancor piu' scrupolosi DEPURIAMO!!!!
Visualizza anche commenti Facebook
Vorrei rispondere sia a Piripicchio che all'utente anonimo (9,05). "piripicchio", non credo assolutamente di essere un "saccentone", e comunque non hai dato una tua risposta/opinione alla mia domanda su quali siano le fonti dalle quali si attinge per l'irrigazione e quali siano le "TECNICHE IRRIGUE controllate con scrupolo e professionalità". Siccome non posso mettere la mano sul fuoco sulla coscienza dei coltivatori, siccome sono un consumatore, e siccome non sono una scimmia che legge gli articoli senza un minimo di critica (ripeto, l'equazione "depuratore non in funzione + valori sballati nei canali + presenza di insediamento industriale" mi deve far suonare l'allarme sulla qualità dell'acqua di irrigazione). O credi che mi debba far bastare la politica affermazione del direttore coldiretti "...l'attenzione per la qualità e la salubrità dei prodotti orticoli da parte dei produttori agricoli è massima; le tecniche di produzione ed irrigue praticate sono controllate con scrupolo e professionalità..."? Utente anonimo 9,05: le industrie ai bordi del fucino sono sicuramente dei potenziali inquinatori. O no? Anche la più piccola industria ha liquidi nocivi da smaltire (acidi, olii, reflui di lavorazione etc) sia che tratti ferro, legno, pelli, plastica, carta, vetro, pitture etc.). Il fatto poi che dici che "i rifiuti non sono della Marsica" non aggiunge nulla al mio dubbio. Di chi siano siano le potenziali sostanze inquinanti, vorrei sapere come vengono filtrate. Tutto qui. Ripeto, di nuovo, che non è mia intenzione essere polemico. Ma non mi sono assolutamente sufficienti le vaghe e scontate affermazioni di colui che dovrebbe essere tra i primi garanti del settore "agricoltura".
Visualizza anche commenti Facebook
Non penso che sia corretto prendersela con le aziende del nucleo quando voci ufficiose e/o ufficiali sostengono da anni che nella marsica (San Benedetto, Gioia..) arrivino continuamente camion per scaricare rifiuti; non penso che i rifiuti siano della marsica!!!! Pare ci sia stata un analisi su quelle terre, ma la pubblicazione di tali risultati forse non e' mai stata fatta!!!!
Visualizza anche commenti Facebook
Quanti saccentoni che vogliono mettere il naso in cose che poco conoscono! Ma veramente i nostri coltivatori sono così incoscienti? Bene accetti i controlli, ma cerchiamo di non sollevare polveroni.
Visualizza anche commenti Facebook
Vorrei fare la seguente domanda per capire, e non per fare alcuna polemica: ma se il depuratore non è ancora entrato in funzione, se in alcuni canali sono stati riscontrati valori sballati rispetto a quelli di legge, mi spiegate a)da dove si attinge per prendere l'acqua per irrigare i campi, b) quali sono le "TECNICHE IRRIGUE controllate con scrupolo e professionalità" presenti nel Fucino? Ogni azienda/campo ha un proprio impianto di depurazione all'ingresso? O ci sono pozzi (che magari vanno a prendere acqua in profondità) disseminati ovunque? Dove e come scaricano i reflui industriali le aziende del nucleo? Perché il Direttore della Coldiretti non chiede alla ASL (o chi per essa) di pubblicare le analisi dei reflui di ogni azienda? Non conviene per altrimenti chiuderebbero? Lo si dica, almeno non ci prendiamo in giro. C'è davvero qualcosa che mi sfugge...
Visualizza anche commenti Facebook

Via l'antenna/mostro da via Roma!

Mi associo al comitato.
Visualizza anche commenti Facebook
Giusto, condivido l'iniziativa del comitato, perchè il propritario dello stabile non si fa mettere l'antenna sotto dove abita?
Visualizza anche commenti Facebook
Io se fossi un cittadino avezzanese manderei subito una disdetta di tutte le utenze a Vodafone. Così poi vediamo dove se la mette quell'antenna!!!
Visualizza anche commenti Facebook

Sarà il commissario Mauro Passerotti ad assumere la guida del Comune di Celano

ma dai?!?! che novità...
Visualizza anche commenti Facebook

Tenta di sfondare l'auto del Sindaco

caro ermetico in italia ci sono due cose buone l'assicurazione obbligatoria e le rotonde rifettici:
Visualizza anche commenti Facebook
"Con la crisi che c'è in giro politici e amministratori rischiano belle legnate...non si scherza più, secondo me dovrebbero..." INIZIARE A FARE LE COSE NELLA GIUSTA MANIERA !!!! ps: è ovvio che il gesto in questione va censurato. La mia vuole essere solo una risposta alla sua affermazione
Visualizza anche commenti Facebook
Con la crisi che c'è in giro politici e amministratori rischiano belle legnate...non si scherza più, secondo me dovrebbero guadagnare di più, cominciano a rischiare davvero la pelle. Appena finiti i soldi di mamma e papà ci sarà poco da ridere.
Visualizza anche commenti Facebook

Quote Aciam, il Tribunale “ripassa” la palla alla politica

Gentile sig. Di Carlo, Terre Marsicane ha raccontato solo i fatti sulla base di documenti ed esortato chi amministra in nome del bene pubblico a onorare la fiducia popolare applicando le regole e senza fare sconti a nessuno. Tutto qui. Cordialmente Mario Sbardella
Visualizza anche commenti Facebook
Quanto da voi pubblicato non corrisponde alla realtà dei fatti: il CDA di Aciam SpA non è tenuto ed esprimere alcun gradimento per l'acquisizione di ulteriori quote azionarie da parte Di Carlo Gestioni Srl in quanto la stessa è già socio di Aciam SpA dal 2010 e già da allora ricevette il gradimento da parte del CDA e di tutti gli altri soci (Segen compresa). La sentenza riportata non fa alcun riferimento ad eventuali gradimenti ma nel rigettare il ricorso della Segen SpA condanna la stessa al pagamento di tutte le spese processuali sia ad Iren Ambiente Holding Spa, che ad Aciam SpA e alla Di Carlo Gestioni Srl. Va inoltre rilevato che Segen SpA società interamente pubblica non avrebbe acquistato le quote Aciam SpA per se stessa ma in nome e per conto della società Formula Ambiente di Cesena, come da lettera del 24/09/2014 deliberata dall'assemblea dei soci Segen SpA del 26/09/2014. Tale operazioni di semplice intermediazioni avrebbe lucrato alla Segen SpA il 7% delle quote Aciam senza alcun esborso di danaro , mentre la Società Formula Ambiente di Cesana avrebbe avuto il 22% delle quote, servendosi del diritto di prelazione di Segen SpA . Tali operazioni sono in palese contrasto sia con le finalità di una società Pubblica sia con lo Statuto Aciam spa. Per cui gli interessi sembrerebbero ben altri. Con preghiera di pubblicare . Umberto Di Carlo Amministratore Unico Tekneko Srl società proprietaria della Di Carlo GestioniSrl
Visualizza anche commenti Facebook

Liceo, scuola e famiglia

Prof. Peduzzi, la collega alla quale, senza troppi veli, Lei fa riferimento è un'insegnante nota a tutti per essere preparata, responsabile, corretta e rispettosa dei suoi alunni, dei colleghi e del Liceo. Tralasciando la questione da Lei sollevata che, tra i tanti problemi che affliggono la scuola italiana del nostro tempo, mi sembra di assoluta marginalità e irrilevanza, stante anche la regolarità della gara d'appalto richiamata peraltro nel suo articolo, non posso non informare i lettori di Terre Marsicane e ricordarLe che Lei stesso, fino a qualche mese fa, è stato un professore in servizio presso il Liceo Classico "Torlonia". Perché allora, di fronte a quella che Lei configura come una situazione ai limiti dell'illegalità e che va avanti, come afferma, da qualche anno, non l'ha denunciata a tempo debito con un'istanza agli organi competenti, e lo fa invece ora con un articolo di giornale? Le sta a cuore la giustizia o la diffamazione? Sembrerebbe che sia Lei ad avere questioni irrisolte col Liceo! Mi fermo qui, non vado avanti. E non lo faccio perché mi duole divulgare pagine non propriamente gloriose degli annali del Liceo. Amina Carusi - Liceo Classico "A.Torlonia"
Visualizza anche commenti Facebook

Emodinamica ad Avezzano, la polemica incalza. Dura la risposta di Di Pangrazio a Benedetti

Benedetti ci ha seccato. Avezzano è ottimamente connessa con il resto dell'Abruzzo (e non solo) ed ha un bacino d'utenza superiore (in termini di raggio operativo). Quindi può assolvere ad una funzione centrale per questo ed altri servizi che forzatamente si stanno dirottando a L'Aquila. Se c'è un problema di costi, in questo caso è L'Aquila che per logica di ragionamento deve essere ottimizzata.
Visualizza anche commenti Facebook

Chi protegge i cittadini?

Si parla tanto di schermare le case poter le onde magnetiche ed all' improvviso ti ritrovi sulla testa un simile mostro,a detta di chi ha visto dai balconi hanno lavorato anche fino a tarda sera! Perché tutta questa fretta???Perché in pieno centro abitato già penalizzato dal traffico??Chi da queste autorizzazioni??Ma noi cittadini viviamo alla mercé di chi ci spilla continuamente soldi senza avere nessuna tutela o rispetto per la salute???Pensate almeno a questi piccoli che stanno crescendo!!Ma un Sindaco o chi per esso lo abbiamo noij avezzanese????
Visualizza anche commenti Facebook
E' vero che non ci sono studi o ricerche che dimostrano la pericolosità delle onde elettromagnetiche ma e' anche vero che no ci sono studi che dimostrano il contrario. Certo e' che noi cittadini della zona in questione, gia' esposti allo smog del traffico di via Roma, adesso ci troviamo ad essere esposti ad un'altro tipo di inquinamento che, stando a quanto si dice e NON SI VUOLE DIMOSTRARE, potrebbe,secondo osservazioni ed attente letture di forum, determinare in noi e soprattutto nei nostri figli malattie oncologiche serie( leucemie, tumori del sistema linfatico, etc...).Non nascondiamo anche che a tutti fa comodo avere un cellulare che funzioni in toto ma e' ignobile ed indecoroso vendere la vita altrui per soldi permettendo di installare un' antenna di non poche dimensioni su di un palazzo di appena due piani regalando inoltre al vicinato un bellissimo ed tutt'altro che innocuo panorama.
Visualizza anche commenti Facebook
Vorrei vedere se tu avessi il ripetitore sopra casa tua se parleresti in questo modo; le onde elettromagnetiche quando sono a distanza ravvicinata, bene non fanno, se uno possiede un cellulare lo fà per una sua scelta personale, quindi si assume le sue responsabilità, in questo caso non mi sembra che un individuo possa scegliere
Visualizza anche commenti Facebook
Pensate veramente che avere l'antenna a 30 metri o ad un chilometro cambi qualcosa?!? Ammettiamo pure che siano pericolose per la salute (non è dimostrato e quindi fino a prova contraria...), la potenza del segnale ad un chilometro di distanza è di poco inferiore a quello rilevabile a pochi metri dall'antenna! Che facciamo?? Buttiamo tuttte le antenne della città? Quanti di voi sarebbero disposti a rinunciare al proprio telefono cellulare? Ogni giorno, in ogni punto della città, siamo bombardati da emissioni radio di ogni genere.. Volete quindi rinunciare a vedere la tv? volete rinunciare ad usare il cellulare? volete rinunciare ad a sentire la radio in macchina? Non è un'antenna che cambia le cose!!! Magari la volessero installare sopra a casa!!!
Visualizza anche commenti Facebook
Signor Maurizio non si tratta di creare allarmismo, ma di fatti reali, sono stati fatti studi sulle conseguenze prodotte dai campi elettromagnetici sull'uomo e sull'ambiente, i risultati di tali studi hanno rilevato un sostanziale incremento delle patologie tumorali e oltre a queste nelle popolazioni maggiormente esposte alle radiazioni elettromagnetiche artificiali che superano di migliaia o addirittura di milioni di volte il campo elettromagnetico naturale e certamente non si può negare che soprattutto gli abitanti della zona, ed io sono una di questi, infatti dall'antenna in questione mi divide una strada, non siano esposti a questo pericolo, in breve termine e non lungo termine e poi non giustifichi la cosa con chi ha il cellulare, è fuori luogo, il grosso problema è che: chi se ne frega se ci saranno altri morti, quel che interessa è intascare soldi a danno delle vite umane, come si può permettere tutto ciò !!!!! E' vergognoso !!!!! Vada a informarsi lei, ne ha bisogno.
Visualizza anche commenti Facebook
Mi scuso innanzitutto per la frase poco "simpatica" non volevo essere volgare o mancare di rispetto nei confronti degli abitanti della zona, la mia osservazione era finalizzata a tranquillizzare tutte queste persone informando loro che non esistono studi certi sui danni a cose e persone, evitando di creare falsi allarmi anche su persone ignare. Certo di avervi fatto cosa gradita, saluto cordialmente.
Visualizza anche commenti Facebook
La scorsa settimana ho assistito ad un convegno nel castello Orsini di Avezzano, si parlava di emissioni dannose e soprattutto dell'allarmante condizione che interessa Avezzano e in particolare la Marsica. L'intervento da parte della regione (mi sembra di aver capito) ha introdotto la riduzione del 20% dell'inquinamento entro l'anno 2020... Non mi sembra che questo rientri nella riduzione o meglio ci sono figli e figliastri... a buon intenditor poche parole....il padrone dello stabile ha agganci alla regione probabilmente.
Visualizza anche commenti Facebook
Ma il buon senso dov'è andato a finire? Le persone che hanno scelto di posizionare quel ripetitore sopra la loro testa dormono sonni tranquilli? Si sono informati ? Conoscono la pericolosità dell' inquinamento elettromagnetico?
Visualizza anche commenti Facebook

A Community (Rai Italia) l’omaggio ad Alfred Zampa, l’iron worker di Ortucchio, simbolo del lavoro italiano nel mondo

Un grande uomo da ammirare,una generazione di individui unica ed irripetibile
Visualizza anche commenti Facebook
E 'abbastanza raro che un membro della "classe operaia" per essere riconosciuto con la nomina di un ponte negli Stati Uniti. Mio nonno è il simbolo di tutti gli uomini e le donne che hanno lavorato così duramente per la loro famiglia e la società migliore in molti modi. E 'un onore per vederlo ricevere tale attenzione.
Visualizza anche commenti Facebook
Adesso un eroe del lavoro di tale statura in questa nostra società non verrebbe con tutto il rispetto neanche preso a modello dai nostri giovani che hanno la macchina a 18 anni e una buona paghetta per togliersi qualsivoglia sfizio ...
Visualizza anche commenti Facebook

LFoundry promuove un convegno sul progetto europeo “LASSIE-FP7”

Speriamo che non manchi la corrente....
Visualizza anche commenti Facebook

Giuseppe Morgante porta la sua musica al cinema

Bravissimi PEPPE !!!!!!
Visualizza anche commenti Facebook

Contro il guardrail per evitare un istrice

Auguri direttore! Sei stato fortunato...mio zio è stato trafitto da una spinosa che gli ha reciso un polmone e la cartine. Purtroppo per lui nulla da fare. Ma sono sicura che nel suo caso si tratta solo di sfortuna... infondo solo qualche danno... s immagini se l'auto si fosse ribaltata e lei avesse riportato danni molto più gravi...paralisi, volto sfigurato oppure se catapultato fuori dalla auto fosse atterrato sul povero Istrice ignaro che per difendersi avrebbe dovuto sprecare i suoi preziosi aculei!!... ma ci chiediamo tutti cosa facesse a Quell ora di sabato mattina di ritorno a casa??.... ma passando per le vie di casa sua abbiamo notato una carcassa.... che non si tratti dello stesso esemplare uscito "incolume" dall incidente?!?
Visualizza anche commenti Facebook

“Italian Jazz Days”, il talento vola oltreoceano

Sei grande cugino ho sempre creduto in te !
Visualizza anche commenti Facebook

Finisce sotto la fresa del padre, muore giovane di Celano

forza e coraggio......................prego x voi
Visualizza anche commenti Facebook
Quando succedono disgrazie inenarrabili come queste, tutte le parole sono inutili. Niente può essere detto per cercare un senso...per alleviare lo strazio. Mi stringo alla mamma, al papà' e al loro enorme dolore. Una mamma cellanese
Visualizza anche commenti Facebook

Pagine

Ultimi commenti

la privacy non c'è in questo caso.
mostra
Immagino sia stato molto bello vederlo esibirsi, ma c'è probabilità che facciano...
mostra
Ben strane presentazioni di programmi, dove il programma resta celato ben sotto la...
mostra
Strepitoso!!!!! e' stato un concerto di altissimo livello, devo dire che ascoltarlo...
mostra
Per la befana provvedete con un 60 pollici UHD!!!!ah ah ah
mostra
Al posto suo ,sindaco, mi sarei fatto regalare un corso di italiano ed uno di dizione....
mostra

Approfitta di queste offerte