Terre Marsicane
La voce della Marsica

Berardinetti e Mariani: “dopo trent’anni il nuovo testo sulla pesca”

Regione – Un percorso lungo e faticoso, affermano i primi due firmatari del progetto di legge sulla pesca, Sandro Mariani e Lorenzo Berardinetti, da tempo impegnati nella stesura di una nuova normativa che si allineasse all’evoluzione della pesca nelle acque interne della Regione Abruzzo e della gestione della fauna ittica, fornendo risposte attuali rispetto alla legge vigente, redatta più di un trentennio fa. Con grande entusiasmo, i due Consiglieri, commentano il traguardo raggiunto con il licenziamento del progetto di legge 127/2015, nella Commissione “Agricoltura, Sviluppo Economico e Attività Produttive”, dopo un lungo ed arduo lavoro svolto insieme alle associazioni piscatorie ed esperti del settore.

Con il nuovo testo si vuole dotare la Regione Abruzzo di una normativa organica della disciplina della pesca nelle acque interne, mediante la semplificazione burocratica e l’incentivazione della pesca sportiva e turistica sull’intero territorio. Il nuovo testo, che dovrà essere discusso dal Consiglio regionale, ha lasciato invariate le tariffe vigenti, e quindi non comporterà nessun costo, né per la Regione, né per i pescatori, che finalmente avranno la possibilità di seguire una normativa chiara e snella che prevede anche l’allungamento dei tempi di apertura della pesca nonché la totale gratuità per minori ed anziani con piu’ di sessant’anni e diversamente abili.

Un risultato atteso, che con un grande lavoro di modifica del testo finale del Consigliere Berardinetti, ha avuto forte riscontro anche dagli altri Consiglieri regionali di maggioranza e minoranza come Sospiri, Balducci, Pepe, che l’hanno firmato e convintamente sostenuto. “Un passo importante per il nostro territorio – conclude il Capogruppo del Pd Sandro Mariani – che afferma il buon lavoro del Consiglio regionale in un periodo molto difficile per l’intera collettività abruzzese.”

Commenti